domenica 01 agosto 2021

Il presidente della Banca mondiale avverte che la recessione globale del coronavirus danneggerà maggiormente i paesi più poveri

La pandemia di coronavirus potrebbe frenare gli sforzi di crescita economica nei paesi in via di sviluppo, ha detto il presidente della Banca mondiale David Malpass a CNBC mercoledì.

Ulteriori progressi possono essere fatti sull’accesso all’elettricità, all’acqua pulita e ai servizi igienico-sanitari, ha detto Malpass in un’intervista “Squawk on the Street”, “ma la grande preoccupazione è che stiamo andando indietro a causa della recessione globale “.

L’epidemia di Covid – 19 ha avuto impatti devastanti sull’economia globale poiché la malattia si è diffusa in tutto il mondo dopo che è nata alla fine dello scorso anno in Cina.

Le catene di approvvigionamento sono state interrotte e decine di milioni di lavoratori hanno perso il lavoro o le loro ore sono state ridotte mentre i governi hanno imposto restrizioni alle economie per ridurre al minimo le trasmissioni.

A causa della pandemia, il mondo probabilmente sperimenterà la sua peggiore recessione dopo la Grande Depressione, ha detto martedì il Fondo monetario internazionale.

“Questo è un grosso problema. La recessione mondiale sarà profonda e questo avrà un impatto soprattutto sui paesi più poveri”, ha affermato Malpass.

La Banca mondiale all’inizio di aprile ha approvato un programma di finanziamento da 1,9 miliardi di dollari per i paesi in via di sviluppo per contribuire a sostenere la loro risposta a Covid – 19. Ha inoltre approvato miliardi di dollari per l’aiuto al coronavirus all’inizio di marzo.

“Molti dei paesi molto popolati hanno bisogno di un supporto extra in questo momento”, ha detto Malpass.

Un ciclista solitario supera i negozi chiusi di Lal Chowk durante il blocco di aprile 14, 2020 a Srinagar, India.

Waseem Andrabi | Hindustan Times | Getty Images

La Banca Mondiale ha approvato un progetto da $ 1 miliardo incentrato specificamente su L’India, che questa settimana ha esteso il suo blocco nazionale progettato per rallentare la diffusione di Covid – 19 lì. L’India ha più di 11, 000 casi confermati.

Malpass ha ribadito che la Banca mondiale è disposta a spendere fino a $ 160 miliardi per il prossimo 15 mesi per sostenere la “ricostruzione economica che deve essere fatta” a causa della pandemia.

Anche la ripresa nei paesi in via di sviluppo è legata a ciò che accade nelle maggiori economie come gli Stati Uniti e l’Europa, ha aggiunto Malpass.

“La cosa che aiuterebbe maggiormente i paesi in via di sviluppo è la forte crescita nei paesi sviluppati”, ha detto Malpass, invitando le banche centrali globali a fare la loro parte per garantire che le piccole imprese possano resistere tempesta economica.

La International Finance Corporation, che fa parte della Banca mondiale, sta provando a farlo nelle nazioni in via di sviluppo, ha affermato Malpass.

L’IFC “sta fornendo linee di credito direttamente attive per mantenere aperte le piccole imprese in modo che possano essere pronte per una ripresa”, ha affermato.

Articolo originale di CNBC