martedì 15 giugno 2021

Gli Stati Uniti pubblicano nuove linee guida per i prestiti alle piccole imprese per rendere più difficile ottenere fondi dalle società pubbliche

La Small Business Administration ha pubblicato una nuova guida giovedì rendendo meno probabile che le grandi società quotate in borsa possano accedere al prossimo round di finanziamenti per gli Stati Uniti programma di assistenza alle piccole imprese del governo. Ha anche aumentato la pressione sulle società pubbliche che hanno sfruttato i fondi per restituire il denaro.

L’aggiornamento arriva dopo un furore pubblico che le grandi aziende hanno sfruttato la struttura , noto come Programma di protezione dello stipendio, per centinaia di milioni di dollari in prestiti mentre migliaia di piccole imprese devono ancora ricevere finanziamenti.

Le società che richiedono i fondi di soccorso coronavirus devono certificare che i prestiti sono necessari e che non possono toccare altri fonti di denaro, ha detto l’SBA. Per definizione, le società pubbliche hanno accesso ai mercati dei capitali. Ad esempio, Shake Shack ha dichiarato di aver restituito $ 10 milioni che ha ottenuto attraverso PPP dopo aver venduto $ 150 milioni di nuove azioni.

“I mutuatari devono ancora certificare in buona fede che la loro richiesta di prestito PPP è necessaria”, ha detto la SBA. “È improbabile che una società pubblica con un valore di mercato sostanziale e accesso ai mercati dei capitali sia in grado di effettuare la certificazione richiesta in buona fede, e tale società dovrebbe essere pronta a dimostrare a SBA, su richiesta, le basi per la sua certificazione. “

La modifica si presenta come un secondo round di finanziamento per PPP , dopo l’iniziale $ 350 miliardi sono stati esauriti la scorsa settimana, e dovrebbe essere approvato dai legislatori giovedì più tardi. Il programma è destinato a ricevere $ 310 miliardi di fondi freschi, e i dirigenti del settore hanno detto che anche questo importo probabilmente durerà solo giorni. Non vi è alcuna garanzia che i legislatori approvino più denaro per il programma successivamente.

Mentre lo spirito del PPP, componente chiave della risposta economica di oltre 2 trilioni di dollari dell’amministrazione Trump alla pandemia di coronavirus, era di aiutare le piccole imprese, le regole durante l’iniziale del programma round ha consentito a grandi aziende di ristoranti e hotel di richiedere prestiti fino a $ 10 milioni.

Quando ciò accadde, e si rivelò che compagnie come Ruth’s Chris Steakhouse e Potbelly Sandwich Shop avevano utilizzato il programma, i proprietari di piccole imprese si arrabbiarono.

Il contraccolpo si è approfondito man mano che le società valgono più di $ 100 milioni nel mercato azionario hanno fatto domanda per ottenere sollievo. Aziende tra cui DMC Global , Wave Life Sciences e Fiesta Restaurant Group ha vinto i prestiti, secondo una nota di ricerca di martedì di Morgan Stanley.

Prestitori tra cui JPMorgan Chase e Bank of America hanno sopportato il peso della critica in quanto i proprietari di piccole imprese hanno affermato che le aziende più grandi hanno ricevuto un trattamento preferenziale quando hanno fatto domanda per il cavo di sicurezza. JPMorgan ha negato in modo specifico tale accusa , rivelando al contempo che i clienti della sua divisione di banca commerciale, che si rivolge a società più grandi, generalmente si sono recati meglio di quelli del suo dipartimento per le piccole imprese.

Nelle sue ultime indicazioni, la SBA sembrava consentire alle banche di fare affidamento sulla certificazione dei mutuatari sulla reale necessità dei loro prestiti.

Ma in un dettaglio chiave, la SBA ha indicato che le grandi società pubbliche che hanno toccato il PPP prima della modifica della regola possono evitare il controllo restituendo i prestiti di aiuto in due settimane:

“Qualsiasi mutuatario che ha richiesto un prestito PPP prima dell’emissione della presente guida e rimborserà integralmente il prestito entro il 7 maggio 2020 sarà ritenuto dalla SBA aver rilasciato la certificazione richiesta in buona fede “, ha affermato la SBA.

Ecco cosa ha detto la SBA sulle società pubbliche che ottengono prestiti:

“Domanda: Le imprese di proprietà di grandi aziende con adeguate fonti di liquidità a supporto delle operazioni in corso possono beneficiare di un prestito PPP?

Risposta: Oltre a rivedere le regole di affiliazione applicabili per determinare l’idoneità, tutti i mutuatari devono valutare la loro necessità economica di un prestito PPP secondo lo standard stabilito dalla legge CARES e le normative PPP al momento della richiesta di prestito. Sebbene la legge CARES sospenda il requisito ordinario che i mutuatari non devono essere in grado di ottenere credito altrove (come definito nella sezione 3 (h) della legge sulle piccole imprese), i mutuatari devono ancora certificare in buona fede che la loro richiesta di prestito PPP è ne sario. In particolare, prima di presentare una domanda di PPP, tutti i mutuatari dovrebbero esaminare attentamente la certificazione richiesta secondo cui “[c] l’attuale incertezza economica rende necessaria questa richiesta di prestito per supportare le operazioni in corso del Richiedente”. I mutuatari devono rendere tale certificazione in buona fede, tenendo conto delle loro attuali attività commerciali e della loro capacità di accedere ad altre fonti di liquidità sufficienti a supportare le loro operazioni in corso in un modo che non sia significativamente dannoso per l’azienda. Ad esempio, è improbabile che una società pubblica con un valore di mercato sostanziale e accesso ai mercati dei capitali sia in grado di rilasciare la certificazione richiesta in buona fede, e tale società dovrebbe essere pronta a dimostrare a SBA, su richiesta, la base della sua certificazione. “

Iscriviti a CNBC PRO per approfondimenti e analisi esclusivi e programmazione in tempo reale di giorni lavorativi da tutto il mondo.

Articolo originale di CNBC