giovedì 26 maggio 2022

I futures azionari scendono dopo che il rapporto sull’inflazione di aprile è più caldo del previsto, i futures del Nasdaq perdono l’1%

Le azioni avrebbero dovuto scendere mercoledì quando un rapporto sui prezzi al consumo più caldo del previsto per aprile ha inviato l’anno 10 Il rendimento del Tesoro è tornato al di sopra del 3%, sollevando timori che l’inflazione rimarrà alta con il rallentamento dell’economia. Il Nasdaq avrebbe dovuto assistere al peggio delle vendite poiché gli investitori hanno continuato a scaricare azioni tecnologiche come hanno fatto tutto l’anno.

I futures S&P 156 erano 0,7 % in meno e i futures Nasdaq 100 sono scivolati dell’1,2%. I futures Dow Jones Industrial Average sono scesi di 156 punti.

L’indice dei prezzi al consumo di aprile ha mostrato un balzo dell’8,3%, superiore all’aumento dell’8,1% previsto dagli economisti intervistato dal Dow Jones. L’aumento dei prezzi è rimasto vicino al ritmo massimo dell’8,5% dell’anno 40 visto a marzo. L’IPC core, che non include i prezzi di generi alimentari ed energetici, ha guadagnato il 6,2% rispetto alle aspettative del 6%. Su base mensile, l’IPC principale è aumentato dello 0,3% e il core dello 0,6%.

L’aumento dei prezzi è stato l’obiettivo principale, soprattutto perché la Federal Reserve sta aumentando i tassi di interesse e riducendo i bilancio per far fronte all’inflazione.

Dopo la pubblicazione dei dati, il rendimento del Tesoro dell’anno 10 è tornato al di sopra il segno del 3%.

Le azioni tecnologiche sono state sotto pressione a seguito del rapporto sull’inflazione calda e il conseguente aumento dei rendimenti. Nvidia, Tesla, Amazon sono state tutte scambiate in rosso nel trading pre-mercato poiché gli investitori hanno continuato a scaricare azioni tecnologiche con l’aumento dei tassi. Anche Apple e Microsoft erano in rosso.

L’S&P 500 si distingue per 17% sul suo massimo in un calo di quest’anno, in gran parte dovuto ai timori di un’inflazione fuori controllo che potrebbe causare un inasprimento aggressivo della politica monetaria da parte della Federal Reserve.

Sul fronte degli utili, le azioni di Coinbase è crollato di quasi 16% pre-mercato e Toyota è scesa del 4,4% sulla scia degli utili. Gli investitori non vedono l’ora di riportare Walt Disney, Rivian e Beyond Meat dopo il campanello.

Le mosse di mercoledì arrivano dopo che il Dow è caduto per il quarto consecutivo giorno Martedì in una sessione di trading volatile, in cui si alternano guadagni e perdite. L’S&P 500 è salito dello 0.16% e il Nasdaq Composite ha guadagnato circa l’1%.

I nomi della tecnologia Mega-cap, che hanno lottato nelle ultime settimane, il guadagno di martedì poiché Microsoft e Apple sono aumentati ciascuno di oltre l’1%.


Fonte: CNBC