mercoledì 28 ottobre 2020

Il Regno Unito svela un pacchetto di salvataggio da $ 1,6 miliardi per le start-up tecnologiche colpite dall’epidemia di coronavirus

Cancelliere dello Scacchiere Foglie di Rishi Sunak 10 Downing Street dopo aver partecipato a una riunione del gabinetto del 14 febbraio, 2020.

Barcroft Media

Il governo del Regno Unito ha annunciato un pacchetto di supporto da £ 1. 25 miliardi ($ 1,6 miliardi) per aiutare le start-up tecnologiche a sopravvivere alla pandemia di coronavirus.

Le start-up in tutto il paese hanno chiesto maggiore sostegno finanziario dopo che i rivali in Francia e Germania hanno avuto accesso a fondi rispettivamente di 4 miliardi di euro (4,4 miliardi di dollari) e 2 miliardi di euro

Molte giovani aziende tecnologiche affermano di non essere state in grado di accedere a fondi di emergenza riservati alle piccole imprese come criteri per l’applicazione di chiusure senza una storia di profitti consistenti. È normale che le società tecnologiche con capitale di rischio abbiano la priorità sulla crescita rispetto alla redditività, con un piano per fare soldi più avanti.

Il piano di salvataggio, presentato dal ministro delle finanze britannico Rishi Sunak lunedì è composto da due iniziative. Il primo è uno schema di prestito da “fondo futuro” di £ 500 milioni per start-up ad alta crescita, che si rivolge principalmente alle start-up in fase iniziale della nazione.

Attraverso lo schema, avviato da maggio a settembre, il governo impegnerà un iniziale £ 250 milioni, mentre il il settore privato dovrebbe costituire l’altra metà. Il Tesoro ha dichiarato che manterrà la dimensione del fondo in esame.

Le start-up non quotate del Regno Unito avranno diritto a prestiti di £ 125, 000 a £ 5 milioni, con investitori privati ​​corrispondenti ai finanziamenti del governo. Per poter beneficiare di un prestito di Future Fund, le start-up devono aver raccolto almeno £ 250, 000 dagli investitori negli ultimi cinque anni.

I prestiti si convertiranno automaticamente in azioni nel prossimo round di finanziamento di una start-up o alla fine del prestito se il debito non è stato rimborsato. Numerose figure di alto profilo nel settore tecnologico britannico hanno spinto per questo modello di coinvestimento.

“Il nostro inizio -up e le imprese che guidano la ricerca e lo sviluppo sono uno dei nostri grandi punti di forza economici e aiuteranno la nostra crescita a uscire dalla crisi del coronavirus “, ha detto Sunak.

” Questo nuovo mondo – il fondo leader significherà che possono accedere al capitale di cui hanno bisogno in questo momento difficile, garantendo che le imprese dinamiche e in rapida crescita in tutti i settori saranno in grado di continuare a creare nuove idee e diffondere prosperità. “

I restanti £ 750 milioni sono destinati alle piccole e medie imprese che si concentrano su ricerca e sviluppo. Sarà emesso come prestiti e sovvenzioni dall’agenzia di innovazione britannica Innovate UK. I primi pagamenti dovrebbero essere effettuati a metà maggio.

Dom Hallas, direttore esecutivo della Coalition for a Digital Economy, un gruppo di lobbying tecnologica, ha affermato che il pacchetto “aiuterà gli innovatori nelle fasi iniziali a sopravvivere alla crisi e prosperare dopo di essa”.

La presentazione dell’accordo di finanziamento di emergenza arriva dopo che gli amministratori delegati di alcune delle principali società tecnologiche britanniche – tra cui “unicorni” da miliardi di dollari Deliveroo, Darktrace e Improbable – hanno scritto a Sunak esortando il governo per estendere le sue misure di soccorso al coronavirus alle start-up.

Sono in corso discussioni per un ulteriore pacchetto a supporto delle start-up tecnologiche di fase successiva.

Non tutti nella comunità tecnologica britannica sono convinti che le start-up debbano essere salvate dal governo. Il co-fondatore di LocalGlobe Robin Klein ha recentemente affermato che un simile fondo “rischia di indirizzare erroneamente il capitale tanto necessario nella parte sbagliata dell’economia”. Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per garantire alle start-up un sostegno durante la crisi.

Articolo originale di CNBC