lunedì 25 gennaio 2021

I mercati europei si aprono verso il basso in quanto le preoccupazioni emergono su una seconda serie di casi di coronavirus

Le azioni europee hanno fluttuato martedì mentre gli investitori sono diventati sempre più preoccupati per una potenziale seconda ondata di casi di coronavirus.

Lo Stoxx paneuropeo 600 ha invertito le perdite iniziali per salire dello 0,4% a metà pomeriggio. I titoli delle telecomunicazioni hanno aggiunto il 2,1% a vantaggio dei guadagni mentre il settore dei viaggi e del tempo libero è diminuito dello 0,8%.

I mercati globali stanno seguendo da vicino gli sviluppi del coronavirus dopo che alcuni paesi hanno riportato una ripresa dei casi.

In Asia, dove il coronavirus ha colpito per la prima volta, diversi paesi, tra cui Cina e Corea del Sud, hanno subito un aumento nei casi in cui le restrizioni sono state allentate. La Germania ha anche visto aumentare il tasso di riproduzione del virus al rialzo.

Esperti di sanità pubblica – compresi quelli dell’Organizzazione mondiale della sanità – da settimane mettono in guardia le autorità dal revocare le misure di contenimento troppo presto, il che potrebbe causare un rimbalzo nei nuovi casi di coronavirus.

Le azioni nell’Asia del Pacifico hanno chiuso in ribasso martedì pomeriggio, poiché i dati sull’inflazione cinese per aprile hanno mancato le aspettative. L’indice dei prezzi al consumo per aprile è aumentato del 3,3% su base annua, rispetto alle aspettative di un aumento del 3,7% in un sondaggio Reuters.

Nel frattempo, l’indice dei prezzi alla produzione della Cina per aprile è diminuito del 3,1% su base annua -anno, rispetto a una caduta del 2,6% prevista in un sondaggio Reuters.

Più grandi motori

Le azioni ProSiebenSat.1 sono balzate più del 13% dopo che la società di private equity statunitense KKR ha costruito la sua partecipazione nel conglomerato dei media tedesco.

All’altra estremità del benchmark europeo, le azioni Thyssenkrupp sono precipitate più del 16% dopo che il gruppo industriale tedesco ha offerto una visione cupa per 2020. Lo sviluppatore immobiliare britannico Land Securities è sceso 13% dopo aver rivelato una grande perdita annuale a causa di arresti del coronavirus che causano l’inadempienza dei pagamenti degli affitti.

– Eustance Huang e Yen Nee Lee della CNBC hanno contribuito a questo rapporto di mercato.

Articolo originale di CNBC