giovedì 05 agosto 2021

I prezzi del petrolio negli Stati Uniti hanno raggiunto il livello più basso in oltre 20 anni con lo stoccaggio

NOI. i prezzi del petrolio sono stati sulla buona strada per il loro peggior giorno registrato lunedì, con strutture di stoccaggio del greggio che si riempiono rapidamente mentre la pandemia di coronavirus continua a schiacciare la domanda. ) i futures sono scesi a $ 10. 52 al barile di lunedì, verso il basso 42%. All’inizio della giornata ha toccato $ 10. 01, il suo livello più basso da almeno aprile 1986.

A dire il vero, il contratto di maggio scade martedì, lasciandolo quindi esposto a volumi di negoziazione più deboli e movimenti di mercato più estremi. Il contratto di giugno di WTI, che è scambiato più attivamente, è sceso di oltre il 9% a $ 22. 70 al barile.

Nel frattempo, il benchmark internazionale Brent era pari a $ 26. 53 lunedì, circa il 5,5% in meno per la sessione .

La preoccupazione crescente è che il volume di petrolio contenuto negli Stati Uniti è in forte aumento, con la crisi del coronavirus che aggrava il problema riducendo drasticamente i consumi.

“Le attuali curve del greggio in avanti per Brent e WTI sono ora in contango molto profondo, ma il contango è anche molto carico”, ha detto a CNBC via e-mail Bjarne Schieldrop, capo analista di materie prime di SEB.

Un mercato contango implica che i commercianti di petrolio credano che i prezzi del greggio si rialzeranno in futuro, incoraggiandoli a conservare il petrolio ora e a vendere in un secondo momento.

“Le curve dicono che abbiamo un grosso problema con lo stoccaggio di petrolio in questo momento”, ha detto Schieldrop, non g la visione generale del mercato sembrava essere che la depressione economica globale e la depressione della domanda di petrolio sarebbero state aprile 2020.

In nella seconda metà dell’anno, ha continuato, il problema della capacità di stoccaggio dovrebbe “svanire rapidamente” perché la domanda di petrolio dovrebbe riprendersi fortemente, mentre gli inventari diminuiranno drasticamente. “Questo è il motivo per cui il prezzo medio del petrolio greggio di Brent per 2021 è tenuto così bene a $ 40 a barrel “, ha aggiunto Schieldrop.

” Senza alcun tipo di speranza “

All’inizio di questo mese, gli analisti di Goldman Sachs hanno avvertito che lo shock del coronavirus era “estremamente negativo per i prezzi del petrolio e sta inviando i prezzi del greggio senza sbocco sul mare in territorio negativo.”

La banca di investimento statunitense ha affermato che si aspettava che i greggi a base acquosa come il Brent fossero molto più isolati dallo shock del coronavirus, con prezzi che probabilmente rimarranno vicino ai costi in contanti di $ 20 una canna – sebbene con punte temporanee in basso.

Il Brent ha un prezzo approssimativo su un’isola nel Mare del Nord all’incirca 500 metri dall’acqua, dove è accessibile lo stoccaggio delle navi cisterna. Al contrario, WTI è senza sbocco sul mare e 500 miglia dall’acqua.

“Questo illustra un punto importante”, gli analisti di Goldman Sachs ha detto in una nota di ricerca. Sostenevano che i greggi a base acquosa avrebbero potuto essere “posizionati meglio” rispetto ai gradi di prezzo senza sbocco sul mare – come i greggi negli Stati Uniti, in Canada e in Russia – perché avevano un accesso relativamente facile allo stoccaggio delle petroliere.

“La situazione degli Stati Uniti è piuttosto disastrosa”, ha detto Daniel Hynes, stratega senior delle materie prime alla ANZ, lunedì a “Squawk Box” della CNBC.

“Chiaramente, essendo lì un mercato relativamente senza sbocco sul mare, stiamo assistendo a una reale pressione sullo stoccaggio a seguito del crollo della domanda”, ha continuato Hynes. “Senza alcun tipo di speranza, suppongo, almeno nel prossimo mese in merito a questo rallentamento. Penso che i prezzi rimarranno sotto pressione.”

The Covid – 19 lo scoppio ha comportato l’arresto effettivo dei paesi, con molti governi che hanno imposto misure restrittive sulla vita quotidiana di miliardi di persone. Ha creato uno shock della domanda senza precedenti nei mercati dell’energia, con lo spazio di stoccaggio – sia onshore che offshore – che si riempie rapidamente.

Ad oggi, oltre 2,4 milioni di persone hanno contratto il coronavirus in tutto il mondo, con 165, 257 decessi, secondo i dati compilati dalla Johns Hopkins University .

“Andando avanti, ovviamente, vedremo un sacco di declino della produzione negli Stati Uniti per spingere un po ‘più in alto questa cosa”, Samir Madani, fondatore di TankerTrackers.com, ha dichiarato Lunedi “Capital Connection”.

“L’energia degli Stati Uniti è molto importante per la sicurezza energetica globale … perché se non fosse per l’energia degli Stati Uniti, i prezzi sarebbero molto più in alto “, disse Madani.

– CNBC’s Abigail Ng ha contribuito a questo rapporto.

Articolo originale di CNBC