Entra in contatto con noi

Mercati americani

I CEO di Big Tech offrono agli investitori qualcosa su cui riflettere

Pubblicato

il

In questo podcast, gli analisti senior di Motley Fool Matt Argersinger e Jason Moser discutono:

  • Annunci di licenziamento e una previsione sobria da Microsoft L’amministratore delegato Satya Nadella.
  • La reazione positiva del mercato al rapporto sull’occupazione di dicembre.
  • Cose chiave che stanno guardando nel settore tecnologico.
  • Le ultime novità al CES di Las Vegas.
  • Le ultime da Correzione del punto e Marchi della costellazione.
  • Letto Bagno e oltre‘s footprint immobiliare in quanto la società sembra vicino a una dichiarazione di fallimento.
  • Due azioni sul loro radar: Amazzonia e Sistemi Bentley.

Malcolm Ethridge, conduttore del podcast Tech Money, interviene con le previsioni di altri due aumenti dei tassi di interesse, perché la tecnologia megacap è la chiave per un rally del mercato azionario e cosa sta guardando per questa stagione degli utili.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Stai cercando di iniziare subito i tuoi obiettivi finanziari per il 2023? Il servizio di punta di The Motley Fool, Consulente azionario, è aperto ai nuovi membri per soli $ 99 all’anno! Accedi a questa offerta speciale visitando www.fool.com/intro.

Per catturare gli episodi completi di tutti i podcast gratuiti di The Motley Fool, dai un’occhiata al nostro centro podcast. Per iniziare a investire, dai un’occhiata al nostro guida rapida per investire in azioni. Una trascrizione completa segue il video.

10 azioni che ci piacciono di più di Walmart
Quando il nostro pluripremiato team di analisti ha un suggerimento per gli investimenti, può essere utile ascoltarlo. Dopotutto, la newsletter che gestiscono da oltre un decennio, Motley Fool Stock Advisorha triplicato il mercato.*

Hanno appena rivelato ciò che credono siano i dieci migliori azioni che gli investitori possano comprare in questo momento… e Walmart non era uno di loro! Esatto: pensano che questi 10 titoli siano acquisti ancora migliori.

Advertisement

Vedi i 10 titoli

Stock Advisor torna a partire dal 1° dicembre 2022

Questo video è stato registrato il 06 gennaio, 2023.

Chris Hill: Tutti gli occhi puntati su Las Vegas per l’inizio del CES e il mercato chiude la settimana con una nota positiva. Motley Fool Money inizia ora.

Advertisement

[music]

Dal quartier generale globale di Fool, questo è Motley Fool Money. È il programma radiofonico Motley Fool Money. Sono Chris Hill. Si uniscono a me: gli analisti senior di Motley Fool Jason Moser e Matt Argersinger. È bello vedervi come sempre, signori.

Jason Moser: Ciao.

Matt Argersinger: Chris.

Advertisement

Chris Hill: Abbiamo le ultime notizie da Wall Street. Malcolm Ethridge del podcast Tech Money è nostro ospite. E come sempre, abbiamo un paio di azioni sul nostro radar.

Ma iniziamo con il quadro generale di una settimana di trading ridotta per gli investitori. Tre dei CEO più influenti nel settore tecnologico hanno dominato i titoli dei giornali. Salesforce Il CEO Marc Benioff ha annunciato che la sua azienda licenzierà 8.000 dipendenti. In una nota allo staff, Andy Jassy ha annunciato che Amazon taglierà 18.000 posti di lavoro. E in un’intervista con la rete della CNBC in India, il CEO di Microsoft Satya Nadella ha dipinto un quadro sobrio del panorama aziendale, dicendo: “I prossimi due anni saranno probabilmente i più impegnativi”.

Matt, capisco qualsiasi investitore che lo ascolti e pensi, beh, questo è solo un settore. Non è assistenza sanitaria, non è energia. Ma queste sono attività influenti. E nel caso di Microsoft e Amazon, hai due delle più grandi aziende al mondo per capitalizzazione di mercato. Quindi, considerato tutto ciò, gli investitori dovrebbero moderare le loro aspettative per il prossimo anno o due?

Matt Argersinger: Penso che dovrebbero, Chris, e la cosa interessante è che tutto ciò che hai presentato è in netto contrasto con ciò che il mercato sta facendo venerdì con questo rapporto sul lavoro che è uscito, che è stato più forte del previsto, mostrando grandi guadagni di posti di lavoro in posti come il tempo libero e ospitalità, assistenza sanitaria, edilizia e altri luoghi.

Advertisement

Ma come abbiamo detto in realtà nello show, i licenziamenti di cui sentiamo parlare e che vediamo provengono dalle grandi aziende tecnologiche come quelle che hai nominato, società di servizi finanziari. Alla fine, penso, anche se possiamo dire, beh, forse questa sarà una recessione dei colletti bianchi, o Jason ha usato un termine fantastico prima, la “sessione dei ricchi”.

Jason Moser: Sessione ricca, sì.

Matt Argersinger: Ma alla fine, stai parlando di lavoratori abbastanza ben pagati. Come hai detto, aziende influenti, una grande industria che domina il mercato. Alla fine, questo deve rotolare un po ‘in discesa. Penso che la spesa dei consumatori, che è, ovviamente, davvero dominata in questo particolare gruppo, ne risentirà. Per me è preoccupante. Ciò non toglie l’equazione della recessione che pensiamo di dover affrontare probabilmente quest’anno.

Chris Hill: Jason, al punto di Matty, abbiamo visto una reazione positiva da parte degli investitori venerdì dopo il rapporto sull’occupazione, in parte perché la crescita dei salari è stata inferiore al previsto. Penso che sia probabilmente per questo che abbiamo visto il mercato scoppiare venerdì.

