sabato 02 luglio 2022

Il legno che diventa vivo a Piazza Siena grazie all’artista Andrea Gandini

Un albero abbattuto  e non diventa legna da ardere ma un’opera d’arte. Accade grazie ad un’artista che rende vivo il legno e lo racconta agli oltre16mila follower.  Alla sua galleria si aggiungerà la testa di cavallo a due passi da Piazza di Siena. L’opera ha l’obiettivo di valorizzare la piazza.

Così si racconta Andrea Gandini, artista romano di 25 anni  “Ho iniziato da bambino nel garage di casa mia, poi ho finito il legno e ho iniziato a farle per strada. Mi piace attirare la curiosità dei passanti e, in questo caso, degli appassionati di cavalli. Oggi venerdì,  è il terzo giorno di lavoro: ho iniziato togliendo il legno in eccesso, passando poi alla lavorazione vera e propria. Per domenica credo che la testa di cavallo sarà completa. Paragono molto spesso queste sculture agli scavi archeologici: parto dall’esterno e poi rendo la parte interna un’opera d’arte”.

L’opera che potrebbe essere già pronta domenica sorgerà quindi a  Piazza di Siena e raffigurerà un cavallo particolare che si farà ammirare da tutti in Capitale. L’opera nasce da un pino abbattuto dalle istituzioni cittadine perché pericolante. Fise e Sport e Salute, che organizzano l’89a edizione del concorso di Piazza di Siena, hanno però dato “mandato” ad Andrea di valorizzare quel tronco di albero tagliato per farne un’opera d’arte e nobilitare l’area.

Questa non è l’unica opera di Gandini che realizza opere su commissione in tutta Italia, ma ama anche scolpire soprattutto per passione. Anche a Milano ci sono molte sue opere, anche  a Luino (in provincia di Varese) dove ha realizzato “Le donne sul lago” e solo a Roma ce ne sono ben 54 tra cui ricordiamo “La cultura salverà il mondo”, un’opera leggermente anomala rispetto alle altre perché non raffigura persone ma bensì libri oppure il Tiberinus a via Marconi che propone in primo piano la  divinità che risiedeva nel fiume Tevere.  La  sua missione è ridare dignità a pezzi di scarto, intagliando volti e busti. Le sue opere sono  alte mediamente 70 centimetri e le realizza  spesso anche davanti agli sguardi curiosi dei passanti.