sabato 02 luglio 2022

I formaggi: fanno bene ma occorre stare attenti a quelli stagionati e alle quantità che ingeriamo

Il formaggio è un alimento che viene spesso demonizzato, soprattutto quando si è a dieta.

Una dieta equilibrata, infatti, deve comprendere tutti gli alimenti. Pertanto, i formaggi sono anche un’importante fonte di calcio, minerale essenziale per l’organismo.

Bisogna solo stare attenti ai formaggi stagionati (compreso il parmigiano), poiché, pur essendo “nobili” dal punto di vista proteico, sono particolarmente ricchi di grassi e, spesso, di calorie.

Questa doppia terminologia crea spesso confusione e molte persone non conoscono la vera differenza tra un tipo e l’altro.

Entrambi i prodotti sono derivati ​​dal latte, ma il formaggio è ottenuto dalla ricotta ed è quindi ricco di un particolare tipo di proteina chiamata caseina.

I latticini, invece, non subiscono la coagulazione della caseina, ma differiscono nei processi di lavorazione e quindi hanno caratteristiche diverse.

I prodotti caseari comprendono burro, panna, yogurt e ricotta, che si ottengono dalle proteine ​​del siero di latte, cioè la parte liquida che si separa dalla cagliata durante la caseificazione.

Questo tipo di lavorazione rende questi prodotti altamente digeribili. I formaggi sono caratterizzati da un alto contenuto proteico ad alto valore biologico, in quanto ricchi di aminoacidi essenziali.

Inoltre, sono un’importante fonte di calcio, fosforo e vitamina D, nutrienti essenziali per il corretto sviluppo delle ossa durante la crescita. Infine, contengono anche magnesio e zinco.

A causa dell’alto contenuto di sale che viene spesso aggiunto durante la lavorazione e del fatto che sia i formaggi che i latticini sono costituiti principalmente da proteine ​​e grassi, è importante includerli con moderazione nella dieta. Non ci sono cibi proibiti nemmeno a dieta. Sebbene i formaggi e i latticini siano ricchi di calorie e grassi, in quantità limitate possono apportare benefici all’organismo, che ha ancora bisogno di lipidi.

Ad esempio i formaggi stagionati, pur essendo “nobili” dal punto di vista proteico, vanno consumati con estrema moderazione, soprattutto se si ha bisogno di dimagrire.

Questo non significa che una o due volte al mese il formaggio fresco inserito nella dieta possa essere sostituito da uno più stagionato, ad esempio il pecorino.

Quindi ricorda che se conduci uno stile di vita attivo che include una regolare attività fisica, allora è più facile che il piacere che ti concedi di volta in volta non causi seri danni alla normale perdita di peso, ma svolga la funzione del piacere e quindi del piacere. incentivo ad andare avanti.