Entra in contatto con noi

Mercati americani

Il principale consigliere economico di Joe Biden ritiene che i tagli alla previdenza sociale possano essere inevitabili

Pubblicato

il

A novembre, in media, 48,5 milioni di lavoratori in pensione hanno portato a casa Beneficio di previdenza sociale assegno di $ 1.677,52. Potrebbe non sembrare molto, ma per quasi il 90% di questi pensionati è una fonte di reddito necessaria che aiuta a coprire le spese. Tutto sommato, nel 2020 il reddito della previdenza sociale ha fatto uscire dalla povertà 16,1 milioni di anziani (di età pari o superiore a 65 anni).

Tuttavia, questo programma leggendario non è privo di difetti e i legislatori lo sanno. Numerosi membri del Congresso e persino il presidente Joe Biden lo hanno fatto soluzioni offerte progettate per rafforzare la previdenza sociale, che si trova ad affrontare un deficit di finanziamento superiore a 20 trilioni di dollari nei prossimi 75 anni. Ma quello che potresti essere sorpreso di apprendere è che il principale consigliere economico di Biden non è del tutto d’accordo con il presidente.

Delos Gioielli
Delos Gioielli

Il presidente Biden pronuncia le osservazioni. Fonte immagine: foto ufficiale della Casa Bianca di Adam Schultz.

Il piano di previdenza sociale di Joe Biden prevede un aumento delle entrate

Prima di essere eletto presidente nel novembre 2020, Biden ha pubblicato un piano in quattro punti per migliorare la base finanziaria della previdenza sociale. L’aspetto chiave di questa proposta è che aumenterebbe le entrate aggiuntive nel tentativo di compensare l’ampliamento del deficit a lungo termine del programma.

Anche se puoi leggere La soluzione di sicurezza sociale di Joe Biden in maggiore dettaglioil singolo cambiamento più importante da lui proposto è stato l’aumento della tassazione sui salari dei lavoratori ad alto reddito.

Advertisement

Nel 2023, tutti i redditi da lavoro (parliamo di salari e stipendi, non redditi da capitale) tra $ 0,01 e $ 160.200 è soggetto all’imposta sui salari del 12,4%. Questa è la tassa che fornisce circa il 90% delle entrate annuali della previdenza sociale, che poi eroga ai beneficiari ammissibili. Qualsiasi reddito da lavoro superiore a $ 160.200 è esente dall’imposta sui salari. Ogni anno, ben oltre $ 1 trilione di guadagni evita l’imposta sui salari della previdenza sociale.

La proposta di Biden ripristinerebbe l’imposta sui salari sui redditi da lavoro superiori a $ 400.000 e creerebbe un buco tra il limite massimo di reddito imponibile (la cifra di $ 160.200) e $ 400.000, dove il reddito da lavoro rimarrebbe esente. Poiché il limite massimo di reddito imponibile aumenta nel tempo, questo buco della ciambella alla fine si chiuderebbe molti anni lungo la linea.

L’idea qui è che se un ambito più ampio di reddito da lavoro fosse soggetto all’imposta sui salari, le entrate per la previdenza sociale riceverebbero un impulso immediato.

Il massimo consulente economico Janet Yellen ritiene che i tagli alla spesa per i diritti siano inevitabili

La raccolta di entrate aggiuntive per un cosiddetto “programma di diritti”, come la previdenza sociale, è qualcosa che l’ex presidente della Fed e attuale segretario al Tesoro Janet Yellen può ottenere. Ma il massimo consigliere economico di Biden non è della stessa opinione che i problemi della previdenza sociale possano essere risolti semplicemente tassando i ricchi.

Advertisement

Nel 2018, Yellen è stata una dei cinque coautori a produrre un articolo di opinione pubblicato da Washington Post, dicendo: “Sta arrivando una crisi del debito. Ma non incolpare i diritti”. In questo editoriale, gli autori hanno scritto:

C’è spazio per ulteriori riduzioni di spesa in questi [entitlement] programmi, ma non in misura sufficiente a risolvere il problema del debito a lungo termine. Il programma di sicurezza sociale ha bisogno solo di riforme modeste per ripristinare la sua solvibilità di 75 anni, e queste dovrebbero includere aggiustamenti sia nella spesa che nelle entrate.