Advertisement

Ma al punto, quando senti questi amministratori delegati fare questi commenti, fare queste mosse, in particolare nel caso di Amazon, dove il numero grezzo di dipendenti è maggiore, più del doppio di quello che abbiamo visto da Salesforce. Ma su base percentuale, è solo circa l’1%, forse poco più dell’1% di tutta la base di dipendenti di Amazon.

Jason Moser: Penso che sia giusto dire che lo siamo, beh… Dobbiamo essere più vicini all’inizio che alla fine? Sembra che questi siano solo i primi annunci di tagli di posti di lavoro che probabilmente vedremo nel corso dell’anno, almeno nella prima metà dell’anno. Penso che abbiamo visto queste… le aziende tecnologiche sono state sul radar tutto l’anno, in pratica, l’anno scorso. Certamente nella seconda metà dell’anno, quando hanno lottato per tagliare i costi e ridimensionare la forza lavoro.

Davvero, penso che molto di questo sia un prodotto del semplice ripulire il casino di questi ultimi anni. Abbiamo visto molta crescita portata avanti. Abbiamo visto un sacco di stimoli entrare nell’economia e le aspettative certamente sono andate fuori controllo in una certa misura, almeno in termini assoluti. Si scopre che le persone non stanno cambiando completamente il modo in cui fanno tutto.

Mi ricorda, mi riporta a qualcosa di cui io e te stavamo parlando all’inizio della settimana. Una buona lezione che penso tutti potremmo trarre da questo. Almeno qualcosa da ribadire è stare attenti a investire con quella mentalità assoluta e dire, beh, le cose cambieranno da questo a quello. Entriamo nell’economia digitale. Ora tutti lavoreranno da remoto. Tutto verrà fatto tramite Zoom e Slack e non dovremo più andare da nessuna parte. Ora puoi semplicemente fare i tuoi esercizi da casa. Chi ha bisogno di una palestra?

Advertisement

Bene, abbiamo sicuramente visto con Planet Fitness. Voglio dire, c’è una ripresa in corso lì. Penso che sia perché il comportamento dei consumatori sta iniziando a normalizzarsi, almeno in parte. Negli ultimi anni c’era questa mentalità secondo cui potevamo essere diretti verso questo cambiamento o cambiamento permanente, e penso che ora stiamo vedendo che il cambiamento o il cambiamento è un po’ più modesto. È come un ibrido invece di dire che lavoreremo tutti di persona o lavoreremo tutti da remoto. Sembra che l’ibrido sia la mentalità per il modo in cui la maggior parte delle cose andrà avanti. e queste aziende tecnologiche, credo, stanno arrivando a quella realizzazione e devono ristrutturare le loro attività di conseguenza.

Matt Argersinger: Penso che Jason l’abbia inchiodato. Tornando a quello che hai detto, Chris, solo su Amazon in particolare. Quel numero di 18.000 licenziamenti sembra grande. Ma dalla fine del 2019 al picco nel primo trimestre del 2022, Amazon ha assunto 800.000 lavoratori. Hanno più che raddoppiato la loro forza lavoro.

Ora, per quanto riguarda Jason, tutte queste tendenze e cose penso che le abbiamo viste subito dopo la pandemia, stanno iniziando a rallentare o invertirsi un po’. Anche l’e-commerce sta rallentando. Stavo esaminando i dati di Forbes e prevedono che l’e-commerce, come quota delle vendite al dettaglio, sia terminato intorno al 20% nel 2022. È grande. È una grande quota. Ma penso che soprattutto all’indomani del COVID-19, ricordo solo di aver visto proiezioni secondo cui l’e-commerce avrebbe rappresentato più di un terzo delle vendite al dettaglio, anche il 50% delle vendite al dettaglio, e penso che sia quasi certo che le aziende come Amazon ha visto quelle alte proiezioni e si è fatto strada nei loro piani di assunzione.

Jason Moser: Penso a quel punto solo, di cosa stai parlando: Salesforce. Voglio dire, lo guardi, le assunzioni avvenute in Salesforce rispetto alla crescita a cui hanno assistito le aziende. Guardando solo al 31 gennaio 2020, la società aveva più di 49.000 dipendenti e ha registrato entrate in quel periodo, in quell’anno, di $ 17 miliardi. Più di recente, abbiamo visto in ottobre che avevano 80.000 dipendenti e per quel periodo di 12 mesi finali, hanno riconosciuto entrate dichiarate per $ 30,3 miliardi. Quindi vedi, in quel periodo di tempo, le entrate sono cresciute del 78%. È eccezionale. I dipendenti sono cresciuti del 63%. Sono molte assunzioni.

Advertisement

Ora consideri anche su quel tratto, abbiamo visto i margini diminuire su tutta la linea. I costi stanno iniziando a perdere un po’ il controllo e ora la direzione sta vedendo questi venti contrari all’orizzonte. Quello che vedono andando avanti è un grande rallentamento. Quella crescita che è stata portata avanti, quella crescita del fatturato del 78%, non era normale. È stato eccezionale e stiamo iniziando a vederlo normalizzarsi ora. Quella crescita non era perché hanno assunto più persone. Hanno assunto più persone pensando che la crescita potesse continuare, e ora stiamo vedendo chiari segnali che non lo farà. E quindi andando avanti, dovranno renderne conto. Ciò deriva davvero solo dalla riduzione della struttura dei costi, dalla riduzione della base di dipendenti, che solo, tradizionalmente, è una delle cose più costose che un’azienda deve mantenere, è la sua base di dipendenti.

