Entra in contatto con noi

Economia

I prezzi degli immobili ai livelli della bolla del 2007, ma è improbabile un crollo. Ecco le opinioni di Blackstone

Pubblicato

il

Blackstone, azienda di grande spessore a Wall Street, sta tracciando un sorprendente parallelo con la bolla immobiliare.

Joe Zidle di Blackstone definisce le case inaccessibili quasi quanto il picco del 2007. Tuttavia, crede che un incidente sia improbabile a causa di una grande differenza: la maggior parte dei proprietari non usa le proprie case come un bancomat.

“Questo ha causato il capovolgimento di così tante persone”, il lunedì il capo stratega degli investimenti dell’azienda ha detto a “Fast Money” della CNBC. “Il valore di ciò che dovevano era maggiore del valore della loro casa.”

A differenza del crollo immobiliare, Zidle aggiunge che il patrimonio immobiliare è ai massimi storici e i bilanci delle famiglie sono solidi .

“Non hai avuto cementificazione. Non hai avuto un calo degli standard di credito o di prestito”, ha osservato.

Blackstone è noto per aver acquistato decine di immobili residenziali in dissesto legati alla 2008 crisi finanziaria. È ancora un attore importante nel settore immobiliare, con investimenti in affitti, mercato del rent-to-buy e alloggi per studenti.

“Poiché hai pochissimi eccessi di alloggi, penso che finisci avere meno rischi”, ha detto.

Inoltre, Zidle cita un mercato del lavoro forte.

“Storicamente, l’edilizia abitativa finisce per essere più altamente correlata al mercato del lavoro che ai tassi ipotecari”, ha affermato. “Finché il mercato del lavoro rimarrà relativamente sano, penso che lo sarà anche l’edilizia abitativa”.

La sua previsione arriva quando Wall Street si prepara per i rapporti chiave di questa settimana su consumi e abitazioni. Gli investitori riceveranno guadagni dai principali rivenditori tra cui Walmart, Home Depot, Lowe’s e Target. Inoltre, i numeri sul sentimento dei costruttori di case e sulle vendite di case sono dovuti.

La chiamata di Zidle riflette un 12-intervallo di tempo del mese. All’interno di tale orizzonte, vede la Federal Reserve aumentare i tassi di interesse nel prossimo anno più in profondità di quanto la Street anticipa a causa dell’inflazione persistente.

“In definitiva, la Fed dovrà aumentare i tassi di interesse fino a quando qualcosa si rompe”, ha aggiunto Zidle. “Quando arriviamo a un punto in cui qualcosa si rompe, non penso che siano le abitazioni.”

Si aspetta il benchmark 10 anno il rendimento dei Treasury Note raggiunge il 3,5%. È un livello che si aspetta che il mercato immobiliare gestisca. Lunedì era di circa il 2,8%, in aumento del 90% finora quest’anno.

“Potresti vedere i prezzi delle case generalmente appiattirsi. Potresti avere sacche di debolezza in cui i prezzi delle case in alcune regioni potrebbero diminuire”, ha affermato Zidle. “Ma l’idea di avere un calo nazionale e prolungato delle abitazioni man mano che l’economia alla fine ribalta, penso sia ancora una probabilità relativamente bassa.”

Disclaimer


Fonte: CNBC