venerdì 26 febbraio 2021

I prezzi dei generi alimentari sono in aumento: ecco 6 modi per tenere sotto controllo il budget degli alimenti

Gli acquirenti non dovrebbero aspettarsi che i prezzi scendano quando gli Stati riapriranno. “Penso che questa sia la nuova normalità per un po ‘”, afferma Phil Lempert, analista dell’industria alimentare ed editore di SupermarketGuru.

Questo perché tutti, dagli agricoltori ai produttori, dalla trasformazione delle piante ai negozi di alimentari – dovrà fare enormi investimenti nel personale e nella sicurezza dei prodotti. Per quanto riguarda le attività agricole e di trasformazione degli alimenti, dovranno essere predisposti protocolli di distanziamento sociale dei lavoratori. Nel frattempo, i supermercati stanno già investendo in maggiori procedure di risanamento, barriere in plexiglass per proteggere gli addetti alla cassa e personale aggiuntivo e guardie di sicurezza per limitare la capacità dei clienti nei negozi.

“I prezzi continueranno a salire per un po ‘”, afferma Lempert. “Probabilmente ci vorranno dai due ai tre anni prima che possiamo avere una catena di approvvigionamento più efficiente e poi possano essere ridotti.”

Ma ciò non significa che i prezzi di tutti i generi alimentari alle stelle o che non sarai in grado di trovare offerte. Avrai solo bisogno di essere attento e creativo.

Ecco sei modi per mantenere basso il tuo budget di cibo mentre sei in stato di blocco, secondo gli esperti.

1. Guardati intorno

Se fai la maggior parte dei tuoi acquisti di generi alimentari presso la catena di negozi locale, potrebbe valere la pena guardare altri negozi dove normalmente non andresti , Dice Lempert. Ciò include rivenditori al dettaglio come Aldi e Lidl. Parte del segreto dei prezzi bassi di questi negozi è che la stragrande maggioranza dei loro prodotti sono a marchio privato, quindi non stai pagando per il marketing e la pubblicità che molti marchi usano per attirare i clienti.

In effetti, CNBC Make It in precedenza aveva scoperto che Aldi offriva prezzi più convenienti su prodotti più essenziali rispetto a Walmart. Lempert aggiunge che anche i negozi di dollari e i negozi di alimentari potrebbero offrire prezzi migliori.

I ristoranti possono anche essere un buon posto per trovare generi alimentari in questo momento. Panera è entrata nel gioco della consegna di generi alimentari, consentendo ai clienti di ordinare generi alimentari come latte, pane e prodotti freschi come pomodori e uva insieme alle loro insalate, zuppe e panini preferiti. “Vale la pena guardare in diversi luoghi per acquistare cibo”, afferma Lempert.

2. Negozio locale

Con il tempo in molte parti del paese che inizia a scaldarsi e molti degli ordini casalinghi che terminano, aspettatevi i mercati e la comunità degli agricoltori sostenuto programmi di agricoltura (CSA) per il riavvio. Quando lo fanno, quelle possono essere grandi risorse per gli acquirenti che cercano più varietà a prezzi relativamente stabili, afferma Lempert.

“Potrebbe esserci una migliore selezione in quanto alcune CSA potrebbero essere meno colpite da alcune carenze”, afferma Veronica Lehman, parte del team di marchi emergenti del gruppo di consulenza alimentare e delle bevande JPG Resources.

Inoltre, gli acquirenti dovrebbero controllare le aziende agricole nella loro zona. “Ora vediamo molti agricoltori che vendono direttamente ai consumatori”, afferma Lempert. Aggiunge anche i trasformatori di carne più piccoli che non sono stati colpiti dal coronavirus.

“Gli agricoltori sono stati colpiti duramente con questo” dice Lempert. Molti stanno innovando per trovare il modo di offrire i propri prodotti e prodotti ai consumatori collaborando con negozi di alimentari locali o creando opzioni di acquisto e consegna online.

3. Acquista etichette private

Se stai cercando di ridurre i costi, acquista il marchio del negozio, suggerisce Lempert. È quasi sempre più economico dei prodotti di marca nazionale da 20% a 30% in media , dice.

