Entra in contatto con noi

Mercati americani

Gli spread ad alto rendimento non mostrano alcuna recessione all'inizio del 2023

Pubblicato

il

18 gennaio 2023 02:40 ETHYG, PB, JNK, HIS, IHY, TUO, ILD, SFI, SJNK, GHYG, HYXU, ANGL, HYLS, PGHY, SHYG, HYGH, BSJN, WFHY, FALN, HYXF, JPHY, BSJO, HYLB, HYLV, GHYB, HYDB, SEI TIMIDO, SHYL, HYUP, HYDW, BSJP, FDHY, HYGV, BSJQ, FIL, FLHY, IBHD, IBHE, IBHC, BSJR, NUHY, PTBD, ESHY, BSJS, HYBB, DFHY, IBHF, IHYF, BKHY, IBHG, ID, IMBO, SID, FMHI, HYMU, BSJT, TLT, TLH, PLW, EDV, SPTL, ZROZ, VGLT, LGOV, SCHQ, TFJL, TBJL, GOVZ, TBT, TMV, IEF, TIMIDO, TBF, TMF, PST, TTT, IEI, BIL, TYO, UBT, UST, DUE, VGSH, SHV, VGIT, GOVERNO, SCHO, TBX, SCHR, GSY, TYD, FEG, VUSTX, FIBRA, GBIL, SGOV, SPTS, BAPR, BAUG, BJUL, BJUN, BMAR, BMAY, BOCT, IN FORMA, CAT, CSTNL, EFIV, EPS, FTA, HIBL, HIBS, IO HO, IVV, IVW, KNG, NOBL, NVQ, PAPR, PAUGO, PBP, PJAN, PJUN, PUTW, QDIV, QVML, gioco di ruolo, RPV, RSP, RVR, RWL, RYARX, RYT, SDS, SH, SNPE, SPDN, SPDV, SPGP, SPHB, SPHD, SPHQ, SPLG, SPLV, SPLX, SMO, SPMV, SPUS, SPUU, SPVM, SPVU, SPXE, SPXL, SPXN, SPXS, SPXT, SPXU, SPXV, SPIARE, SPIA, SPYG, SPIA, SPYX, SSO, SPY, UAUG, UJAN, UMAR, UMAY, UOCT, UPRO, USMC, VFINX, VOO, VOOG, VOOV, VXX, VXZ, XLG, XRLV, XVV, XYLD, XILG

Riepilogo

  • A 429 punti base, lo spread del principale indice di obbligazioni spazzatura rispetto ai titoli del Tesoro è pericolosamente vicino al livello “dentro 400”, che è il punto in cui trascorre la maggior parte del suo tempo in un’economia in forte espansione.
  • Non definirei “boom” l’economia statunitense, poiché c’è stata una sostanziale stretta monetaria che non è ancora stata assorbita dalle statistiche economiche, ma l’economia non è ancora sull’orlo di una recessione.
  • Penso che la Fed dovrebbe premere il pulsante “pausa”, poiché mi aspetto che l’inflazione diminuisca precipitosamente a causa della crescita dello zero percento di M2 Money (una funzione di una curva dei rendimenti invertita).

sankai

A 429 punti base, lo spread del principale indice di obbligazioni spazzatura rispetto ai titoli del Tesoro è pericolosamente vicino al livello “dentro 400”, che è il punto in cui trascorre la maggior parte del suo tempo in un’economia in forte espansione.

Non vorrei definire l’economia statunitense “in forte espansione”, poiché c’è stata una notevole quantità di inasprimento monetario che non è ancora affondato nelle statistiche economiche, ma l’economia non è ancora sull’orlo di una recessione.

Penso che la Fed dovrebbe premere il pulsante “pausa”, poiché mi aspetto che l’inflazione diminuisca precipitosamente a causa della crescita dello zero percento di M2 Money (una funzione di una curva dei rendimenti invertita).

Advertisement

Man mano che la crescita di M2 diventa negativa, cosa mai accaduta prima per quanto ho potuto trovare dati, l’inflazione dovrebbe diminuire notevolmente, forse verso il 2% alla fine del 2023. Un ulteriore inasprimento monetario della Fed rischia di essere eccessivo e probabilmente produrre una recessione.

I grafici sono solo a scopo illustrativo e di discussione. Si prega di leggere le informazioni importanti alla fine di questo commento.

Finora, l’inafferrabile “atterraggio morbido” (evitare una recessione) sembra raggiungibile, che descriverei come lo scenario migliore visti i numerosi errori commessi dalla Powell Fed.

Il più grande errore di questo tipo è stato mantenere le loro politiche di QE a pedale per troppo tempo, fino al 13 aprile 2022 (la data del massimo nel bilancio della Fed, a $ 8.965.487 milioni, o poco meno di $ 9 trilioni), lungo dopo che divenne chiaro che l’inflazione non era poi così “transitoria”.

Advertisement

Sì, ci sono buone notizie sul fronte dell’inflazione dato dal rapporto CPI della scorsa settimana, ma l’inflazione del settore dei servizi non sta affatto scendendo, e questo potrebbe costringere la Fed a una stretta eccessiva.

La nota a 2 anni è la più sensibile alla politica della Fed e in genere guida la Fed. La nota del Tesoro a 2 anni, al 4,22%, è ora al di sotto del tasso sui fondi Fed ed è scesa di circa 50 punti base da novembre 2022. Fondamentalmente, il mercato obbligazionario sta dicendo alla Fed di smettere di inasprire, ma la Fed ascolterà? Lo scopriremo abbastanza presto.

