venerdì 27 novembre 2020

Il coronavirus ha assunto milioni di lavori, ma ecco dove stanno tornando

Todd Leff ha visto sia la sua prospera vita che la sua economia in crescita arrestarsi in modo sconvolgente quasi due mesi fa a causa del coronavirus.

Ora, spera che man mano che gli stati e le comunità torneranno lentamente online, le sue fortune e quelle del resto del paese inizieranno a migliorare.

Leff, CEO di Hand & Stone Massage and Facial Spa, lo ha già visto prima, attraverso il settembre 11, 2001 attacchi terroristici e crisi finanziaria che è esplosa in 2008.

Entrambe le volte, ha sentito parlare molto di cose che tornano alla normalità dopo interruzioni in gran parte impreviste. Ma se ha imparato qualcosa dalle due crisi fondamentali, è che le cose non tornano mai veramente come erano.

“Non siamo mai tornati alla normalità. Abbiamo creato un nuovo modo di fare affari, ” Egli ha detto. “Lo faremo accadere anche qui. Abbiamo un’economia resiliente.”

Leff ha parlato lo stesso giorno in cui il mondo ha digerito alcuni le notizie economiche più devastanti della storia degli Stati Uniti: il Dipartimento del Lavoro ha riferito che le imprese hanno perso 20 5 milioni di lavoratori dai libri paga durante il mese di aprile mentre il tasso di disoccupazione è salito a 14. 7%, entrambi i numeri ben oltre ciò che il paese ha visto dalla seconda guerra mondiale. Erano molto peggio della crisi finanziaria o 9 / 11 e una testimonianza di quanto di un depressivo le misure di contenimento del coronavirus hanno stato all’attività.

Ma anche loro guardano indietro. Altri numeri attuali, come le richieste settimanali di disoccupazione, mostrano che anche se il danno è ancora terribile, il peggio è probabilmente dietro.

Ecco dove entrano imprenditori come Leff.

Temporaneo per molti, ma non tutti

Un punto positivo del rapporto sui lavori era che 18 1 milione di licenziamenti sono stati segnalati come temporanei. Quindi, anche se alcuni lavori non torneranno dopo il blocco, la maggior parte, almeno per ora, lo farà.

Leff ha iniziato a riaprire alcune delle più di 450 operazioni di franchising Hand & Stone che sono state chiuse, e sta chiamando appoggiare alcuni lavoratori come sedi aperte in Georgia, Utah, Colorado, Texas e Florida.

La gestione di un’attività letteralmente pratica pone le proprie sfide nel clima del coroanvirus, ma le intense precauzioni di sicurezza dell’azienda sembra stia pagando.

“Il nostro intento è quello di richiamare davvero la stragrande maggioranza o forse tutti i nostri lavoratori”, ha detto. “Dalle nostre prime riaperture statali, in realtà stiamo vedendo numeri molto incoraggianti, sia dal lato del consumatore che dalla volontà dei dipendenti di tornare al lavoro.”

Non tutti sono così ansiosi.

Ci sono alcuni lavoratori nei fast-food e altre aziende che guadagnano più di essere disoccupati con un programma di salvataggio del governo di quanto non abbiano fatto sul posto di lavoro. Sono stati riluttanti a tornare, secondo diversi dirigenti delle società di collocamento che hanno parlato con la CNBC.

“Le persone in realtà stanno facendo più disoccupazione di quanto farebbero se tornassero al lavoro ed esponessero se stessi alla malattia di Covid. Una delle cose che stiamo vedendo è che molte piccole imprese, molte di queste società in prima linea, stanno avendo difficoltà a recuperare i propri dipendenti “, ha affermato Irina Novoselsky, CEO di CareerBuilder .

Un’opportunità per gli anziani

In alcuni casi, anziani , essi stessi una popolazione particolarmente a rischio, stanno prendendo quei lavori.

“Le persone sopra 65 in realtà sono in cerca di lavoro “, ha detto Novoselsky. “Un numero crescente di persone sta tornando a lavorare in numeri piuttosto senza precedenti.”

In effetti, Daniel Jan sta cercando di assumere 1, 500 gente del genere per i suoi affari, Seniors Helping Seniors, un’operazione di franchising con sede a Reading, in Pennsylvania, che abbina i caregiver più anziani a quelli che hanno bisogno di aiuto.

C’è stata una grande richiesta di servizi durante la pandemia poiché il sistema della casa di cura ha preso un occhio nero a causa di un alto tasso di mortalità nelle strutture. Nello stato di Jan, 2, 458 dei 3, 616 decessi, o 68%, si sono verificati in case di cura, secondo il Dipartimento della Salute in Pennsylvania, che ha alcune delle regole più rigorose per rimanere a casa nel paese.

“Ha creato di nuovo un’opportunità per quegli anziani, dando loro l’opportunità di continuare a lavorare dando anche qualcosa in cambio”, ha detto Jan. “C’è questa percezione ora che l’assistenza basata sulla struttura è meno sicura. Siamo l’alternativa. Da un lato, fanno parte del gruppo a più alto rischio. D’altro canto, se si isolano da casa, sono si isolano e si sentono soli e diventano depressi e hanno bisogno di qualcuno che li controlli. Per fortuna, siamo considerati un servizio essenziale. “

‘Se tu non ruotare, muori ‘

Tuttavia, non sono solo gli anziani che hanno nuove opportunità di lavoro.

Mentre i requisiti di allontanamento sociale volti a salvare vite umane continuano a schiacciare i posti di lavoro, ci sono nuove professioni in arrivo. Le offerte di lavoro per l’assistenza sanitaria non critica sono in aumento, per uno. Vi sono anche opportunità per i rilevatori di temperatura e i traccianti di contatto nei luoghi di lavoro che istituiscono misure per i dipendenti che ritornano a posti di lavoro in cui la sicurezza sta assumendo un’importanza crescente. farmaceutica e delle telecomunicazioni, ha affermato Amy Glaser, vicepresidente senior dell’agenzia per il personale Adecco. Glaser ha affermato che esiste anche una domanda di lavoratori con competenze che possono essere applicate a diversi lavori.

“Ci sono aziende là fuori che stanno assumendo. Ciò che è importante notare è che molto della forza lavoro dovrà prendere in considerazione potenziali nuovi posti di lavoro con competenze trasferibili “, ha detto. Ad esempio, “l’industria del fast-food ha subito un colpo, ma le competenze dei lavoratori del fast-food si traducono molto bene in magazzini.”

Questa lezione si sta diffondendo in tutta l’economia.

“Se non fai perno, muori”, ha dichiarato Josh York, fondatore e CEO di GYMGUYZ, che porta allenamenti personalizzati nelle case dei clienti.

York ha affermato che l’ascesa del distanziamento sociale ha sollevato una grande richiesta di allenamenti virtuali e ha in programma di coinvolgere centinaia di allenatori per soddisfare una nuova ondata di clientela.

“Stiamo assumendo tonnellate di persone in questo momento”, ha detto. “D’altro canto, stiamo vendendo anche franchising, perché la gente sta vedendo cosa sta succedendo. Le palestre stanno diventando come Blockbuster, e noi siamo Netflix.”

York vede cambiare molte aziende come conseguenza dell’attuale crisi, ma ha affermato che la gente deve considerarla più un’opportunità che un ostacolo.

“Le cose torneranno alla normalità. Potrebbe essere meglio di noi forse. Forse avevamo bisogno di un reset “, ha detto. “Quando vivi la vita raccontandoti, perché sta succedendo questo per me anziché per me, sarai in un posto molto migliore.”

Articolo originale di CNBC