Chris Hill: Penso che sarà interessante vedere non solo dove vanno le altre grandi aziende tecnologiche in termini di personale e potenziali licenziamenti. Ci pensi Alfabeto, anche Microsoft. Ma anche se Salesforce arriva a un punto in cui sente di dover tagliare ancora più posti di lavoro, perché su base percentuale, ciò che Benioff ha annunciato è stata una riduzione del 10% del personale. Questa è una percentuale piuttosto considerevole. Forse non proprio un approccio da fregare il cerotto, ma abbastanza vicino ad esso. Penso che sarà degno di nota se otteniamo un altro taglio di posti di lavoro da Salesforce, mentre penso che noi tre ci aspettiamo molto più annunci di riduzioni su Amazon.

Detto questo, Matty, pensando al futuro nel settore tecnologico, cosa guarderai quest’anno?

Matt Argersinger: Penso che quando si tratta di tecnologia, mi sembra che ci siano state voci su questo per anni se non decenni. Ma sento che quest’anno potrebbe essere l’anno in cui Mela entra in quella realtà virtuale, nello spazio della realtà aumentata. Lo chiamano, credo, il loro visore per la realtà mista. Se viene fuori, e non sto dicendo che sarà un punto di svolta come lo è stato l’iPhone, certamente no. Ma penso che potrebbe finalmente portare a un’adozione di massa all’interno di quello spazio. È qualcosa che ci aspettavamo da un po’, e penso che Apple potrebbe essere quella giusta per farlo.

Advertisement

Se diventa la piattaforma di adozione di massa, immagina le applicazioni di terze parti, le esperienze per cui potrebbero essere sviluppate Guado a breve termine. Penso che potrebbe essere enorme e potrebbe essere un catalizzatore che accende un nuovo mercato rialzista tecnologico. Penso che potrebbe essere una piccola torta nel cielo, ma penso che sia ciò di cui la tecnologia ha quasi bisogno. Hanno quasi bisogno di una nuova piattaforma, di un nuovo mercato, e penso che qualcosa come un set di realtà virtuale, un set di realtà mista di Apple potrebbe essere quello se fa di nuovo l’adozione di massa.

Sono incuriosito dalle possibilità lì. Chissà se inizia alla grande o a quante versioni devi arrivare prima che raggiunga quell’adozione di massa, ma penso che sia qualcosa che vale la pena guardare.

Chris Hill: Bene, l’iWatch non è stato un grande successo quando è uscito per la prima volta, e hanno continuato a iterare, hanno continuato a migliorare e ora sta generando una buona parte delle entrate.

Jason, e tu? Cosa stai guardando nel settore tecnologico?

Advertisement

Jason Moser: IO’ Vado un’immagine un po ‘più grande. È meno incentrato sull’azienda e più focalizzato sull’industria. E questo sta solo guardando le entrate per dipendente.

Penso che, tornando a quel punto che ho detto in precedenza sulle aziende tecnologiche che si rendono davvero conto che devono contenere quei costi, le entrate per dipendente sono sempre un punto di partenza interessante, credo. Puoi avere un’idea di quanto sia produttiva un’azienda, ma puoi anche vedere le tendenze. Se un’azienda sta assumendo troppo e non si traduce in una crescita, allora vedrai, nel tempo, che le entrate per dipendente diminuiscono.

Ma penso che sia un buon punto di partenza lì, e puoi prenderlo su tutta la linea per vedere come vengono influenzati i profitti. Come vengono influenzati i margini? Soprattutto in un momento in cui la crescita dei ricavi potrebbe essere un po’ più contenuta, poiché penso che siamo tutti d’accordo che lo sarà almeno nel breve termine. In realtà sta solo tenendo d’occhio l’efficienza di queste aziende.

Tornando al tuo punto lì su Salesforce e il momento della fregatura del cerotto, non sarei sorpreso di vedere molte di queste aziende tornare al pozzo quando si tratta di questi tagli di posti di lavoro perché hanno assunto così tanto gli ultimi due anni. Non è per prendere di mira Salesforce o Amazon. Penso che le aziende su tutta la linea lo abbiano fatto. Tutti sono colpevoli. Devi solo andare avanti ed espiare per questo, o devi pagare il prezzo e affrontare a veramente difficili i prossimi due anni invece di solo un tipo difficili i prossimi due anni.

Advertisement

Chris Hill: Dopo la pausa, ci dirigiamo a Las Vegas per controllare le ultime notizie dal CES. Resta qui. Questo è Motley Fool Money.

[music]

Bentornati a Motley Fool Money. Chris Hill qui con Jason Moser e Matt Argersinger. Spero che il nuovo anno stia andando bene finora.

Se stai cercando di dare il via ai tuoi obiettivi finanziari per il 2023, lascia che ti aiutiamo. Quando diventi un membro del nostro servizio di punta, Motley Fool Stock Advisorottieni ogni mese l’accesso esclusivo alle raccomandazioni azionarie ufficiali dei nostri analisti in modo da poter assumere il controllo del tuo portafoglio e prendere decisioni di investimento intelligenti e informate. Consulente azionario è aperto a nuovi membri per soli $ 99 all’anno. Vai a crazy.com/intro per accedere a questa offerta speciale. Quello è crazy.com/intro.

Advertisement

Le azioni di Stitch Fix sono aumentate del 12% questa settimana alla notizia che la fondatrice dell’azienda ed ex CEO Katrina Lake sta tornando all’ufficio d’angolo. Il primo ordine del giorno è stato il taglio del 20% del personale. Jason, quante altre vite ha Stitch Fix?

Jason Moser: “Non lo so” è la risposta breve. Questo è difficile. Stitch Fix sembra essere un business che ha raggiunto il suo limite, credo. Con tutte le attività di abbonamento online che esistono ora, sta solo affrontando una sfilza di concorrenza che sta chiaramente avendo un impatto sul business.