Biden ha chiarito che il suo obiettivo è aumentare le entrate. Tuttavia, l’approccio di Yellen comporterebbe anche riduzioni della spesa per la previdenza sociale.

Fonte immagine: Getty Images.

Advertisement

Come sarebbe il “taglio” delle prestazioni della previdenza sociale?

In che modo, esattamente, vengono “tagliati” i benefici della previdenza sociale?

Il primo metodo possibile sarebbe quello di aumentare gradualmente il età pensionabile completa (FRA), attualmente 67 per chiunque sia nato nel 1960 o successivamente. La FRA è l’età in cui i pensionati diventano idonei a ricevere il 100% del loro sussidio mensile. Se la FRA fosse aumentata nel tempo, i futuri beneficiari sarebbero costretti a scegliere se accettare il pagamento in anticipo e accettare una riduzione permanente o attendere più a lungo per ricevere il pieno beneficio. In ogni caso, i benefici a vita pagati sarebbero ridotti.

Un secondo modo per ridurre le spese di previdenza sociale sarebbe quello di utilizzare il Indice dei prezzi al consumo incatenato come misura dell’inflazione del programma al posto dell’indice dei prezzi al consumo per i salariati urbani e gli impiegati (CPI-W). Il CPI incatenato tiene conto della distorsione da sostituzione, ovvero se un bene o un servizio diventa costoso, i consumatori passeranno a un bene o servizio simile meno costoso. L’IPC incatenato si tradurrebbe in aggiustamenti del costo della vita inferiori nel tempo.

Il terzo modo in cui la spesa per la sicurezza sociale potrebbe essere tagliata è semplicemente riducendo i benefici. Secondo il Rapporto del Consiglio di fondazione della previdenza sociale del 2022, il Fondo fiduciario di assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (OASI) dovrebbe esaurire le sue riserve di liquidità entro il 2034. Se ciò dovesse accadere, drastici tagli alle prestazioni fino al 23% potrebbe essere necessario per sostenere i sussidi ai lavoratori in pensione fino al 2096, senza ulteriori riduzioni.

Advertisement

Sarà probabilmente necessario un duplice approccio per rafforzare veramente la previdenza sociale

Mentre l’ammissione di Janet Yellen secondo cui “gli aggiustamenti sia della spesa che delle entrate” potrebbero non adattarsi bene ai beneficiari attuali e futuri, un duplice approccio che mira ad aumentare le entrate e gestire le spese future è il percorso migliore per rafforzare il principale programma pensionistico americano.

Aumentare le entrate espandendo l’imposta sui salari per i redditi più alti probabilmente aggiungerebbe decenni alla linea temporale di solvibilità della previdenza sociale. Purtroppo, aumentare l’imposta sui salari da solo non sarebbe sufficiente per coprire il deficit di cassa di 20,4 trilioni di dollari che la previdenza sociale dovrà affrontare fino al 2096.

Allo stesso modo, l’innalzamento dell’età pensionabile completa non è una soluzione che fornirebbe un vantaggio immediato. L’aumento graduale della FRA richiederebbe decenni per fornire risparmi significativi sui costi, il che non è di alcun aiuto per l’OASI: sono passati 12 anni dall’esaurimento previsto dei suoi rimanenti $ 2,8 trilioni di riserve di attività.

Tuttavia, mettere insieme queste due idee ideologicamente opposte avrebbe molto senso. La proposta di Biden di aumentare l’imposta sui salari aggiungerebbe entrate immediate, mentre le misure di riduzione dei costi aiuterebbero a ridurre le spese decenni dopo. Mentre ci avviciniamo alla data di esaurimento delle riserve di attività dell’OASI nel 2034, cerca la proposta di Yellen per ottenere trazione.

Advertisement
Advertisement

Trending