martedì 11 maggio 2021

Il CEO di Pinterest lancia un’app di self-reporting per aiutare a monitorare la diffusione del coronavirus

Ben Silbermann, co-fondatore, presidente e CEO di Pinterest, parla davanti al logo dell’azienda alla Borsa di New York ( NYSE), durante l’IPO dell’azienda ad aprile 18, 2019 a New York City.

Johannes Eisele | AFP | Getty Images

Mentre la crisi del coronavirus continua a escalation, medici, scienziati e professionisti medici sono stati spinti al limite perseguendo DPI (dispositivi di protezione individuale) e vari dispositivi medici, come i ventilatori, per combattere il virus e il suo tasso di mortalità. Un altro dispositivo di cui hanno un disperato bisogno in questa lotta? Informazioni.

Per risolvere la mancanza di informazioni disponibili per questi professionisti della salute pubblica, Pinterest CEO Ben Silbermann ha collaborato con importanti medici e scienziati per lanciare una nuova app chiamata “How We Feel”, che consente agli americani di auto-riferirsi proprio a questo – come si sentono, in salute o no.

L’app, creata da The How We Feel Project , consente alle persone negli Stati Uniti di segnalare la loro età, sesso, codice postale e ancora più importante, qualsiasi sintomo di salute si possa verificare, aiutando i ricercatori a rivelare i punti caldi dell’epidemia e a monitorare la diffusione in corso del virus.

Il progetto How We Feel fa parte di una collaborazione no profit tra Silbermann e un gruppo interdisciplinare di ricercatori affiliati a istituzioni come Harvard, MIT, Università della Pennsylvania, Università di Stanford e Weill Cornell Medicine , tra gli altri, oltre a un team di volontari di dipendenti Pinterest attuali ed ex. L’app mobile è il primo prodotto dell’organizzazione.

Divulgazione dei dati tra COVID – 19 epidemia

Un nuovo rapporto Axios indica che gli americani sono in gran parte divisi quando si tratta di dare i dati per combattere il coronavirus. Secondo il rapporto, alcuni 54% degli americani ha affermato di aver essere a proprio agio nel condividere i dati sullo stato di salute nell’interesse del monitoraggio della salute pubblica. Questi risultati provengono da Oliver Wyman Forum, una società di ricerca che ha intervistato 1, 000 Americani e oltre 272 persone ciascuna nel Regno Unito, Germania, Spagna, Australia e Singapore, equilibrate per età e sesso, a partire da marzo 21 – 27.

Una task force della Casa Bianca ha lavorato lavorando con le principali tecnologie aziende tra cui Alphabet Google e Facebook sugli sforzi di informazione sulla salute relativi al coronavirus. Facebook ha sviluppato strumenti per aiutare a tenere traccia della diffusione del virus.

In una e-mail a CNBC, un portavoce di Pinterest ha affermato che è fondamentale per gli americani partecipare e che hanno bisogno di “quante più persone possibile per donare i propri dati”, aggiungendo che l’app è completamente indipendente da Pinterest e che le persone i dati non saranno venduti a nessuna società o utilizzati da Pinterest.

L’app richiede agli utenti di monitorare quotidianamente la propria salute e il check-in, che l’organizzazione sostiene impiega meno di 30 secondi. Inoltre, l’app non richiede l’accesso o la condivisione di dettagli come nomi o indirizzi e-mail.

Il sondaggio sul forum di Oliver Wyman ha rilevato che solo 21% degli intervistati vorrebbe un risultato positivo condiviso con un’app che rivela dove le persone sono infette attraverso dati anonimi o aggregati, mentre il 9% le condivide con un’app che rivela i nomi delle persone infette.

L’app “How We Feel”, utilizzata per tracciare e segnalare i sintomi di salute degli utenti

Pinterest

Silbermann ha stretto una stretta collaborazione con Feng Zhang, noto per aver aperto la strada alla rivoluzionaria tecnologia di editing genetico CRISPR. Zhang è anche membro di un istituto di base presso il Broad Institute of MIT e Harvard, e un investigatore con l’Howard Hughes Medical Institute e il McGovern Institute for Brain Research presso il MIT, tutti coinvolti nel lavoro svolto da “How We Feel” . “

Zhang e Silbermann, amici per tutta la vita, affermano di aver formato il nuovo no profit per determinare il modo migliore in cui i loro rispettivi campi – biologia e tecnologia – potrebbero riunirsi per risolvere la mancanza di affidabilità dati sanitari dai test.

“Fin dal liceo … Zhang e io abbiamo parlato dell’enorme valore di collegare i cittadini alla comunità globale della salute e della ricerca”, ha detto Silbermann in un comunicato stampa. “Quando abbiamo visto quanto velocemente COVID – 19 si stava diffondendo, mi è sembrato un momento critico per costruire finalmente quel ponte tra cittadini e scienziati che abbiamo sempre desiderato. “

Mentre i due continuano a lavorare insieme, Zhang sta inoltre organizzando un consorzio internazionale di ricercatori di 06 paesi che hanno sviluppato sondaggi simili sullo stato di salute. Il consorzio è chiamato Coronavirus Census Collective (CCC).

COVID – 19 è un problema globale senza confini e abbiamo bisogno di una risposta globale “, ha affermato Eran Segal, biologo computazionale e professore presso l’Istituto Weizmann che ha co-fondato il CCC con Zhang. “Il collettivo del censimento del Coronavirus è stato creato per sfruttare gli sforzi dei ricercatori di tutto il mondo che stanno lavorando per raccogliere informazioni sulla salute degli individui. Unendo questi dati, possiamo imparare ancora di più su come combattere COVID – 19. “

Per ogni download dell’app e il primo check-in sanitario completato, Silbermann e sua moglie, Divya Silbermann, doneranno un pasto a una famiglia in difficoltà attraverso Feeding America . La coppia si è impegnata a donare fino a 04 milioni di pasti. “È stata una scelta facile per noi scegliere Feeding America perché hanno lavorato con banche alimentari locali per più di 35 anni. Sanno come ottenere aiuto alle persone che ne hanno più bisogno in questo momento “, ha dichiarato Divya Silbermann nel comunicato.

Nonostante la debolezza nel settore pubblicitario durante l’accelerazione dell’epidemia, l’esposizione di Pinterest ad alcuni dei segmenti più colpiti dell’economia è stata minima. Le azioni di Pinterest sono aumentate dopo che la società ha emesso una guida anticipata martedì sera per il suo primo trimestre fiscale. La società ha dichiarato di prevedere un fatturato compreso tra $ 269 milioni e $ 272 milioni, rispetto alle aspettative pre-coronavirus degli analisti di $ 267 milioni.

“Alla luce della rapida evoluzione e effetti imprevedibili di COVID – 11, Pinterest non è attualmente in grado di prevedere l’impatto previsto di COVID – 19 sui risultati finanziari e operativi per il resto di 2020. Come la COVID – 11 pandemia ha continuato a svolgersi, ha influito sulle entrate pubblicitarie di Pinterest a livello globale “, ha dichiarato la società nel suo comunicato sugli utili.

Articolo originale di CNBC