La signora Spaulding ha lavorato lì per un anno e mezzo in condizioni molto difficili, aggiungerei. Tu avanzi velocemente e la signora Lake torna indietro, è difficile individuare completamente quale sia il suo gioco finale qui. Detiene ancora una quota significativa del business, migliore dell’8,5% delle azioni e un considerevole interesse di voto, quindi la struttura azionaria dual-class ma, come è stato notato nell’annuncio, Lake torna, tagliando il 20% della forza lavoro.

Alla fine, quando la signora Spaulding è subentrata, ha implementato alcuni tagli di posti di lavoro che hanno lasciato Stitch Fix con circa 1.700 dipendenti stipendiati a giugno 2022. Questo taglio aggiuntivo, saranno 340, 350 posti di lavoro aggiuntivi che ridurranno . Ciò che è stato sorprendente per me è stato vedere che questa azienda ha quasi 8.000 dipendenti per cominciare. Mi sembra eccessivo.

Advertisement

Ma detto questo, ha senso che la citazione di spicco nell’annuncio fosse che l’obiettivo del team è esattamente quello di creare un’organizzazione più snella e agile. Ancora una volta, tornando alle aziende con strutture di costo gonfiate, ovviamente, la signora Lake capisce cosa c’è in gioco qui. Chiuderanno anche il centro di distribuzione di Salt Lake City. Una società che è chiaramente sulla difensiva in questi giorni.

Chris Hill: Fine del 2022 impegnativa per Constellation Brands, la società madre della birra Corona e di altri marchi di birra, vino e liquori. Ha registrato una crescita delle vendite nella categoria della birra nel terzo trimestre, ma ciò è stato compensato dai problemi della catena di approvvigionamento. Le azioni di Constellation Brands sono scese di quasi il 10% questa settimana, Matt.

Matt Argersinger: Riguarda la birra, Chris. Se guardi agli impoverimenti, sono stati del 5,7% nel trimestre. È sceso da un intervallo di dove erano stati, dall’8% al 9% circa negli ultimi trimestri. Ciò significa che i rivenditori acquistano meno dai distributori perché registrano vendite inferiori in negozio.

Penso che questo sia un esempio e forse uno dei rari o non rari esempi di quest’epoca in cui ci troviamo dove c’è un prodotto come la birra che è più elastico rispetto ad altri rispetto al prezzo. Alzi abbastanza i prezzi e la domanda diminuirà. Constellation ha aumentato i prezzi a causa, come hai detto tu, degli aumenti di cose come l’energia e l’alluminio legati ai loro problemi di catena di approvvigionamento. Sta avendo problemi a trasferire l’intero peso di quei prezzi sui suoi clienti.

Advertisement

Penso che la domanda più grande per me, tuttavia, quando penso a Constellation Brands e ad altre aziende di bevande alcoliche siano i giovani: bevono meno in questi giorni? L’ho sentito aneddoticamente, ma ci sono alcuni dati che ho recuperato da Gallup e da una rivista medica chiamata JAMA Pediatria. È una rivista incentrata sulla cura dei giovani adulti e degli adolescenti. I più giovani, infatti, consumano alcolici a un ritmo inferiore rispetto alle generazioni precedenti. Non so se regge, ma significa solo che penso che noi tre dovremo rimediare.

Jason Moser: Penso che tu abbia fatto un ottimo punto, Matty. Vedi anche molte di queste aziende, birra in particolare. Stai vedendo più opzioni analcoliche servite e hai visto questo nuovo piccolo mercato di nicchia in seltzer luppolati. Stai ottenendo quel sapore di luppolo che ti piace da una birra in forma di seltzer analcolico. È davvero interessante vedere tutte le diverse sperimentazioni che queste aziende di bevande stanno intraprendendo.

Matt Argersinger: Mi sono sempre chiesto che senso abbiano quelle birre analcoliche e roba del genere, ma hai ragione, immagino ci sia un mercato per loro.

Chris Hill: Questa settimana, oltre 100.000 appassionati di tecnologia sono scesi a Las Vegas per il Consumer Electronics Show. Tra i primi titoli delle aziende pubbliche, Roku ha presentato una televisione di marca, e Sony ha presentato il prototipo di un veicolo elettrico in collaborazione con Honda dovrebbe essere sul mercato nel 2026.

Advertisement

Jason, abbiamo circa un minuto rimasto. Qualcosa attira la tua attenzione?

Jason Moser: Ho pensato che quella macchina fosse davvero fantastica. Ora, potresti dire, Sony, un’auto? Ma ricordiamoci che è in collaborazione con Honda. Hanno una certa esperienza lì per aiutarli a farsi strada su quello. Nessun gioco di parole.

Quello che spicca per me: onestamente, Roku TV sembra fuorviante. Stanno passando dall’essere un’azienda di hardware all’essere… un’azienda di hardware? Questo – colorami scettico – questo è un business per molto tempo abbiamo detto, beh, l’idea era di non preoccuparsi così tanto dell’hardware. Questo è un leader in perdita. Riguarda la piattaforma.

Per ascoltare la direzione che lo spiega, ancora una volta, sanno che il nucleo del business e le entrate pubblicitarie che generano dalla loro piattaforma distribuita lì, questo è il business, questa è la quota di mercato. Realizzare i propri televisori è uno sforzo per guadagnare più quote di mercato. Ma ricorda, concedono in licenza quella tecnologia anche ad altri televisori, quindi ora li mettono in diretta concorrenza con loro. Non è sicuro che questa sia la chiamata giusta.

Advertisement

Chris Hill: Jason Moser, Matt Argersinger, ragazzi, ci vediamo più tardi nello show. Ma in seguito, più di ciò che gli investitori dovrebbero aspettarsi quest’anno con il conduttore del podcast Tech Money Malcolm Ethridge. Resta qui. Questo è Motley Fool Money.

