sabato 24 ottobre 2020

I mercati europei hanno visto un rialzo quando gli investitori monitorano i dati economici e riaprono gli sforzi

Venerdì i mercati europei hanno chiuso leggermente al rialzo, poiché gli investitori hanno monitorato le notizie sugli sforzi per riaprire le economie e digerire dati economici strazianti.

Lo Stoxx paneuropeo 600 ha ridotto i guadagni precedenti alla chiusura provvisoria dello 0,5%. Le risorse di base hanno portato i guadagni, quasi il 3% in più, mentre le scorte al dettaglio sono diminuite dello 0,4%.

La velocità di trasmissione per il coronavirus è rimasta al di sotto della soglia chiave di 1 in Germania a seguito dell’iniziale allentamento delle misure di blocco, il Robert Koch Institute for Disease Control ha dichiarato giovedì.

La Francia ha sostenuto che tutte le nazioni dovrebbero avere pari accesso a qualsiasi potenziale vaccino contro il coronavirus sviluppato dal gigante farmaceutico Sanofi, dopo che l’amministratore delegato ha indicato che gli Stati Uniti sarebbero probabilmente prioritario.

Tuttavia, l’aumento iniziale del sentimento del mercato in Europa è stato attenuato dai dati economici. Il PIL della zona euro (prodotto interno lordo) è precipitato del 3,8% su base trimestrale nei primi tre mesi dell’anno, secondo una stima flash dell’agenzia statistica dell’UE venerdì.

Ulteriori dati ufficiali pubblicato venerdì ha rivelato che il PIL tedesco (prodotto interno lordo) si è ridotto del 2,2% nel primo trimestre rispetto agli ultimi tre mesi di 2019, il calo trimestrale più marcato per la più grande economia europea dal crisi finanziaria.

I mercati asiatici sono stati poco cambiati venerdì dopo che la produzione industriale cinese è cresciuta del 3,9% su base annua ad aprile, secondo i dati diffusi dal National Bureau of Statistics del paese, la sua prima espansione dell’anno quindi lontano.

Stateside, i futures Dow sono scesi di oltre 200 punti davanti alla campana di apertura di venerdì dopo un record di tuffi nelle vendite al dettaglio negli Stati Uniti e un aumento delle tensioni tra Washington e Pechino.

I più grandi motori

Le azioni del gruppo GEA sono aumentate di oltre il 9% di mi d-pomeriggio dopo che la società tedesca di tecnologia alimentare ha registrato forti guadagni nel primo trimestre, mentre il costruttore britannico Hammerson è aumentato del 10%.

A l’altra estremità del benchmark europeo, il rivenditore britannico WH Smith è crollato dell’8,8% e il produttore svizzero di materiali da costruzione LafargeHolcim è sceso del 6% in meno.

Articolo originale di CNBC