venerdì 30 ottobre 2020

I proprietari di piccole imprese temono di non sopravvivere al coronavirus senza prestiti federali, ma gli esperti affermano di avere delle opzioni

Situato su un isolato di Brooklyn fiancheggiato da una tintoria, diversi ristoranti e una scuola materna è Woods Grove, un piccolo negozio abbellito con lettere d’oro. L’esterno modesto ospita un eclettico mix di regali e oggetti vintage, da candele e saponi a sciarpe e gioielli.

Dopo due anni a Brooklyn, l’attività di Woods Grove stava decollando, il comproprietario Robby Schnall dice a CNBC Make It. “Questi sono i semi che giacevamo da due anni e stavano davvero iniziando a prendere piede e crescere”, dice. “Eravamo così ottimisti: raddoppiavamo gli ordini e assumevamo più persone”.

Cioè, fino al colpo di pandemia del coronavirus. Da quando l’ordine di soggiorno a New York è entrato in vigore a marzo 20 e ha costretto la chiusura del negozio, gli affari sono in calo 90%, dice Schnall. “È schiacciante”, aggiunge.

È stato costretto a immergersi nei risparmi dell’azienda e a far conoscere i suoi due lavoratori a tempo parziale e un impiegato a tempo pieno. “Ora stiamo cercando dei modi per rimanere a galla – per quanto il governo abbia detto che il tuo padrone di casa non ti sfratterà, vogliono ancora il loro affitto … così come tutte le altre spese che ci arrivano per tutti gli ordini che abbiamo posto “, dice Schnall.

Il comproprietario del negozio di articoli da regalo e vintage di Brooklyn Woods Grove afferma che la pandemia di coronavirus ha avuto un effetto “schiacciante” sulla loro attività.

Di 70% dei proprietari di piccole imprese, tra cui Schnall e il socio in affari Chris DiChiaro, hanno provato a richiedere $ 350 miliardi di programma di protezione dello stipendio, che offre prestiti perdonabili, secondo un sondaggio della Federazione nazionale delle imprese indipendenti. Di quelli applicati, circa 20% ha riferito che il loro prestito aveva stato approvato e fondi depositati a partire da aprile 10. Eppure all’incirca 80% dicono di essere ancora in attesa di sapere dove si trovano nel processo.

Circa la metà dei proprietari di piccole imprese ha fatto domanda per un altro importante prestito federale: il programma di prestito di catastrofe per infortuni economici [EIDL], che fornisce prestiti per l’assistenza in caso di catastrofe. Di quelli che hanno fatto domanda per questo prestito, l’indagine di NFIB ha rilevato che % riferito a ricevere fondi.

Finanziato dal pacchetto di stimolo sul coronavirus da $ 2 trilioni Il Congresso è passato il mese scorso, entrambi questi programmi di prestito hanno avuto problemi da quando il processo di candidatura è stato aperto al pubblico. I soldi del PPP sono finiti giovedì scorso dopo che la Small Business Administration ha approvato 1. 66 milioni di prestiti da quasi 5 prestatori 000. Circa quattro milioni di aziende hanno già richiesto oltre $ 380 miliardi di fondi EIDL, ma il Congresso ha stanziato solo circa $ 17 miliardi per il programma.

Il Congresso e la Casa Bianca stanno lavorando a un pacchetto legislativo che inietterebbe fondi aggiuntivi nei programmi di prestito per le piccole imprese, tra cui il PPP e il programma EIDL. Tuttavia, fino a quando non viene aggiunto e distribuito più denaro, molte piccole imprese sono preoccupate per la loro sopravvivenza.

A meno che le imprese non dispongano di una buona riserva di liquidità o possano trovare un modo per rimanere pertinenti e raggiungere gli acquirenti attraverso le vendite online, sono “molto maturi per fallire se non ottengono un sollievo immediato”, Bob Prosen, un consulente per la gestione delle crisi aziendali, dice a CNBC Make It.