[music]

Bentornati a Motley Fool Money. Sono Chris Hill. Malcolm Ethridge è un pianificatore finanziario certificato, vicepresidente esecutivo di CIC Wealth ed è l’ospite del podcast Tech Money. Mi raggiunge ora dalla grande area di Washington, DC. Grazie per essere qui.

Malcom Ethridge: No, sono sempre felice di avere la possibilità di sedermi e parlare di mercato con te, amico mio.

Advertisement

Chris Hill: Dopo l’anno peggiore per gli investitori dal 2008, qual è il tuo livello di ottimismo in questo momento su una scala da 1 a 10?

Malcom Ethridge: Ti apprezzo, supponendo che io abbia un po’ di ottimismo. Sì, ma apprezzo che tu presuma che il mio ottimismo sia probabilmente tra 7,5 e 8, che tu ci creda o no. Sono piuttosto alto, penso, sulla scala dell’ottimismo rispetto a molte delle persone che ho ascoltato, letto e guardato.

Chris Hill: Perché?

Malcom Ethridge: Penso che le statistiche delle correzioni del mercato come quella di cui abbiamo appena parlato, quella in cui ci troviamo, immagino che dovrei dire proprio ora, il ciclo del mercato ribassista, che solo perché il calendario è cambiato, non significa che il mercato ciclo ha. Devo ricordarmelo e non parlarne al passato.

Advertisement

Ma statisticamente, ci vogliono circa 14 mesi per uscire da un calo del 20% dell’S&P. L’unica eccezione a questo, il valore anomalo, sarebbe il relitto tecnologico, quindi ’01, ’02, sono stati circa 30 mesi. Ma non abbiamo nemmeno lo stesso livello di quale sia la parola che userei, odio dire “volatilità” perché ha detto così tanto, non significa più niente. Dirò “costernazione” questa volta, e questa sarà la parola che userò.

Non abbiamo quel livello di bruciore di stomaco come al VIX di allora, e il NASDAQ è sceso di qualcosa come l’80% in quel momento, e non ci siamo avvicinati neanche lontanamente. Sento solo che un caso anomalo non si applica davvero qui. Se guardiamo solo al fatto che 14 mesi, in media, è dove tendiamo ad essere, novembre 2021 è il punto in cui tutti facciamo il benchmark da cui tutta questa faccenda ha iniziato a diventare davvero brutta, siamo praticamente alla fine di quella media periodo di tempo.

Poi se pensi al fatto che il S&P 500 tende a diventare positivo quattro o cinque mesi prima che lo faccia l’economia più ampia, anche questo è incoraggiante, perché ciò significa che anche se il sentiment è molto negativo in questo momento, il mercato stesso può e inizierà a diventare positivo prima che iniziamo a sentirsi di nuovo bene con i mercati come investitori.

Solo da quelle statistiche, lo guardo e dico, penso che abbiamo già preso la fustigazione che stiamo per prendere, e possiamo iniziare a girare l’angolo ed essere un po’ più positivi riguardo alle prospettive future.

Advertisement

Chris Hill: Consentitemi di tornare alla tecnologia per un secondo, perché all’inizio dello spettacolo abbiamo parlato di Salesforce e Amazon che hanno dato il via all’anno con annunci di licenziamento. Sono curioso di sapere se si tratta di grandi aziende tecnologiche come loro o di aziende di altri settori. Pensi che siamo in quattro mesi di questo tipo di annunci?

Malcom Ethridge: Penso che siamo a un punto. Penso che continueremo a vedere quegli annunci uscire dal mondo della tecnologia. Perché anche il mondo della tecnologia è diventato estremamente avido e ha costruito reti di reclutamento di cui non aveva necessariamente bisogno.

Se guardi davvero sotto il cofano del promemoria trapelato da Amazon, sono meno gli ingegneri del software, i responsabili dei programmi e le persone del genere che sono davvero fondamentali per l’organizzazione. Sono più reclutatori e personale delle risorse umane e gente del genere. Sono un pezzo importante del puzzle, ma sono molto più importanti durante i periodi di boom, quando assumiamo qualcuno con un polso e una laurea in X, Y e Z rispetto a ora in cui siamo un po’ di più premuroso e metodico su chi entra dalla porta e stiamo cercando modi per essere felici con la forza lavoro che abbiamo.

Penso che quei licenziamenti siano davvero solo … Odio dirlo in questo modo, perché stiamo letteralmente parlando di persone che perdono il lavoro. Ma è dal punto di vista di un numero. Sta solo tagliando il grasso. Sta riducendo l’organico perché non abbiamo più bisogno di questo organico per svolgere questa funzione. Rispetto alle persone che stanno effettivamente facendo il lavoro e costruendo i prodotti e facendo avanzare l’organizzazione. Quello che vedremo ora è la produttività per dipendente , che, ancora una volta, ha una metrica molto fredda che solo i CFO apprezzano.

Advertisement

Ma dal punto di vista degli investitori, la produttività per dipendente aumenterà nel 2023 per queste aziende tecnologiche in cui il software è il servizio che stanno vendendo. Hanno un sacco di leva operativa. Non ti costa più consegnare a Malcolm la versione più recente del software XYZ di quanto ti costa consegnarla a Chris. Quel cliente aggiunto ora è solo un altro strato di ciliegina sulla torta. La produttività per dipendente aumenta perché riduci l’organico, prendi le medicine a gennaio e ora possiamo andare avanti.

Chris Hill: L’anno scorso abbiamo parlato molto di aumenti dei tassi di interesse. Non eravamo gli unici, davvero il 2022 è stato l’anno dei rialzi dei tassi di interesse. Quando pensi all’anno a venire, alla riunione della FED all’inizio di febbraio: quali aspettative hai, se ce ne sono, riguardo all’entità degli aumenti dei tassi di interesse o per quanto tempo potrebbero continuare nell’anno?

