domenica 28 novembre 2021

Il Dow ha appena perso il 12% in una settimana. Ecco perché e cosa probabilmente succederà dopo

Il mercato azionario statunitense ha subito una contrazione storica questa settimana poiché il coronavirus si è diffuso al di fuori della Cina, allontanando investitori e operatori dalle azioni.

Il Dow Jones Industrial Average e S&P 500 caduto ciascuno 12% e 11% per la settimana, rispettivamente, segnando la loro peggior performance settimanale dalla crisi finanziaria. Il 30 – stock Dow ha pubblicato il suo più grande perdita di punti ogni giorno di giovedì. Cadde anche nel profondo del territorio di correzione, più in basso di 10% da un record, insieme allo S&P 500 e Nasdaq Composite .

La storica scossa di Wall Street- sono sorti mentre crescevano le preoccupazioni sull’impatto del coronavirus sull’economia globale e sui profitti delle imprese. Il numero di nuovi casi in Cina ha continuato ad aumentare questa settimana, mentre il numero di persone che hanno contratto il virus è aumentato vertiginosamente in Corea del Sud e in Italia. Ciò ha portato un gran numero di aziende a emettere avvisi sui loro guadagni. Ha anche smorzato le prospettive del mercato per gli investitori preoccupati che potrebbe presto diffondersi negli Stati Uniti.

“Quando le persone non sanno quantificare le cose, che è davvero dove siamo in questo momento, la prima reazione sul mercato è quella di vendere prima e capire le cose un po ‘più tardi “, ha detto JJ Kinahan, capo stratega del mercato presso TD Ameritrade.

Cosa è successo?

Il Dow ha registrato due cali di oltre 1, 000 questa settimana. La perdita di 1 di giovedì, 192 era il più grande punto di un giorno del Dow perdita registrata. Il 26 – la media delil titolo ha anche chiuso la settimana giù 14 % da un livello record.

The S&P 500, nel frattempo, ha registrato cali di oltre il 2% in tre delle cinque sessioni di questa settimana. Prima di allora, l’ampio indice di mercato non aveva registrato un calo di tale portata da agosto. Il benchmark azionario statunitense ha concluso la settimana quasi 11% al di sotto di un record massimo fissato a febbraio 19. Ciò segna il declino più rapido della media da un massimo storico a una correzione mai, al di fuori di un incidente di un giorno.

“Più a lungo questo [coronavirus] rimane nella mente dei partecipanti al mercato , maggiore sarà l’impatto non solo sui mercati, ma sull’economia “, ha affermato Dan Deming, amministratore delegato di KKM Financial. “Ecco perché vediamo queste rotazioni”.

Anche il mercato ha preso una battuta questa settimana su base individuale. Solo due componenti S&P 500 – Regeneron Pharmaceuticals e Qorvo – chiuso più in alto per la settimana. Nel frattempo, 96% dell’intero S&P 500 è nel territorio di correzione.

Tutti 30 I membri di Dow hanno chiuso la settimana più di 10% dai rispettivi 52 – massimi settimanali. Il gigante della tecnologia Apple si è persino immerso in un mercato orso, scambiando brevemente più di 20% dal suo record intraday stabilito a gennaio.

“Ciò che abbiamo visto negli ultimi due giorni è pura liquidazione”, ha detto Keith Lerner, capo stratega di mercato presso Truist / SunTrust Advisory. “Gli investitori stanno dicendo ‘fammi uscire ad ogni costo.” “

” La dinamica più importante sul mercato è l’incertezza “, ha aggiunto Lerner. “Le persone vendono per prime e pongono domande in seguito.”

I commercianti e gli investitori hanno cercato protezione dal declino del mercato azionario caricando sui Treasury statunitensi e coprendo le opzioni.

Il punto di riferimento 000 – il rendimento del Tesoro dell’anno si è rotto sotto l’1. 15% per la prima volta in assoluto venerdì. Il tasso ha iniziato la settimana oscillando intorno all’1,4%. Nel frattempo, il cosiddetto indicatore della paura di Wall Street – l’indice di volatilità di Cboe (VIX) – è salito a 49. 15, il suo livello intraday più alto da febbraio 2018.

Perché è successo?

Il numero di casi confermati di coronavirus in Corea del Sud è balzato questa settimana a più di 2, 300. Ciò lo rende il paese con i casi più confermati al di fuori della Cina, dove il bilancio delle vittime del virus è ora superiore a 2, 700. In Italia, il numero di persone infette ha raggiunto più di 300. Questa settimana sono stati segnalati anche casi in Iran, Nuova Zelanda e Nigeria.

Il numero di casi che colpiscono, soprattutto al di fuori della Cina, ha sollevato la preoccupazione di un prolungato rallentamento economico globale e ha spaventato gli investitori delle scorte. Tale incertezza ha anche portato alcune società a mettere in guardia gli investitori sull’impatto del virus sul loro numero.

Microsoft ha detto mercoledì la sua guida alle entrate del trimestre corrente per la sua divisione di personal computer – che rappresenta 36% delle vendite complessive dell’azienda – non verrebbe soddisfatto poiché il coronavirus rallenta la sua catena di approvvigionamento. PayPal ha avvertito giovedì che il coronavirus inciderà negativamente sulla previsione delle entrate . Mastercard ha detto lunedì il il virus potrebbe intaccare le sue entrate 2020 .

Questi fattori combinati per il calo della testa e oscillazioni selvagge volatili.

Cosa succederà dopo?

I partecipanti al mercato cercheranno segni di un fondo dopo la settimana grande recessione.

Dalla seconda guerra mondiale, l’S & P 500 ha avuto 26 correzione del mercato (escluso quello iniziato questa settimana). Durante quei periodi correttivi, l’S & P 500 è diminuito di un media di 13. 7% e ha impiegato circa quattro mesi per recuperare. Questo ovviamente se non si trasformano in mercati orso.

Larry Benedict, CEO di The Opportunistic Commerciante, ritiene che le azioni siano attualmente abbastanza economiche da consentire agli investitori di andare a caccia di occasioni. “I mercati sono svaniti in grande stile. Non credo che veniamo qui in un chiaro colpo di luna, ma potenzialmente otteniamo un po ‘di stabilizzazione e un po’ di rialzo qui.”

Benedict ha sottolineato che titoli come Exxon Mobil sono negoziati con uno sconto significativo. Le quote di Exxon sono cadute quasi 40% dal loro 52 – settimana alta.

Tuttavia, Jeff Chang, amministratore delegato di Cboe Vest, pensa che gli investitori dovrebbero rimanere cauti.

“Storicamente, abbiamo visto un elevato livello di volatilità dopo un picco di volatilità più elevato come questo “, ha detto Chang. “Quindi mi aspetto che i mercati più mossi si muovano in avanti.”

Iscriviti a CNBC PRO per approfondimenti e analisi esclusivi e programmazione di giorni lavorativi in ​​diretta da tutto il mondo .

Articolo originale di CNBC