Anche se stanno lottando finanziariamente in questo momento, i proprietari di piccole imprese hanno opzioni per aiutare le loro aziende a rimanere a galla fino a quando gli americani stabiliranno una nuova normalità. Qui ci sono sette cose che gli esperti dicono che i proprietari possono fare proprio ora per aiutare a mantenere le loro attività su basi finanziarie solide.

1. Continua a portare affari

Sebbene possa essere facile lasciarsi prendere dal panico, i proprietari di piccole imprese devono concentrarsi sulla definizione di un piano di azione e definizione delle priorità quali passi vengono prima, dice Joe Pascaretta, un esperto di piccole imprese con Dun & Bradstreet.

“È molto facile distrarsi, con i media e con cosa lo sta facendo il tuo vicino, ma devi concentrarti “, dice Pascaretta. I proprietari delle aziende devono dare la priorità agli elementi essenziali: gestire il proprio flusso di cassa e impedire l’ingresso di denaro nel business.

Jeppie negozio di articoli da regalo, situato a Beaver, Penn. ha dovuto chiudere le porte dopo che lo stato ha emesso ordini di soggiorno a casa, ma il proprietario Jesse Arrington sta trovando modi creativi per mantenere i suoi affari online.

È esattamente quello che sta facendo Jesse Arrington, proprietaria del negozio di accessori per la casa Jeppie, situato appena fuori Pittsburgh . Arrington ha completamente riorganizzato la sua attività nelle ultime settimane per massimizzare le vendite online, che in precedenza erano solo una piccola parte delle sue entrate, dice a CNBC Make It. Ora passa la maggior parte della sua giornata a scattare foto e a pubblicare nuovi prodotti prima di consegnare a mano gli ordini locali all’interno 15 miglia di Jeppie.

Per creare un’esperienza unica per gli acquirenti online, Arrington ha guardato tutorial online di YouTube per migliorare le sue abilità fotografiche in modo da poter avere scatti di prodotti personalizzati ed è saltato su siti di social media come Instagram .

2. Spese limite

Ora è il momento di accumulare denaro, dice Prosen.

Ciò significa tagliare tutte le spese non essenziali, comprese le carte di credito dell’azienda, i viaggi e i dipendenti 401 (k) contributi, oltre a sospendere eventuali aumenti, premi o indennità per i lavoratori straordinari. “Devi fare quello che devi fare”, dice Prosen.

Le piccole imprese dovrebbero anche tentare di limitare gli acquisti di inventario, afferma Faire sul mercato all’ingrosso, che fornisce a rivenditori indipendenti come Woods Grove. Mentre Schnall afferma che il negozio tende a immagazzinare molti prodotti stagionali, quest’anno ha in programma di fare affidamento sull’inventario che hanno già per la festa della mamma e ha in programma di fare lo stesso con i regali per la festa del papà.

3. Non navigare da soli

La maggior parte degli imprenditori ha una rete di esperti che possono aiutarli a navigare in questo momento difficile, afferma Pascaretta . Ciò include qualsiasi avvocato o commercialista certificato con cui tu possa collaborare. Schnall ha lavorato con il suo contabile per raccogliere e aggiornare tutti i documenti necessari per presentare i prestiti PPP ed EIDL.

È importante non solo ottenere la giusta guida sulle regole e regolamenti da esperti, ma anche ottenere le informazioni più aggiornate, poiché molti di questi programmi cambiano ogni giorno.

Se non si dispone di un avvocato o di un professionista fiscale che è possibile contattare, Rocket Lawyer ha lanciato un sito Web con consulenza, informazioni e documenti legali gratuiti per i proprietari di attività commerciali per aiutarli a guidarli attraverso molti problemi commerciali comuni. Contiene inoltre un foglio di lavoro che può aiutare gli imprenditori a determinare a quali vantaggi e prestiti sono ammissibili.