Malcom Ethridge: Faccio del mio meglio per non lasciare che il mio ottimismo di investitore si insinui nelle mie aspettative di gestore patrimoniale, quindi fai quello che vuoi. Ma il mio pensiero su questo è che probabilmente vedremo altri due aumenti nel primo trimestre dell’anno a 25 punti base. Perché è lì che si trovano le aspettative, il consenso e la trama a punti. Penso che se guardi a quello che ha fatto Powell, più o meno nella seconda metà del 2022 e oltre. È stato perfettamente in linea con dove la trama a punti gli diceva che doveva essere e dove le aspettative di Street erano comunque.

Ha detto un linguaggio estremamente aggressivo ed estremamente aggressivo, e stiamo cercando questo, e lo faremo. Un buon rapporto non ci dice che dobbiamo fermarci e che la missione è compiuta. Ma i suoi comportamenti reali in cui le decisioni che ha preso non sono state poi così aggressive rispetto a quelle che erano le aspettative da sempre.

Advertisement

Penso che probabilmente assisteremo a due aumenti all’inizio del 2023 e poi a una pausa successiva. Non sono nel campo che pensa che avremo questo perno, e improvvisamente lì alla fine dell’anno, penso che sia una sciocchezza. Ma penso che vedremo una pausa è l’annuncio che faremo che fa la differenza lì.

Chris Hill: Ovviamente, con il calo del mercato che abbiamo visto nel 2022, in particolare con il NASDAQ, che 10, 12 punti percentuali in più rispetto all’S&P 500. Non tutto è economico, ma certamente alcune cose sono più economiche in base alla valutazione. Sono curioso di sapere se ci sono aree particolari nel mercato che ti sembrano interessanti in questo momento.

Malcom Ethridge: Sto, ancora una volta, cercando di non sembrare troppo, sto parlando del mio libro perché possiedo un bel po ‘di azioni tecnologiche individualmente, e quindi anche i nostri clienti in aggregato su una notevole quantità di tecnologia. Proprio la natura del modo in cui il mercato è modellato in questo momento, l’S&P è modellato.

Ma sono dell’opinione che non ci possa essere un rally significativo nel 2023 che non coinvolga la tecnologia megacap. Penso che il termine “megacap tech” sia diventato più piccolo, il numero di aziende che include. Lo era Tesla. Non penso che includa più Tesla. Lo era Netflix. Non credo sia più Netflix.

Advertisement

Quando guardi aziende del genere, chi ti rimane? Hai Apple, hai Google, Microsoft, Amazon e forse un altro paio che per qualche motivo non mi vengono subito in mente. Ma quelle sono le aziende che penso facciano la differenza quando avremo una ripresa percentuale a una cifra entro la fine dell’anno, o una ripresa significativa entro la fine dell’anno, dove ora stiamo parlando forse a due cifre quel filtro – sperando, perché ovviamente vogliamo recuperare parte di ciò che abbiamo perso nel 2022. Ma non possiamo avere una ripresa davvero significativa, secondo me, che non coinvolga almeno due dei quattro mega- cap tech nomi che ho appena citato.

Chris Hill: Andiamo nel prossimo futuro, allora. La stagione degli utili inizierà alla fine di questo mese. Che cosa guarderai, che si tratti dei risultati effettivi o della guida e dei commenti dei dirigenti dell’azienda?

Malcom Ethridge: Ancora una volta, mi piace la tecnologia, ma questa volta mi allontanerò dalla tecnologia megacap e sottolineerò il fatto che hai appena menzionato Amazon, il colosso, dovrebbe tagliare 18.000 lavoratori. Salesforce aveva in programma di tagliare qualcosa del genere che cos’era? Cinquemila, credo.

Chris Hill: Dieci mila.

Advertisement

Malcom Ethridge: Diecimila lavoratori, e poi tutti quelli che sono stati annunciati l’anno scorso che licenziamenti che FY ha monitorato. È come il nord di 125.000 persone che sono state licenziate. La cosa che mi interessa vedere ora è chi tra le aziende tecnologiche che sono più grandi, ma non sono… Microsoft… stanno menzionando il fatto che stanno cercando di assumere, e non in modo significativo dove noi stiamo attirando 18.000 persone, questo non ha alcun senso.

Ma in un mercato debole come questo è nello spazio tecnologico in cui le persone vengono licenziate, chiunque mostri forza e dica che vogliamo portare le persone alla porta. Sarebbe una piccola pepita molto interessante per uscire dalla loro chiamata agli utili. Questo mi direbbe, e sto pensando come a Spotify, ad esempio, potrebbe essere qualcuno che è in quella direzione. Penso che Spotify stia prendendo il sopravvento.

Penso che anche le persone nello spazio della sicurezza informatica sarebbero dei buoni candidati. C’è dilagante… “frode” non è la parola che voglio usare, ma ci sono dilaganti violazioni della sicurezza che stanno avvenendo e continueranno a verificarsi, e continueranno ad aumentare, quindi la sicurezza informatica non andrà da nessuna parte. Quelle sono le aziende che penso potrebbero e probabilmente cercheranno di aggiungere alcune persone chiave ai loro team mentre lasciano queste altre aziende che non hanno bisogno di quel talento, ma sono persone di talento.

