martedì 27 ottobre 2020

Il fornitore di software per ristoranti Toast taglia il 50% del personale mentre il coronavirus forza la chiusura dei ristoranti

Radha Dhruv assistente direttore generale, utilizzando il software Toast, febbraio 23, 2018 a Denver, in Colorado.

Joe Amon | The Denver Post via Getty Images

Toast, un fornitore di software per punti vendita per l’industria della ristorazione, ha annunciato martedì che sta tagliando 50% del suo personale come coronavirus costringe le imprese in tutto il paese a chiudere. Ciò equivale a circa 1, 300 dipendenti.

“Durante il mese di marzo, a seguito del necessario allontanamento sociale e delle chiusure obbligate dal governo, le vendite di ristoranti sono diminuite di 50 percento nella maggior parte delle città “, il CEO Chris Comparato ha scritto in un post sul blog . “Questa è un’enorme interruzione che ha colpito l’industria praticamente dall’oggi al domani. Molti ristoranti che hanno temporaneamente chiuso potrebbero non riaprire mai.”

In arrivo 2020, Toast stava cavalcando in alto, sollevando $ 400 milioni a febbraio con una valutazione di quasi $ 5 miliardi dopo ricavi più che raddoppiati l’anno scorso. Ma poiché le città da San Francisco a New York hanno imposto ordini di rifugio sul posto il mese scorso, i ristoranti sono stati in grado di servire il cibo solo tramite consegna e da asporto.

Mentre Toast fornisce la tecnologia per aiutare i ristoranti a spostarsi dalle sale da pranzo agli stabilimenti da asporto, l’azienda ha ottenuto un enorme successo di entrate da parte dei clienti che hanno chiuso e hanno deciso di regalare consegna e pacco da asporto per tre mesi.

Toast, che ha sede a Boston, si unisce a un elenco crescente di start-up che sono costrette a ridimensionarsi drasticamente mentre l’economia rimane chiusa in gran parte del paese e aumentano le richieste di sussidi di disoccupazione per un record. Avvio di fitness ClassPass ha detto ai dipendenti la scorsa settimana che si stava licenziando o sparando circa la metà circa 700 lavoratori. La società di valigeria Away sta inoltre lanciando circa la metà dei suoi dipendenti e ne licenzia un altro 10%.

Toast, fondata otto anni fa, era stata un grande beneficiario dell’economia in forte espansione, aiutando i ristoranti nuovi e raffinati a modernizzare la loro tecnologia per soddisfare la domanda dei clienti. Il mercato si è spostato in fretta.

Alcuni membri dello staff pubblicati su LinkedIn Martedì sono sul mercato per un nuovo lavoro. Uno studente internazionale qui con un visto ha scritto che “perdere il lavoro in un momento critico come questo potrebbe significare terminare efficacemente la mia carriera negli Stati Uniti”, e un graphic designer ha detto: “Non sono sicuro di quello che sarà il prossimo, ma se ne sei consapevole di qualsiasi posizione di design aperta a Boston o in remoto, apprezzerei molto che tu le abbia inviate a modo mio. “

Toast ha la fortuna di aver riempito il suo bilancio proprio prima che la crisi colpisca. Ora deve sperare che un settore sia ancora abbastanza grande da supportare la sua attività quando arriviamo dall’altra parte.

“Non esiste un playbook per la navigazione in una pandemia globale, ma in Toast faremo un doppio sforzo per sostenere la nostra comunità e diventare la piattaforma leader per ristoranti di tutte le dimensioni, “Comparato ha scritto martedì. “Continueremo a investire nel nostro team, nella nostra piattaforma e, soprattutto, nella nostra comunità di clienti.”

GUARDA: Chef Tim Love su come ha chiesto aiuto alle piccole imprese

Articolo originale di CNBC