Gli imprenditori possono anche contattare i colleghi e le associazioni di imprese locali all’interno delle loro comunità. “Cerca altri uomini d’affari con cui hai avuto relazioni negli anni, rinnova l’amicizia”, ​​afferma Prosen. Chiedi cosa stanno facendo e offri le tue idee. “Forse da qualche parte nel mezzo di tutta quella conversazione, c’è qualcosa che hai trascurato.”

4. Diventa creativo

Se la tua attività è chiusa in questo momento, pensa alla diversificazione. “Offri servizi diversi”, afferma Pascaretta.

Per Haley Solar, proprietario della boutique Haley Solar di Los Angeles, la pandemia di coronavirus si è rivelata un “enorme shock per il sistema “, dice a CNBC Make It. In genere vende abbigliamento fatto a mano progettato utilizzando tessuti e materiali riciclati, offrendo modifiche direttamente nel negozio mentre i clienti attendono.

Haley Solar ha trasformato la sua boutique di abbigliamento a Los Angeles in una maschera tra il coronavirus.

Ma con il negozio chiuso e nessun prestito in arrivo, Solar è tornata alle origini per trovare un modo per generare vendite: le sue capacità di cucito. Oltre alla vendita di prodotti e accessori di bellezza, Solar è ora focalizzata sulla vendita di maschere fatte a mano. Cucisce una media di 30 maschere al giorno.

“Il tuo compito è solo quello di portare soldi nella porta”, dice Solar.

5. Guarda oltre i programmi di prestito PPP ed EIDL

Mentre i prestiti PPP ed EIDL stanno attirando molta attenzione, ci sono altri programmi disponibili che potrebbe essere in grado di aiutare le piccole imprese. La Camera di commercio degli Stati Uniti ha annunciato il Save Small Business Fund, che fornirà $ 5, 000 sovvenzioni a piccole imprese in comunità economicamente vulnerabili che impiegano tra tre e 20 lavoratori.

La Small Business Administration offre agli imprenditori la possibilità di richiedere prestiti SBA Express Bridge oltre a PPP ed EIDL prestiti. Questo programma è progettato per le aziende che hanno già un prestito SBA per accedere fino a $ 25,000, quale vuole essere una “iniezione rapida [of cash]”, Rob Scott, amministratore regionale della SBA Great Lakes, dice a CNBC Make It. Le aziende possono ottenere fondi nel giro di poche ore attraverso un finanziatore autorizzato come Huntington Bank, KeyBank, LiveOak e U.S. Bank.

La SBA sostiene anche prestiti tradizionali attraverso i suoi finanziatori. Tieni presente che lo SBA non presta direttamente denaro, garantisce prestiti erogati attraverso istituti finanziari preferiti dallo SBA come banche e microlender. Posen afferma che i prestiti garantiti da SBA devono essere rimborsati, ma hanno bassi tassi di interesse e buone condizioni di prestito.

I proprietari di piccole imprese possono aspettarsi che queste domande di prestito sostenute da SBA vengano elaborate “entro poche settimane”, afferma Scott. Per i mutuatari nuovi ed esistenti, lo SBA ha istituito un programma di riduzione del debito che pagherà automaticamente tutti i pagamenti dei prestiti per i prossimi sei mesi. Ciò include capitale, interessi e commissioni.

La Federal Reserve ha anche indicato che sta lavorando per stabilire un programma di prestito Main Street che fornirà fino a $

miliardi di prestiti alle piccole e medie imprese. In particolare, la Fed offrirà prestiti quadriennali a società che impiegano meno di 10, 000 lavoratori o con entrate inferiori a $ 2,5 miliardi.

Diversi stati, città e comuni offrono anche prestiti e finanziamenti alle imprese in questo momento. In Alabama, le imprese con un numero di dipendenti inferiore a 50 possono presentare domanda senza interessi 180 – prestiti giornalieri fino a $ 25, 000 attraverso il Birmingham Strong Emergency Loan Fund. La California ha lanciato il suo programma di garanzia per i prestiti di soccorso in caso di catastrofe, che offre garanzie di prestito fino a $ 1 milione per le piccole imprese con meno di 750 .