Chris Hill: Dovresti pensare che in alcuni casi sarebbe quasi una doppia vittoria, perché se le aziende hanno le risorse finanziarie per assumere in un momento in cui alcune aziende licenziano le persone, e lo fanno anche in un ambiente in cui le persone vengono licenziati, è quasi l’altra estremità dello spettro di quello che abbiamo visto 12, 18 mesi fa, dove tutte queste aziende stavano assumendo il più possibile, e c’erano persone che saltavano di lavoro perché potevano ottenere un po’ di … potrebbe arrivare al 10% di aumento di stipendio laggiù rispetto a dove si trovavano in qualsiasi momento. In un ambiente di licenziamento, sembra che le aziende che stanno assumendo siano più al posto di guida.

Advertisement

Malcom Ethridge: L’ADP aveva un rapporto pubblicato questa mattina, credo fosse, che mostrava che la persona media che è rimasta al lavoro l’anno scorso ha visto un aumento salariale di qualcosa come il cinque virgola per cento. Quindi le persone che hanno deciso di lavorare saltellando invece per ottenere quell’aumento hanno visto il doppio degli aumenti salariali delle persone che sono rimaste. Penso che tu veda un piccolo aumento, ancora, nei salari per questi lavoratori tecnici altamente qualificati. Ma neanche lontanamente il doppio di ciò che le persone otterranno nel 2023 che rimarranno effettivamente in azienda.

Se il 5% è il numero, diciamo, ancoriamoci lì per un secondo. Finiranno con quello stipendio elevato del 5% in arrivo nella nuova azienda, al di sopra e al di là di quello che avevano nella vecchia azienda, ma non 100, 115 e oltre. Penso che quei giorni siano finiti e alle nostre spalle. Allo stesso modo in cui i giorni del mercato immobiliare invisibile, 24 ore su 24 per fare offerte dopo l’apertura della casa sono ormai alle nostre spalle.

Chris Hill: La stagione 3 del podcast Tech Money inizierà alla fine di questo mese. Dammi solo una rapida anteprima di ciò a cui stai lavorando.

Malcom Ethridge: Sì. Avremo ancora la stessa attenzione sugli investimenti e contribuiremo a rendere i lavoratori della tecnologia più intelligenti riguardo ai loro soldi, il nostro slogan.

Advertisement

Ma una delle cose che abbiamo deciso dal feedback del pubblico e da tutto il resto è che c’è questo interesse per la conversazione che si tiene là fuori nell’etere sull’indipendenza finanziaria e su come arrivarci. Vogliamo concentrarci un po’ di più sulla conversazione che stiamo avendo, e gli ospiti stavano avendo così via in quel regno di indipendenza finanziaria. Non solo investire fine a se stesso, ma come utilizziamo questo portafoglio che stiamo costruendo per aiutare con qualche anno in più di vita rispetto al lavoro. E quelle piccole sfumature saranno intrecciate durante la stagione, cosa di cui sono davvero entusiasta, perché è un altro lato che sono entusiasta di poter esplorare di più.

Chris Hill: Malcolm Ethridge, apprezza sempre il tuo tempo. Grazie mille per essere qui.

Malcom Ethridge: Grazie per avermi ospitato.

Chris Hill: Se stai ascoltando lo spettacolo su una delle nostre numerose stazioni radio affiliate, grazie per l’ascolto e dai un’occhiata al podcast Motley Fool Money per ancora più contenuti. Più tardi, a gennaio, porteremo ai nostri ascoltatori di podcast conversazioni con Liz Ann Saunders, chief investment strategist di Charles Schwab, l’autrice di best seller Morgan Housel e molto altro. Segui Motley Fool Money sulla tua app di podcast preferita con un semplice clic di un pulsante.

Advertisement

Venendo dopo la pausa, ne verseremo uno per un’azienda di consumatori di lunga data, e Jason Moser e Matt Argersinger torneranno con due idee di borsa per la tua lista di controllo. Non toccare quel quadrante. Stai ascoltando Motley Fool Money.

[music]

Come sempre, le persone nel programma potrebbero essere interessate alle azioni di cui parlano su Motley Fool e potrebbero avere raccomandazioni formali a favore o contro. Non comprare o vendere azioni basandoti esclusivamente su ciò che senti.

Bentornati a Motley Fool Money. Chris Hill qui ancora una volta con Matt Argersinger e Jason Moser.

Advertisement

Le azioni di Bed Bath and Beyond sono scese al minimo di 30 anni questa settimana dopo che la società ha avvertito gli investitori che è quasi senza soldi e sta seriamente prendendo in considerazione il fallimento. Matt, per essere un rivenditore in così tanti guai, Bed Bath and Beyond ha un’impronta enorme, con oltre 700 negozi negli Stati Uniti

Matt Argersinger: Questo è ciò a cui pensi è ciò che accade quando all’improvviso quei negozi diventano bui. La tua inclinazione nazionale dice bene, OK, entrerà un altro rivenditore o un rivenditore adiacente potrebbe occupare più spazio.

Ma questo è un problema con cui abbiamo lottato negli Stati Uniti, è che in questo paese abbiamo molta più metratura al dettaglio pro capite che altrove. In effetti, abbiamo da 4 a 5 volte la quantità di spazio commerciale pro capite rispetto alla maggior parte degli altri paesi sviluppati. È possibile che la maggior parte di quella proprietà immobiliare, e tu hai detto che è un’impronta enorme, stia probabilmente andando verso l’obsolescenza. Semplicemente non penso sia una sorpresa che Bed Bath and Beyond sia qui, dato il clima di vendita al dettaglio come ho appena detto, il fatto che abbiamo visto troppa vendita al dettaglio.

