giovedì 29 ottobre 2020

Il leader britannico Boris Johnson ha affermato di “migliorare” mentre trascorre la terza notte in terapia intensiva

Il primo ministro britannico Boris Johnson lascia Downing Street per recarsi a Buckingham Palace dopo le elezioni generali a Londra, Gran Bretagna, dicembre 13, 2019.

Thomas Mukoya | Reuters

U.K. Il primo ministro Boris Johnson “continua a migliorare”, ha detto il suo portavoce giovedì, dopo aver trascorso una terza notte in terapia intensiva con coronavirus.

Parlando con i giornalisti, il portavoce ha anche detto che Johnson ha avuto un buona notte ed è “di buon umore”. Il primo ministro, che è attualmente all’ospedale St. Thomas di Londra, ha ricevuto “un trattamento di ossigeno standard”, indicando che non è su un ventilatore.

Il ministro della Cultura Oliver Dowden giovedì scorso ha commentato le condizioni di Johnson, dicendo alla BBC che Johnson è “stabile, in miglioramento, seduto e coinvolto con il personale medico”, aggiungendo: “Penso che le cose stanno migliorando per lui. “

La battaglia di Johnson in ospedale arriva mentre il Regno Unito ha riferito mercoledì il suo più grande aumento giornaliero di morti finora – 938 vittime – innalzando il numero complessivo delle vittime a 7, 097 persone.

Il comitato di emergenza del governo si riunisce giovedì per discutere le misure di blocco e per rivedere i dati scientifici sulla diffusione del coronavirus nel Regno Unito da quando sono state introdotte restrizioni alla vita pubblica in fine marzo.

Dominic Raab, segretario straniero, è attualmente sostituto di Johnson e presiederà l’incontro.

Quasi tutte le aziende rimangono chiusi, ad eccezione di quelli ritenuti essenziali, e al pubblico è stato detto di rimanere a casa a meno che non debbano acquistare cibo, fetc h medicina o esercizio fisico una volta al giorno.

Johnson, 55, si trasferì in terapia intensiva unità di cura presso l’ospedale St. Thomas lunedì sera dopo che i suoi sintomi di coronavirus sono peggiorati.

Lo ha annunciato a marzo 27 che si era rivelato positivo per COVID – 19 , ma non è stato ricoverato in ospedale fino a domenica per “esami” dovuti a sintomi persistenti del virus, tra cui tosse e febbre.

Mercoledì Sunak ha detto che l’infezione di Johnson ha mostrato COVID – 19 era un “indiscriminato” malattia che colpisce le persone in tutto il Regno Unito. Ha offerto sostegno al primo ministro, che ha chiamato il suo “amico”, e ha detto “i miei pensieri sono con lui e la sua famiglia”.

Johnson è stato il primo leader mondiale a contrarre il coronavirus e la sua ammissione in terapia intensiva ha scioccato molti. Martedì è stato inviato i migliori auguri dai leader in Europa e il presidente Donald Trump , che lo ha definito un “ottimo amico”.

– CNBC’s Ryan Browne ha contribuito a riferire a questa storia.

Articolo originale di CNBC