Non perderai qualità. Nel rapporto annuale 2019 Private Label Manufacturers Association (PLMA), due terzi dei consumatori erano d’accordo con l’affermazione: “In generale, i prodotti a marchio del negozio che ho acquistato sono solo buono, se non migliore della versione nazionale degli stessi prodotti. “

4. Raccogli prima i surgelati

Mentre il prezzo di carni, pollame, pesce e uova è aumentato del 4,3% ad aprile, il costo delle varietà congelate di quegli stessi prodotti è rimasto più stabile, dice Lempert. “Lì vedrai un aumento dei prezzi, soprattutto per quanto riguarda la carne, la carne bovina e il tipo di pollo”, aggiunge.

Gli acquirenti non devono preoccuparsi di trovare questi prodotti tanto ora quanto all’inizio della pandemia, quando molti americani stavano facendo scorta di scorte. “So che molti casi di alimenti surgelati sono stati decimati nelle ultime due settimane, ma per la maggior parte ora sono stati riassortiti quasi completamente”, afferma Lempert.

5. Presta attenzione agli ingredienti

I prezzi su alcuni punti di dispensa potrebbero essere stabili ora, ma la capacità di mantenere costanti tali prezzi nei prossimi mesi dipenderà dai loro ingredienti , Dice Lempert. Prendi maccheroni e formaggio in scatola. Ha il latte come ingrediente principale, quindi è più probabile che abbia un aumento dei prezzi rispetto a un mix di riso selvatico perché il prezzo dei prodotti lattiero-caseari è già aumentato dell’1,5%.

Detto questo, gli aumenti dei prezzi sugli articoli stabili avverranno più lentamente perché sono stati immagazzinati di più nei magazzini e i maggiori costi delle materie prime non hanno colpito i prodotti sul scaffali ancora.

“Non abbiamo visto aumenti di prezzo su tutta la linea”, afferma Lehman. “È principalmente solo in articoli che possono essere vulnerabili alla carenza di inventario”. È il caso della carne, che è un’industria molto più concentrata rispetto ad altri settori. C’è solo una manciata di marchi e fornitori nel reparto carne del tuo rivenditore locale, ma ci sono un sacco di aziende di snack, quindi probabilmente non vedrai ancora picchi di prezzo su quegli articoli.

Sebbene sia una buona idea continuare ad acquistare prodotti auto-stabili in questo momento, inizia a prestare maggiore attenzione ai prezzi dei prodotti che contengono ingredienti che potrebbero aver avuto più difficoltà durante la pandemia.

6. Evita i cibi preparati

Se stai cercando di tagliare il budget del tuo cibo, vale la pena considerare di fare tutto da zero e saltare cibi preparati o pasti che provengono da una scatola , Dice Lehman. Non solo questi sono generalmente più costosi, ma la società che prepara il pasto potrebbe presto iniziare a trasferire i costi più elevati degli ingredienti grezzi.

“Acquistare meno cibi preparati e più ingredienti per cucinare da zero è conveniente “, afferma Lehman. Pensa all’acquisto di pasta, carne macinata di manzo, pomodoro e spezie separatamente invece di prendere un pasto in scatola.

Alla fine della giornata, le forze economiche intorno all’offerta e alla domanda stanno guidando la maggior parte del aumenti di prezzo che stiamo assistendo, afferma Lehman. “Una certa domanda al dettaglio, sebbene legata alla paura, è il risultato della convivenza con questi schemi non familiari”, afferma.

Inoltre, molti consumatori si stanno ancora adeguando alla cottura di più pasti a casa. Di conseguenza, i consumatori non sono sicuri di quanto cibo tenere a portata di mano per i pasti quotidiani e per quanto tempo durano le cose. “Stanno solo cominciando a capire davvero cosa è necessario e fino a che punto possono essere allungati”, afferma Lehman. Man mano che ci adeguiamo, ciò aiuterà anche a stabilizzare prezzi e forniture.

Scopri: Le migliori carte di credito di 2020 potrebbe guadagnare oltre $ 1, 000 in 5 anni

Da non perdere: Ecco come aiutare le persone colpite dalla pandemia di coronavirus

Articolo originale di CNBC