giovedì 26 maggio 2022

Il futuro riparte dal Tacco dello Stivale  contributi a fondo perduto e prestiti a tasso zero

Ripartire e avere nuove idee in Puglia grazie alla Fondazione NIDI -Nuove Iniziative d’Impresa per contributi a fondo perduto e prestiti a tasso zero

Attraverso la Fondazione NIDI -Nuove Iniziative d’Impresa, la Regione Puglia eroga contributi a fondo perduto e prestiti a tasso zero per avviare piccole e micro imprese o studi professionali collegati. La misura è rivolta a categorie vulnerabili come giovani, donne e disoccupati interessati ad avviare una nuova impresa nella regione.

Ora puoi candidarti. Ecco il bando, i requisiti, il costo delle agevolazioni e come ottenerle in regione.

Avviso Pubblico NIDI Puglia 2022 sostiene in particolare le seguenti attività: squadre giovanili, imprese femminili, nuove società, aziende turistiche per la costituzione di pensioni o bed and breakfast, Aziende che si tramandano di generazione in generazione, Acquisizione di aziende in crisi, gestione di immobili confiscati o di aziende confiscate, aziende che utilizzano la misura PIN (Pugliesi Innovativi).

Le risorse complessive destinate a finanziare il Vivaio della Puglia sono 35.760.645,46 euro. L’importo sarà destinato a sostenere sia lo strumento di ingegneria finanziaria Fondo per mutui (10.247.725,42 di euro), che l’erogazione dei contributi in forma di sovvenzione diretta o di prestiti rimborsabili (25.512.920,05 di euro).  Nel 2022, infatti, verranno prese in considerazione solo le candidature relative ad attività che non costituiscono continuità aziendale (operativa e gestionale) o di ampliamento e acquisizione di aziende preesistenti. Fanno eccezione le società soggette a cambio generazionale, acquisizione di società in crisi, gestione di beni confiscati o società incamerate, società che utilizzano la misura PIN.

Le sovvenzioni e i finanziamenti a fondo perduto erogati nell’ambito del programma NIDI Puglia 2022 sono destinati alle categorie a basso reddito che intendono avviare una nuova attività imprenditoriale nella regione. Le agevolazioni sono riservate alle società non ancora costituite o di nuova costituzione. Le società di “nuova costituzione” sono quelle che, alla data della domanda, sono costituite (o, se ditte individuali, hanno aperto una partita IVA) da non più di 6 mesi. Possono richiedere l’accesso alle agevolazioni anche le imprese stabilite da più di 6 mesi se rientrino nelle seguenti categorie: Passaggio generazionale, Rilevamento di impresa in crisi, Impresa confiscata da parte dei dipendenti, Cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati;
Imprese beneficiarie della misura “PIN – Pugliesi Innovativi”