mercoledì 27 ottobre 2021

Il popolo dell’acqua: una pièce di BrianzAcque per sensibilizzare e per difendere l’ambiente

Sensibilizzare sul tema idrico in un momento di scarsità di risorse naturale è davvero importante e in Brianza lo si fa attraverso la cultura e il teatro grazie all’iniziativa di BrianzAcque  che  ha voluto portare in scena la pièce “Il popolo dell’acqua”, diretta dal regista Massimo Donati.

Enrico Boerci, Presidente e AD di BrianzAcque afferma: “Abbiamo voluto diffondere attraverso questo spettacolo e anche con altri eventi artistici, una nuova sensibilità e cultura dell’ambiente e dell’acqua. Come azienda pubblica abbiamo un enorme responsabilità: gestire industrialmente un bene comune su cui dobbiamo portare la attenzione per un uso corretto e consapevole. A differenza di un’azienda pubblica il nostro business consiste nel fornire un servizio di qualità insieme con la soddisfazione del cliente”. 

Come  di può assistere all’opera del maestro Dutti? Lo spettacolo è offerto alle persone  gratuitamente e rientra nel palinsesto della 19° edizione di Ville Aperte in Brianza. L’iniziativa è promossa dalla Provincia di Monza e Brianza e di cui BrianzAcque è Main sponsor. Il regista Massimo Donati afferma: “Uno spettacolo con battute e momenti buffi. Volevamo realizzare uno spettacolo popolare e che allo stesso tempo ponesse domande sui temi della gestione dell’acqua pubblica e della dittatura della maggioranza. La nostra funzione è quella di intrattenere e divertire il pubblico, ponendolo di fronte a delle riflessioni sulla base di un testo dell’800. Il nostro auspicio è quello di portare questo spettacolo nei teatri lombardi e nel resto dell’Italia”.

“Il Popolo dell’acqua” si svolge nella cittadina termale di Idreia, dove la salubrità dell’acqua di rete è vanto e ricchezza della comunità. Ma proprio su di essa si accende uno scontro politico ed etico che coinvolgerà l’intera cittadinanza. Lo spettacolo si ispira a un classico di Ibsen “Il nemico del popolo”. L’anteprima della rappresentazione si è svolta al teatro Villoresi di Monza e  sarà nuovamente in scena a Milano al teatro Leonardo Da Vinci.