domenica 28 febbraio 2021

I governi hanno emesso più debiti che mai il mese scorso. Quanto dovremmo essere preoccupati?

L’impatto economico della pandemia di coronavirus ha spinto i governi a emettere più debiti che mai in aprile, secondo i dati forniti dall’Institute of International Finance.

L’epidemia di Covid – 19 ha fatto sì che i paesi abbiano effettivamente dovuto chiudere, con molti governi che imponevano restrizioni draconiane su la vita quotidiana di miliardi di persone.

Ad oggi, le misure di confinamento sono state implementate in 187 paesi o territori nel tentativo di rallentare la diffusione del virus. Le restrizioni dovrebbero provocare il peggior shock economico dopo la Grande Depressione nelle 1930 s.

Ha costretto i leader mondiali a implementare rapidamente misure finanziarie di emergenza e ad introdurre pacchetti di stimolo aggressivo nel tentativo di evitare un crollo economico devastante.

“Un aumento del debito è inevitabile. Questo sta per succedere – siamo in un momento stressante, quindi non c’è motivo di chiedersi perché stiano prendendo in prestito “, ha detto al CNBC via telefono Emre Tiftik, uno specialista di debito presso l’Institute of International Finance.

Il Global Debt Monitor di IIF ha scoperto che l’emissione di debito generale globale (obbligazioni e prestiti) ha raggiunto un massimo record di $ 2,6 trilioni in aprile, rispetto alla precedente emissione record di $ 2,1 trilioni a marzo.

Per metterlo nel contesto, Tiftik ha affermato che le cifre sull’emissione del debito globale erano oltre due volte superiori alle norme storiche. Ha sostenuto che rifletteva la straordinaria portata dell’accumulazione del debito globale mentre i governi si affrettavano a compensare l’impatto economico di una crisi sanitaria globale senza precedenti.

L’edificio della Federal Reserve degli Stati Uniti si trova a Washington, DC, negli Stati Uniti, mercoledì, giugno 24, 2009.

Brendan Smialowski | Bloomberg | Getty Images

È “spaventoso ma, di nuovo, deve essere fatto, stiamo provando ad affrontare il problema della liquidità “, ha detto Tiftik.

Il governo degli Stati Uniti ha scoperto che nel mese di aprile sono stati contabilizzati $ 1,4 trilioni di emissioni complessive di debito generale a livello mondiale e $ 1,2 trilioni Marzo. La più grande economia del mondo si è impegnata di gran lunga nel più grande pacchetto di salvataggio di qualsiasi paese.

‘Conserva le ricevute’

Il Fondo monetario internazionale ha affermato che un rapido aumento del debito pubblico globale potrebbe comportare rischi una volta che la minaccia della pandemia svanisce.

In un rapporto pubblicato ad aprile 15, il Fondo ha dichiarato: “In tempi di emergenza, l’implicazione per i politici è fare tutto ciò che serve ma assicurati di conservare le entrate. “

All’epoca, le autorità globali avevano già intrapreso azioni fiscali per un importo di circa $ 8 trilioni per contenere la pandemia e limitare i suoi danni all’economia.

La pandemia e il “Grande blocco” associato hanno portato ad aumenti del debito oltre a quelli registrati nella crisi finanziaria globale, ha detto il Fondo, con rapporti di debito pubblico che potrebbero stabilizzarsi a livelli più recenti – più alti – mentre la pandemia si attenua.

Segnale sospeso con un messaggio in spagnolo che legge ‘proteggi la tua bocca con una maschera’ nel vuoto paesaggio dell’obelisco di Buenos Aires durante il blocco ordinato dal governo a maggio 01, 2020 a Buenos Aires, Argentina.

Ricardo Ceppi | Getty Images

Ian Shepherdson, capo economista di Pantheon Macroeconomics, ha detto a CNBC via telefono che il numero relativamente piccolo di voci che si diffondono dai margini a causa dei pericoli dell’aumento del debito pubblico “mancava completamente il punto”.

“Il debito pubblico è una domanda di secondo ordine, forse anche una domanda del terzo ordine data ora il caos che il virus ha causato all’economia mondiale “, ha detto.

” L’obiettivo primario è limitare o migliorare il danno, non può essere prevenuto questo è certo, ma per cercare di usare la politica fiscale per impedire all’economia di essere una terra desolata quando il virus viene sconfitto. “

” Non è proprio una scelta “, Shepherdson continuato. “Potresti indossare la maglietta per capelli e dire: ‘Non spendiamo i soldi perché vogliamo proteggere le generazioni future.’ Ma la generazione futura non avrà nulla da ereditare perché l’economia sarà stata completamente distrutta – e questo non può essere nell’interesse di nessuno. “

“Chi trarrà beneficio da questo debito in più?”

All’inizio dell’anno, la Banca mondiale aveva messo in guardia sull’intensificarsi del rischio di una nuova crisi del debito globale, affermando che l’accumulo di indebitamento globale da allora 2010 era stato “l’aumento più grande, più rapido e più ampio” dal the 1970 s.

Il gruppo aveva esortato i governi e le banche centrali a riconoscere quell’interesse storicamente basso i tassi potrebbero non essere sufficienti per compensare un altro crollo finanziario diffuso.

La crisi del coronavirus e pacchetti di spesa fiscale storicamente vasti hanno spinto alcuni ad avvertire che le economie sviluppate potrebbero trovarsi sull’orlo di un debito crisi a medio termine.

“Possiamo salvare la giornata prendendo in prestito denaro, ma il problema è dove stiamo andando da noi e questi soldi? Chi trarrà beneficio da questo debito extra? “, Ha detto Tiftik dell’IIF.

Un uomo che indossa una maschera chirurgica lavora sul suo computer a Broadway Avenue mentre i newyorkesi praticano il “Distanziamento sociale” a causa del COVID – 19 pandemia di aprile 12, 2020 a New York City, Stati Uniti.

Roy Rochlin | Getty Images

“In questo momento, stiamo cercando di fermare l’emorragia, ma ora iniziamo a concentrarci sulla guarigione. Quindi, come lo cureremo in modo che sia molto meglio per tutti? “

Alla domanda se l’epidemia di coronavirus potrebbe rivelarsi la causa di un’altra crisi del debito globale , Tiftik rispose: “Tutti fanno il possibile per assicurarsi che non sia così.”

Articolo originale di CNBC