I finanziatori privati ​​possono anche essere in grado di aiutare, dice Scott, indicando in particolare i programmi istituiti da Huntington Bank e JPMorgan Chase. Ma i proprietari devono tenere il passo con le notizie, afferma Prosen. Non vuoi scoprire un nuovo prestito o concedere un programma giorni o settimane dopo il suo lancio e perdere fondi, dice.

Ottenere un prestito di emergenza è solo una parte del rilancio della tua azienda, afferma Jack Siney, CEO del database delle spese governative GovSpend. Le imprese in difficoltà dovrebbero anche cercare di attingere all’aumento senza precedenti della spesa pubblica, afferma Siney.

“Il governo sta letteralmente aggiudicando contratti nel giro di poche ore in una serie di settori tra cui quello medico forniture, bevande, pavimenti, abbigliamento, architettura del paesaggio e molti altri “, spiega. Molte aziende in difficoltà non conoscono nemmeno queste opportunità.

6. Considera le opzioni dell’ultima risorsa

Per molti proprietari di piccole imprese, la società è la loro principale fonte di reddito. Stanno “rischiando la loro fortuna e la rete di sicurezza della loro famiglia” se l’attività fallisce, dice Prosen. E a seconda di come viene avviata l’attività, i proprietari individuali e quelli in una società di persone potrebbero finire per essere personalmente responsabili dei debiti aziendali.

Se la tua attività è in rovina, potrebbe essere tempo di prendere in considerazione alcune opzioni “ultima risorsa”, afferma Prosen. Un’opzione è quella di considerare l’ipoteca sulla tua casa, rifinanziando o sottoscrivendo una linea di credito azionaria domestica. Anche se questo non è in genere raccomandato, si potrebbe comprare un po ‘di tempo per i proprietari di piccole imprese per rimettersi in piedi, afferma Prosen.

Puoi anche chiedere un prestito a familiari e amici, soprattutto se hai solo bisogno di una piccola somma per farti andare. Se questa non è un’opzione, dai un’occhiata ai microlender, suggerisce Prosen. L’Iniziativa per la proprietà aziendale dell’Aspen Institute ha un database nazionale sulla portata, l’efficacia e i risultati delle organizzazioni di microlending senza scopo di lucro. Tuttavia, indipendentemente da chi presti, devi leggere la stampa fine e contattare un avvocato o un CPA per rivedere i termini prima di firmare qualsiasi cosa, afferma Prosen.

Il fallimento è un’altra opzione e potrebbe offrire a un’impresa la possibilità di rimanere aperta e di effettuare pagamenti mensili minori ai creditori. Naturalmente, il fallimento influenzerà le imprese in modo diverso e dipenderà dal percorso che segui. Simile ai fallimenti personali, tuttavia, è solo una buona opzione se hai attentamente considerato le tue scelte e hai capito in cosa ti stai cacciando. Eppure per alcuni, potrebbe essere l’unica scelta, afferma Prosen.

7. Preparati per domani

“Vivremo per combattere un altro giorno”, dice Prosen. “Ma devi essere intelligente e assumere il controllo.” Al termine della pandemia di coronavirus, gli imprenditori devono essere preparati, comprendere la loro situazione finanziaria e massimizzare ogni opportunità.

Anche se dovessi licenziare e licenziare dipendenti, Pascaretta consiglia di rimanere in contatto. Se la tua attività si riapre, potresti aver bisogno che quei dipendenti tornino volentieri al lavoro.

“Quando le piccole imprese sono in preda al panico, si stanno dimenticando dei bisogni della loro gente”, dice Pascaretta. “Comunicare con il tuo staff, il tuo team e mostrarti la cura … è estremamente importante.”

Check-out: Le migliori carte di credito di 2020 potrebbe farti guadagnare oltre $ 1, 000 in 5 anni

Da non perdere: Man mano che il denaro per i prestiti alle piccole imprese si esaurisce, molte aziende approvate attendono ancora controlli o chiarezza su rigide linee guida

Articolo originale di CNBC