martedì 15 giugno 2021

I ministri dell’UE siglano un accordo sul piano di salvataggio di mezzo trilione di euro di coronavirus

Cancelliera tedesca Angela Merkel, febbraio 14, 2020 a Berlino, Germania.

Felix Zahn | Photothek via Getty Images

Ministri delle finanze dell’Unione europea hanno concordato giovedì un sostegno di mezzo trilione di euro per il sostegno alle loro economie malconci del coronavirus dopo settimane di dispute che hanno messo in mostra una dolorosa recessione per le dolorose divisioni del blocco.

UE la potente Germania, così come la Francia, ha messo i piedi per porre fine all’opposizione dei Paesi Bassi per aver attaccato le condizioni economiche al credito di emergenza per i governi che resistono agli impatti della pandemia, e dopo aver assicurato all’Italia che il blocco avrebbe mostrato solidarietà.

Ma l’accordo non menziona l’emissione congiunta di debito per finanziare il recupero – qualcosa che Italia, Francia e Spagna hanno spinto fortemente, ma che è una linea rossa per Germania, Paesi Bassi, Finlandia e Austria.

Difende solo ai leader nazionali del blocco 27 se gli “strumenti finanziari innovativi” debbano essere utilizzati.

Il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire ha dichiarato E urope ha concordato il piano economico più importante della sua storia.

Giovedì, il primo ministro italiano Giuseppe Conte ha avvertito che l’esistenza stessa dell’UE sarebbe minacciata se non potesse riunirsi a combattere la pandemia.

Per settimane, gli Stati membri dell’UE hanno lottato per presentare un fronte unito di fronte alla pandemia, litigando per denaro, attrezzature e droghe mediche, restrizioni alle frontiere e commercio cordoli, in mezzo a chiacchiere travagliate che mettono a nudo divisioni amare.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel all’inizio della giornata ha parlato al telefono con Conte e il Primo Ministro olandese Mark Rutte, aprendo la strada all’accordo , che ora verrebbero ripresi dai leader in una videoconferenza congiunta nei prossimi giorni.

Ha detto che lei e Conte erano d’accordo sul “bisogno urgente di solidarietà in Europa, che è attraversando una delle sue ore più difficili, se non le più difficili “.

” La Germania è pronta per questa solidarietà e si impegna per essa ” aiuti.

La Merkel ha chiarito che Berlino non accetterebbe il debito emesso congiuntamente, ma ha dichiarato che erano disponibili altre vie finanziarie.

I funzionari hanno detto La Merkel ha anche chiesto a Rutte di smettere di bloccare l’accordo, destinato a fornire una rete di sicurezza a governi, aziende e persone contro la profonda recessione che la pandemia dovrebbe causare quest’anno.

“Il la sensazione in Germania è che ormai tutti abbiano fatto abbastanza postura per il loro pubblico interno. È giunto il momento di riunirsi “, ha detto un alto funzionario europeo a Bruxelles.

Finora sono state condotte discussioni tra il nord più fiscalmente conservatore e il sud indebitato, che è stato colpito più duramente dalla pandemia.

Il pacchetto porterebbe la risposta fiscale totale dell’UE all’epidemia a 3,2 trilioni di euro (3,5 trilioni di dollari USA), il più grande del mondo.

Include l’accesso al credito economico dal fondo di salvataggio della zona euro, il meccanismo europeo di stabilità (MES), più garanzie per la Banca europea per gli investimenti per intensificare i prestiti alle imprese e un regime per sovvenzionare i salari così che le aziende possono ridurre l’orario di lavoro, non i lavori.

Articolo originale di CNBC