venerdì 27 novembre 2020

I file Hertz per la protezione dagli Stati Uniti in caso di fallimento mentre le auto a noleggio evaporano nella pandemia

Un cartello davanti a un ufficio di noleggio auto Hertz l’8 agosto 2017 a San Francisco, in California.

Justin Sullivan | Getty Images

Più di un secolo fa la società di autonoleggio Hertz Global Holdings ha presentato domanda di protezione fallimentare venerdì dopo che i suoi affari sono quasi svaniti durante la pandemia di coronavirus e i colloqui con i creditori non sono riusciti a dare il necessario sollievo.

Hertz ha detto in un Venerdì il tribunale degli Stati Uniti ha presentato la domanda di deposito volontario per la riorganizzazione del Capitolo 11. Le sue regioni operative internazionali, tra cui Europa, Australia e Nuova Zelanda, non sono state incluse nei procedimenti statunitensi.

La società, il cui principale azionista è l’investitore miliardario Carl Icahn, si sta attenuando dagli ordini governativi che limitano viaggiare e richiedere ai cittadini di rimanere a casa. Gran parte delle entrate di Hertz proviene dai noleggi di auto negli aeroporti, che sono quasi evaporati mentre i potenziali clienti evitano il viaggio in aereo.

Con quasi $ 19 miliardi di debito e approssimativamente 38, 000 dipendenti in tutto il mondo a partire dalla fine di 2019, Hertz è tra le più grandi aziende a essere annullata dalla pandemia. La crisi della salute pubblica ha anche causato una cascata di fallimenti o preparazioni di capitoli 11 tra le aziende dipendenti dalla domanda dei consumatori, inclusi rivenditori, ristoranti e petrolio e società del gas.

USA le compagnie aeree hanno finora evitato destini simili dopo aver ricevuto miliardi di dollari in aiuti del governo, una strada che Hertz ha esplorato senza successo.

La società con sede a Estero, in Florida, che gestisce Hertz, Dollar e Thrifty autonoleggio, erano stati in trattativa con i creditori dopo aver saltato significativi pagamenti di leasing auto dovuti ad aprile.

Gli accordi di tolleranza e rinuncia sui pagamenti mancati sarebbero scaduti a maggio 22. Hertz ha circa $ 1 miliardo di contanti.

Le dimensioni degli obblighi di leasing di Hertz sono aumentate con il declino del valore dei veicoli a causa della pandemia. Nel tentativo di placare i creditori che detengono titoli garantiti da attività che finanziano la sua flotta di più di 500, 000 veicoli, Hertz ha proposto di vendere più di 30, 000 automobili al mese fino alla fine dell’anno, nel tentativo di raccogliere circa $ 5 miliardi, ha detto una persona che ha familiarità con la questione.

A maggio 16, il consiglio di amministrazione ha nominato il dirigente Paul Stone in sostituzione di Kathryn Marinello come CEO. Hertz in precedenza ha licenziato 10, 000 dipendenti e ha affermato che sussistevano sostanziali dubbi sulla sua capacità di continuare a essere una preoccupazione continua.

I guai di Hertz sono aggravati dalla complessità del suo bilancio, che include più di $ 14 miliardi di debito cartolarizzato. I proventi di quegli acquisti finanziari di titoli di veicoli che vengono poi noleggiati a Hertz in cambio di pagamenti mensili che sono aumentati al diminuire del valore delle automobili.

Hertz ha anche linee di credito tradizionali, prestiti e obbligazioni con condizioni che possono causare inadempienze basate sulla mancanza di tali pagamenti di leasing o sul mancato rispetto di altre condizioni, come la consegna di un budget operativo tempestivo e il rimborso dei fondi presi in prestito.

Hertz in precedenza ha segnalato che potrebbe evitare il fallimento se ricevesse sollievo dai creditori o aiuti finanziari che la società e i suoi concorrenti hanno chiesto al governo degli Stati Uniti. Il Ministero del Tesoro degli Stati Uniti ha iniziato ad assistere le aziende come parte di un pacchetto di aiuti senza precedenti da $ 2,3 trilioni approvato dal Congresso e sottoscritto dalla legge.

ha chiesto al Congresso di fare di più per l’industria espandendo gli sforzi di soccorso del coronavirus e promuovendo una nuova legislazione rivolta alle imprese legate al turismo.

Anche prima della pandemia, Hertz e i suoi colleghi erano sotto pressione finanziaria come i viaggiatori passarono a servizi di grandine come Uber.

Per combattere Uber, Hertz aveva adottato un piano di inversione di marcia, con l’obiettivo di modernizzare le sue app per smartphone e migliorare la gestione della sua flotta di auto a noleggio .

Hertz affonda le sue radici in 1918, quando Walter Jacobs, allora pioniere nel noleggio di automobili, fondò un’azienda che consentiva i clienti di guidare temporaneamente una dozzina di Ford Motor Model Ts, secondo il sito Web dell’azienda.

Articolo originale di Cn bc.com