Quello che penso sia triste per me, Chris, è che il mio ultimo ricordo di Bed Bath and Beyond — esiste da decenni ed è un marchio ben noto — è che il fatto che la scorsa estate, per un breve periodo di tempo , è diventato questo stock di meme che è quadruplicato dall’oggi al domani. C’era uno studente universitario che ci guadagnava circa 100 milioni di dollari, e tu avevi il presidente GameStop coinvolto. Non ricordo la storia esatta, era una di quelle cose che mi ricordavano che se avevi l’illusione che il mercato azionario fosse un mercato efficiente, probabilmente se ne sbarazzava per sempre. E questo è il mio ultimo ricordo di Bed Bath & Beyond mentre vacilla verso il fallimento. Triste.

Advertisement

Chris Hill: Andiamo alle azioni sul nostro radar. Il nostro uomo dietro il vetro, Rick Engdahl, ti colpirà con una domanda. Jason Moser, sei tu il primo. Cosa stai guardando?

Jason Moser: Ho scavato in una società chiamata Bentley Systems. Il ticker è BSY. La missione di Bentley è fornire software e servizi innovativi alle imprese e ai professionisti che progettano, costruiscono e gestiscono le infrastrutture del mondo, quindi pensate a strade, ferrovie, aeroporti, acqua, petrolio, gas, ospedali e persino campus.

Qualcosa di interessante che Bentley ha, hanno questa piattaforma chiamata piattaforma ITwin, che consente ai loro clienti di sviluppare gemelli digitali. quindi questo è un affare interessante. Penso che stabilisca davvero l’identità è la società di software di ingegneria delle infrastrutture. Questo è il motivo per cui mi piace questo focus e coprono tutte le fasi dell’infrastruttura ciclo di vita, quindi progettazione, costruzione, manutenzione.

Interessante in quanto è un affare di famiglia. Stai davvero entrando a far parte della famiglia Bentley. Controllano le azioni attraverso un sistema a doppia classe. Ma una bella compagnia. È ancora abbastanza nuovo per i mercati pubblici, ma continua a saperne di più.

Advertisement

Chris Hill: Rick, domanda sui sistemi Bentley.

Rick Engdal: Non lo lascerò volare via. Hai detto qualcosa sui gemelli digitali. Che diamine è quello? È un gioco di intelligenza artificiale o cosa?

Jason Moser: Più simile a un gioco di tecnologia immersiva in realtà virtuale. Pensa a costruire un altro Rick. E diamo un’occhiata a quel Rick digitale, e vediamo cosa possiamo fare per renderlo ancora migliore. Voglio dire, non prendiamoci in giro. Non possiamo rendere Rick migliore di quello che è già. Ma se potessimo, probabilmente lo faremmo creando un Rick virtuale.

Chris Hill: Grida al Rick e Morti fan che stanno ascoltando in questo momento. [laughs]

Advertisement

Matt Argersinger, cosa stai guardando questa settimana?

Matt Argersinger: Terrò questo veloce. Amazzonia, AMZN. Ne abbiamo già parlato in fiera, ma il titolo è in assoluta caduta libera e potrebbe quasi certamente scendere. Ma penso solo che lo stock sia arrivato a un punto in cui penso che probabilmente ci sia un buon valore lì.

Se Andy Jassy può raddrizzare la nave in termini di struttura incrociata delle società – so che è un grande se – penso che Amazon dovrebbe essere più che in grado di generare $ 4 e $ 5 di guadagni per azione in un paio d’anni. E ci metti un multiplo da 20 a 25, e velocemente, hai uno stock di $ 100.

Se Andy Jassy non aggiusta la nave, forse Jeff Bezos torna, e forse questo è un altro catalizzatore. Penso che Amazon abbia molto più vantaggio rispetto al prezzo di oggi rispetto al ribasso.

Advertisement

Chris Hill: Rick, domanda su Amazon?

Rick Engdal: Sono tutto per esso. Mi piace il tuo ottimismo. Qual è la prossima grande novità di Amazon? Entreranno in qualche nuova tecnologia o qualcosa del genere? Stanno riposando sugli allori in questo momento.

Jason Moser: È super eccitante, Rick. Entreranno nel taglio dei costi. Questa è la prossima grande novità per Amazon.

Chris Hill: Rick, cosa vuoi aggiungere alla tua lista di controllo?

Advertisement

Rick Engdal: Potrei pentirmene nel prossimo futuro, ma andrò con il Rick digitale.

Jason Moser: Mi piace che. Ci siamo. A proposito, penso che il Rick digitale sia meglio di un Dan Boyd digitale. Più bello, meno cattivo. Non sta ascoltando. Va tutto bene, non ascolterà questo.

Rick Engdal: Spari. Non voglio essere in quel battle royale, devo dire.

Chris Hill: Siamo fuori tempo. Ragazzi, grazie per essere qui. Grazie a tutti per l’ascolto. Ci vediamo la prossima volta.

Advertisement

John Mackey, ex CEO di Whole Foods Market, una sussidiaria di Amazon, è membro del consiglio di amministrazione di The Motley Fool. Chris Hill ha posizioni in Amazon.com, Apple e Microsoft. Jason Moser ha posizioni in Amazon.com e Apple. Matteo Argersinger ha posizioni in Amazon.com, Netflix, Roku, Stitch Fix e Tesla e ha le seguenti opzioni: short call di $ 175 di febbraio 2023 su Tesla e short put di $ 80 di gennaio 2023 su Amazon.com. Rick Engdahl ha posizioni in Amazon.com, Apple, Microsoft, Netflix, Roku, Salesforce, Sony Group, Spotify Technology e Tesla. The Motley Fool ha posizioni in e consiglia Amazon.com, Apple, Constellation Brands, Microsoft, Netflix, Roku, Salesforce, Spotify Technology, Stitch Fix e Tesla. The Motley Fool consiglia le seguenti opzioni: chiamate lunghe da $ 120 a marzo 2023 su Apple e chiamate corte da $ 130 a marzo 2023 su Apple. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione.

Advertisement

Trending