Entra in contatto con noi

Lifestyle

Il “Blue Monday” è davvero il giorno più triste dell'anno?

Pubblicato

il

Si dice che il terzo lunedì di gennaio, che quest’anno cade il 16 gennaio, sia il giorno più triste dell’anno, poiché le persone sono alle prese con debiti per le vacanze, risoluzioni fallite per il nuovo anno e giorni tristi.

È ampiamente noto come “Blue Monday” e il termine è stato creato dal non più esistente Società britannica Sky Travel e lo psicologo gallese Cliff Arnall. Per determinare il “giorno più triste dell’anno”, la società ha affermato di aver utilizzato una formula che considerava sette cose: tempo trascorso da Natale, stipendio mensile, condizioni meteorologiche, debito, tempo trascorso dal fallito tentativo di risoluzione del nuovo anno, bassi livelli motivazionali e la necessità di prendere azione.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Anche se la formula sembra abbastanza ragionevole e Gennaio è decisamente un mese deludente, gli esperti sono diffidenti riguardo alla legittimità del Blue Monday e affermano che non ci sono dati a sostegno di questa affermazione. Inoltre, potrebbe anche essere dannoso legare le tue emozioni negative a un solo giorno.

Ecco cosa sapere sul fenomeno e cosa fare se ti senti giù in questo periodo dell’anno:

Il Blue Monday non è una cosa reale.

Il Blue Monday “non è qualcosa che penso sia un concetto comune nel campo della salute mentale, e penso che uno dei motivi sia che non ci sono molte ricerche empiriche che si concentrino su quel concetto”, ha detto Belle Liangprofessore di consulenza psicologica al Boston College e coautore del libro bestseller “Come navigare nella vita: la nuova scienza per trovare la tua strada a scuola, carriera e oltre.”

Advertisement

Tyler Keithun assistente sociale clinico autorizzato e terapista di telemedicina presso Thriveworks a Wilmington, nella Carolina del Nord, ha affermato che la salute mentale può essere Googled di più a gennaio, ma non ci sono dati che dimostrino che le persone sono più tristi il ​​terzo lunedì di gennaio.

Liang ha aggiunto che sebbene il concetto di Blue Monday sia legato a disturbo affettivo stagionale – un disturbo dell’umore molto reale che colpisce milioni di persone soprattutto in inverno – “l’idea nel nostro campo è che i problemi e le lotte di salute mentale sono piuttosto consistenti e stanno aumentando nel nostro paese nel tempo”.

In altre parole, sempre più persone hanno a che fare con problemi di salute mentale mentre arranchiamo attraverso la pandemia di COVID, l’alta inflazione e la stagione invernale. Ma questi problemi non raggiungeranno il loro apice il 16 gennaio, né scompariranno dopo quella data.

“È più un effetto stagionale che una data specifica”, ha detto Keith. Ha aggiunto che i terapisti spesso si preparano per un aumento dei rinvii dopo le vacanze quando mMolte persone stanno cercando di iniziare la terapia a causa dello stress post-vacanze e dell’effetto ampiamente negativo dell’inverno sull’umore. Ma non si sentono necessariamente più tristi il ​​Blue Monday.

Advertisement

Kelly Mitchell tramite Getty Images

Sebbene il concetto di Blue Monday non sia reale, risuona in molte persone che affrontano la tristezza invernale.

Semmai, il Blue Monday potrebbe essere un po’ una profezia che si autoavvera.

Laing ha notato che potrebbe esserci un aspetto di profezia che si autoavvera del Blue Monday per alcune persone.

Potrebbero sapere del Blue Monday e pensare che segnali il momento di fare il punto sul fatto che gli obiettivi siano stati raggiunti, le risoluzioni siano state seguite e l’umore post-vacanze sia sotto controllo, ha detto Lang.

Advertisement

Quando fai quel duro controllo, la risposta probabilmente sarà no, il che ti farà sentire piuttosto male e potrebbe farti credere che hai a che fare con una situazione del Blue Monday, ha osservato.

Oppure potrebbe essere solo uno stratagemma di marketing.

Sebbene questo concetto si riferisca alla tristezza invernale che molti provano, Keith ha affermato che è anche sostenuto dalle organizzazioni di marketing che sfruttano il crescente interesse per il cambiamento (come nuove routine in palestra o piani dietetici) in questo periodo dell’anno.

Le persone vogliono sentirsi meglio in questo periodo dell’anno, motivo per cui fissano i propositi per il nuovo anno o prenotano rapidamente una vacanza rilassante, ma questo non arriva alla radice del problema, ha osservato Laing.

“Le persone sono alla disperata ricerca di uno scopo e un significato nella loro vita, e cercano di farlo attraverso il materialismo”, ha detto, e il furore intorno allo shopping natalizio ne è un indicatore.

Advertisement

Le società di marketing e i marchi dei social media sono consapevoli di questo desiderio di trovare uno scopo attraverso il materialismo e persino la definizione degli obiettivi.

“Il Blue Monday è solo un altro modo in cui la nostra psiche viene manipolata da altri”, ha detto Laing.

Questo concetto risuona perché molti stanno lottando in questo momento.

Secondo Keith, l’idea del Blue Monday è apprezzata dalle persone perché è valida. Giustifica come ci sentiamo e ci ricorda che non siamo gli unici a sentirci in questo modo.

Inoltre, legare le nostre emozioni a un giorno specifico toglie parte della pressione dalla nostra salute mentale, anche se non è una buona cosa, ha detto Laing.

Advertisement

“Vogliamo spiegarlo – vogliamo che sia legato a un momento nel tempo che passerà invece di pensare che potrebbe continuare per un po’ di tempo e non ne conosciamo l’origine e non sappiamo quando finirà “, ha detto, aggiungendo che le ragioni più profonde delle lotte per la salute mentale sono molto più difficili da affrontare rispetto a un solo triste giorno.

″[A] profondo senso di smarrimento e mancanza di significato nella vita e mancanza di scopo, è più spaventoso con cui sedersi “, ha detto Laing.

Affrontare alti e bassi fa parte della vita, hanno sottolineato entrambi gli esperti. Va bene sentirsi tristi a volte; fa parte della vita.

Invece di rivolgerti a qualcosa di esterno per spiegare come ti senti, Laing ti ha suggerito di “svolgere un lavoro più profondo per connetterti con ciò che ha valore e ciò che ha uno scopo nella vita – non abbiamo bisogno di guardare verso i nostri feed sui social media per il nostro senso del valore”.

Advertisement

Sappi che la depressione stagionale è reale, però, e ci sono modi per far fronte se ti senti giù.

Secondo la Mayo Clinic, i segni del disturbo affettivo stagionale includono bassa energia, sentirsi senza speranza, non avere più interesse per le attività che una volta ti piacevano e sentirsi tristi per gran parte della giornata per giorni e giorni.

Se pensi di avere a che fare con questo, ci sono cose che puoi fare.

Parlare con un terapista è un buon modo per affrontare la tristezza invernale o la tristezza in qualsiasi periodo dell’anno, se è per questo. Puoi trovare un fornitore tramite Il database di Psychology Today o mettiti in contatto con la tua assicurazione sanitaria per vedere quali fornitori di salute mentale sono coperti dal tuo piano.

Per un aiuto più immediato, puoi chiamare il 988la hotline nazionale per la salute mentale, gratuita e disponibile per chiunque abbia bisogno di supporto.

Advertisement

Anche se il Blue Monday potrebbe non essere reale, le lotte per la salute mentale, in particolare durante i mesi freddi e bui, lo sono. Non aver paura di chiedere aiuto se ne hai bisogno.

Advertisement

Trending