venerdì 23 luglio 2021

Il presidente dell’AFL-CIO afferma di aver detto a Trump che “i lavoratori devono avere voce in capitolo” su come riprendere l’economia

Il capo dell’AFL-CIO, Richard Trumka, ha detto venerdì di aver detto al presidente Donald Trump questa settimana che i lavoratori americani devono aver contribuito al modo in cui l’economia degli Stati Uniti riparte dalla pandemia di coronavirus.

“I lavoratori devono avere voce in capitolo su come tornare a tutti i livelli, sia a livello industriale, sia a livello lavorativo”, sia a tutti i livelli di governo, ha affermato Trumka su CNBC “Squawk on the Street.”

Trumka è membro dei grandi gruppi industriali americani del Revival economico della Casa Bianca, che sono stati annunciati martedì come parte degli sforzi del presidente per “aprire” parti di backup dell’economia americana.

Trump aveva telefonato con i vari leader aziendali all’inizio di questa settimana e giovedì ha pubblicato nuove linee guida federali per facilitare le misure di allontanamento sociale imposte per combattere la diffusione di Covid – 19.

Il piano non include date specifiche ma comprende “fasi” che possono guidare le decisioni dei singoli capi di stato.

Le nuove linee guida della Casa Bianca seguono i segnali che gli aumenti quotidiani dei nuovi casi di Covid – 19 negli Stati Uniti potrebbero rallentare.

Trumka, che è stato eletto per la prima volta alla guida dell’AFL-CIO in 2009, ha affermato che la sicurezza dei lavoratori deve essere centrale in qualsiasi piano per riavviare porzioni di economia.

In particolare, il leader del lavoro ha affermato che dovrebbe esistere uno standard sul posto di lavoro per malattie infettive messo in atto a livello federale, in modo che “i lavoratori abbiano modo di sapere che possono essere protetti”.

Trumka ha dichiarato che i datori di lavoro elaboreranno un piano “specifico per la loro posizione” che spiegherà in dettaglio come addestreranno i lavoratori a nuovi protocolli di sicurezza, ad esempio. Ha detto che spera che lo standard sarebbe obbligatorio nel prossimo pacchetto di sollievo del coronavirus.

Il presidente dell’AFL-CIO Richard Trumka parla del suo ruolo nel garantire la protezione del lavoro nell’accordo commerciale USMCA durante un’intervista con Reuters a Washington, dicembre 19, 2019.

Joshua Roberts | Reuters

“Questo standard è assolutamente essenziale”, ha affermato Trumka. Ha aggiunto che altri dirigenti d’azienda alla chiamata con Trump hanno affermato di aver bisogno di maggiori indicazioni su come riportare i lavoratori.

Trump “ha ascoltato attentamente i leader che hanno parlato delle loro aziende, industrie e gruppi”, ha detto a CNBC un funzionario amministrativo che ha rifiutato di essere nominato. “Sembrava che tutti alla chiamata fossero sulla stessa pagina per riportare l’America al lavoro in modo sicuro ed efficiente.”

Trumka ha anche sottolineato che gli Stati Uniti hanno bisogno di un “massiccio” “aumento dei dispositivi di protezione individuale – e dei test rapidi per Covid – 19 – al fine di riavviare in sicurezza l’economia.

Trumka ha affermato di essere preoccupato per una “seconda ondata” di casi Covid – 19 se i lavoratori tornano al lavoro senza queste misure.

“Non possiamo nemmeno prenderci cura della salute e della sicurezza delle persone che stanno funzionando. Abbiamo più persone che vengono infettate in tutti i diversi settori, quindi dobbiamo concentrarci su questo” Disse Trumka.

Articolo originale di CNBC