Configurazione familiare nell’indice S&P 500 Di seguito è riportato il grafico che ho pubblicato all’inizio di dicembre (vedi “Stiamo raggiungendo un possibile punto di flessione sia per le obbligazioni che per le azioni”).

I grafici sono solo a scopo illustrativo e di discussione. Si prega di leggere le informazioni importanti alla fine di questo commento.

Advertisement

Ed ecco lo stesso grafico aggiornato a venerdì.

I grafici sono solo a scopo illustrativo e di discussione. Si prega di leggere le informazioni importanti alla fine di questo commento.

A dicembre abbiamo avuto un forte calo dell’8%, il che non è tipico, poiché la maggior parte degli investitori stava aspettando l’arrivo di Babbo Natale. Finora, le prime due settimane del 2023 sono state decisamente positive, e quella stessa linea di tendenza al ribasso, tracciata sull’indice Russell 2000, è già stata superata al rialzo. Sì, penso che possiamo superare quella tendenza al ribasso, ma non necessariamente subito.

Il problema è che venerdì l’indice di volatilità è sceso fino a 18,01. Sulla base delle impostazioni di trading dell’anno scorso, ciò suggerisce una sorta di consolidamento delle scorte e un certo sostegno e riempimento. L’unico altro momento in cui il VIX è stato inferiore nel 2022 è stato quando abbiamo raggiunto il massimo storico nell’S&P 500 il 3 gennaio 2022.

Advertisement

L’indice S&P 500 è stato leggermente ipercomprato, incontrando una grande resistenza. Inoltre, i più grandi titoli “di merda” si stanno riprendendo: società sull’orlo della bancarotta come Bed Bath & Beyond (BBY). Questo è in qualche modo normale ed è noto come effetto gennaio, quando la vendita di perdite fiscali a dicembre si traduce in un rally di sollievo a gennaio.

Tieni presente che i breakout di ipercomprato sono inclini al fallimento, quindi è probabile una sorta di consolidamento dei recenti guadagni. Finché l’S&P 500 sarà al di sopra di 3800, questo rally potrebbe continuare, ma ciò sarebbe deciso dalla stagione degli utili del quarto trimestre, che è appena iniziata.

Ecco alcuni punti chiave sui guadagni dal commento “FactSet Earnings Insight” del 13 gennaio 2023:

  • Crescita degli utili: Per il quarto trimestre del 2022, il calo degli utili stimato per l’S&P 500 è del -3,9%. Se -3,9% è il calo effettivo del trimestre, segnerà la prima volta che l’indice ha registrato un calo anno su anno degli utili dal terzo trimestre del 2020 (-5,7%).
  • Revisioni degli utili: Il 30 settembre, il tasso di crescita degli utili stimato per il quarto trimestre del 2022 era del 3,5%. Si prevede che dieci settori riporteranno utili inferiori oggi (rispetto al 30 settembre) a causa delle revisioni al ribasso delle stime di EPS.
  • Guida ai guadagni: Per il quarto trimestre del 2022, 67 società S&P 500 hanno emesso una guida EPS negativa e 34 società S&P 500 hanno pubblicato una guida EPS positiva.
  • Valutazione: Il rapporto P/E forward a 12 mesi per l’S&P 500 è 17,3. Questo rapporto P/E è inferiore alla media a 5 anni (18,5) ma superiore alla media a 10 anni (17,2).

I grafici sono solo a scopo illustrativo e di discussione. Si prega di leggere le informazioni importanti alla fine di questo commento.

Questa orribile compressione delle valutazioni nel 2022 è dovuta all’aumento dei tassi di interesse, dove il rapporto P/E a termine dell’S&P 500 è passato da molto al di sopra delle sue medie a lungo termine al di sotto di esse, mentre l’economia non ha avuto recessione e gli utili sono aumentati. Quello che succederà dopo sarà deciso in base a quanto reggono quei guadagni.

Advertisement

Avremo molte informazioni su questo fronte nelle prossime quattro settimane.

Navellier & Associates non possiede Bed Bath & Beyond (BBBY) negli account gestiti. Ivan Martchev non possiede personalmente Bed Bath & Beyond (BBBY)..

Tutti i contenuti di cui sopra rappresentano l’opinione di Ivan Martchev di Navellier & Associates, Inc.

Divulgazione: *Navellier potrebbe essere sicuro in una o più strategie di investimento offerte ai propri clienti.

Advertisement

Disclaimer: Per favore clicca qui per importanti divulgazioni che si trovano nella sezione “Informazioni” del profilo Navellier & Associates che accompagna questo articolo.

Nota dell’editore: I punti riassuntivi per questo articolo sono stati scelti dagli editori di Seeking Alpha.

Questo articolo è stato scritto da

Ivan Martchev è uno stratega degli investimenti presso Navellier Private Client Group. In precedenza, Ivan è stato direttore editoriale presso InvestorPlace Media. Ivan è stato redattore della newsletter sui fondi comuni di investimento di Louis Rukeyser e redattore associato della newsletter sulla finanza personale. Ivan è anche coautore di The Silk Road to Riches (Financial Times Press). Il libro ha fornito un’analisi delle questioni geopolitiche e della strategia di investimento nelle risorse naturali e nei mercati emergenti con un’enfasi sull’Asia. Il libro prevedeva correttamente anche il crollo del mercato immobiliare statunitense, l’ascesa dei metalli preziosi e il conseguente aumento dell’interesse degli investitori nei mercati emergenti. I commenti di Ivan sono stati pubblicati da MSNBC, The Motley Fool e altri. Attualmente Ivan è redattore settimanale del Market Mail di Navellier e collaboratore di Marketwatch.

Advertisement

Raccomandato per te

Advertisement

Trending