venerdì 18 giugno 2021

I democratici bloccano gli sforzi di McConnell per ottenere un voto unanime per $ 250 miliardi in più in aiuti alle piccole imprese

I senati democratici hanno bloccato giovedì una spinta repubblicana per approvare all’unanimità un disegno di legge per mettere $ 250 miliardi in più in un programma di prestiti per piccole imprese devastato dalla pandemia di coronavirus.

Con solo pochi senatori in Campidoglio, il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell ha cercato di approvare la misura con un voto unanime. Sen. Ben Cardin , D-Md., Ha obiettato alla richiesta, bloccando la legislazione.

Parlando al Senato, McConnell ha affermato di non “parlare del cambiamento di un linguaggio politico” che le parti hanno negoziato il mese scorso come parte di un pacchetto di spese di emergenza senza precedenti da 2 trilioni di dollari. Ha esortato i democratici a non “bloccare gli aiuti d’emergenza a cui non ti opponi nemmeno solo perché vuoi qualcosa di più” – modifiche al programma di aiuti alle piccole imprese e maggiori finanziamenti di emergenza per ospedali e stati, una proposta presentata dai leader democratici mercoledì.

Dopo che Cardin ha respinto la misura, ha chiamato la mossa di McConnell per passare il finanziamento a “acrobazia politica”. Ha spinto per disposizioni che includono denaro per le sovvenzioni di assistenza in caso di catastrofe della Small Business Administration in modo che le persone che non hanno già un rapporto bancario possano ricevere l’aiuto.

NOI. Il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell (R-KY) parte per la notte dopo gli sforzi della giornata per concludere il lavoro sulla legislazione in materia di aiuti economici del coronavirus per prevenire la diffusione della malattia di coronavirus (COVID – 19) a Washington, USA, marzo 21, 2020.

Mary F. Calvert | REUTERS

Sen. Chris Van Hollen, D-Md., Ha quindi cercato di approvare all’unanimità un emendamento democratico. McConnell lo bloccò e il Senato rimase in sospeso fino a lunedì dopo una sessione pro forma approssimativamente 30.

Vedi anche: Altri sviluppi del coronavirus giovedì.

Non è chiaro se repubblicani e democratici proveranno a raggiungere un accordo sulla legislazione di emergenza per passare nei prossimi giorni. House Speaker Nancy Pelosi ha indicato che venerdì potrebbe provare a approvare un disegno di legge democratico – che i repubblicani possono probabilmente bloccare con la maggior parte dei rappresentanti fuori Washington.

Parlando con i giornalisti giovedì, Pelosi ha detto che il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha chiamato martedì e “chiesto un quarto di trilione di dollari in 48 ore, senza dati “per giustificare il motivo per cui era necessario.” Ha fatto eco a Cardin nel definire la mossa di McConnell una “acrobazia”.

“Negoziamo sui tempi, sull’importo e sul resto”, ha detto Pelosi in merito agli aiuti di emergenza.

Giovedì il repubblicano del Kentucky ha dichiarato che gli aiuti alle piccole imprese sono l’unica parte del salvataggio di $ 2 trilioni legge “a rischio di esaurire i suoi finanziamenti in questo momento.”

L’amministrazione Trump ha citato la forte domanda di prestiti questa settimana mentre chiedeva al Congresso più soldi per il programma, che è progettato per aiutare le piccole imprese mantengono i dipendenti sui salari. I legislatori hanno inizialmente approvato $ 350 miliardi di prestiti e possono essere perdonati in tutto o in parte se le aziende li usano su spese come buste paga, affitto e servizi pubblici.

Mercoledì, minoranza Pelosi e Senato Il leader Chuck Schumer ha chiesto una fattura di emergenza che includa $ 250 miliardi per ospedali, sistemi sanitari, governi statali e locali e assistenza alimentare programmi, oltre ai soldi per le piccole aziende. Tuttavia, Pelosi ha detto che voleva solo $ 125 miliardi per il programma esistente in particolare, e un altro $ miliardi per istituti di credito basati sulla comunità e prestiti e sovvenzioni di assistenza in caso di catastrofe SBA.

I democratici hanno dichiarato di volere che il conto fosse separato da un altro pacchetto che sperano di passare per estendere le principali disposizioni della misura di emergenza da 2 trilioni di dollari, come i pagamenti diretti alle persone, l’assicurazione contro la disoccupazione e sovvenzioni statali.

Dopo che il programma di prestiti per le piccole imprese è iniziato venerdì, sono emerse notizie sulla confusione relativa a domande, condizioni di prestito e ammissibilità. I democratici hanno anche affermato di essere preoccupati per il fatto che ha lasciato fuori gli imprenditori rurali, gli agricoltori e le piccole imprese che non lavorano già con una banca che partecipa al programma.

McConnell ha sostenuto che i democratici non avevano bisogno di allegare altre misure di finanziamento di emergenza al piano per le piccole imprese.

“Nessuno crede che questa sia l’ultima parola del Senato su COVID – 19. Non dobbiamo fare tutto in questo momento “, ha detto.

Iscriviti a CNBC su YouTube.

Articolo originale di CNBC