venerdì 26 febbraio 2021

I giovani professionisti rischiano l’esaurimento finanziario mentre affrontano la loro prima grande crisi

Un impiegato del ristorante che indossa una maschera protettiva pone dietro il bancone in mezzo alla pandemia di coronavirus di aprile 28, 2020 a New York City.

Alexi Rosenfeld

Quando si tratta della ricaduta economica del coronavirus pandemia, molti giovani professionisti chiedono: “Avrò ancora un lavoro?”

E non c’è da stupirsi, come 63 Il% dei giovani americani è preoccupato che perderà il lavoro contro 52% degli americani nel complesso, secondo un sondaggio condotto da TD Ameritrade.

Quelle paure non sono ingiustificate, con 1 su 3 giovani americani che riporta ad aprile 18 che erano stati licenziati o messi in congedo temporaneo.

I numeri sono particolarmente severi per i membri della Gen Z (età 15 a 22), che hanno quasi tre volte più probabilità di essere licenziati rispetto al loro controparti più vecchie. Uno dei motivi è che i lavoratori più giovani hanno maggiori probabilità di lavorare in posizioni di servizio.

Il sondaggio si è concentrato sulle età dei giovani americani 15 a 29, ed è stato condotto online tra febbraio e aprile.

Altro da Finanza personale:
Supporta le piccole imprese con buoni regalo – ma conosci i rischi
Quasi la metà dell’America sta ora portando debito con carta di credito
3 modifiche per semplificare i tuoi soldi durante la pandemia di coronavirus

Una grande conseguenza di questo stress è il burnout, con 85% di giovani americani che dichiarano di sentirsi spinti al limite in almeno uno area quando si tratta di lavoro, gestione delle loro finanze, studio o social media.

“Stanno solo iniziando e cercando di ottenere il piede in generale”, ha detto Molly Passantino , specialista senior di pensionamento e rendite presso TD Ameritrade. “Ora c’è una battuta d’arresto aggiuntiva con il coronavirus.”

Le attività che causano il maggior esaurimento finanziario, secondo gli intervistati, sono il risparmio e il budget, probabilmente a causa della liquidità più limitata flusso che molti stanno vivendo.

A cui seguirono la manutenzione dell’auto, lo shopping per l’assicurazione, gli investimenti, la gestione e il pagamento dei prestiti agli studenti, la pianificazione della pensione o la divisione delle bollette con amici o compagni di stanza.

Nel frattempo, la maggioranza dei giovani americani ha dichiarato di “vivere come se fossero al verde” piuttosto che al di sopra delle proprie possibilità. Questo vale per 62% di Gen Z e 59% di giovani millennial.

Con entrambe le generazioni che si sentono sconvolte dalle loro esigenze finanziarie a breve termine, ciò significa che la pianificazione a lungo termine cade di lato. Più della metà degli intervistati è d’accordo con l’affermazione, “Il solo pensare alla pensione mi fa sentire esausto”

Le donne millenarie, in particolare, hanno più probabilità di sentire che non Non so da dove cominciare con la pianificazione della pensione, ha rilevato il sondaggio.

Una chiave per combatterlo è ricordare che ci sono risorse per aiutarti nella pianificazione, che si tratti di un denaro professionale coach o un’app per il budget, ha detto Passantino.

“Questo non è qualcosa che devi fare da solo”, ha aggiunto. “Se hai bisogno di aiuto, ci sono molte risorse che puoi ottenere per la tua situazione specifica.”

Articolo originale di CNBC