Entra in contatto con noi

Mercati americani

Il ritorno dell'orso obbligazionario

Pubblicato

il

23 gennaio 2023 9:30 ETHYG, PB, JNK, HIS, IHY, TUO, ILD, SFI, SJNK, GHYG, HYXU, ANGL, HYLS, PGHY, SHYG, HYGH, BSJN, WFHY, FALN, HYXF, JPHY, BSJO, HYLB, HYLV, GHYB, HYDB, SEI TIMIDO, SHYL, HYUP, HYDW, BSJP, FDHY, HYGV, BSJQ, FIL, FLHY, IBHD, IBHE, IBHC, BSJR, NUHY, PTBD, ESHY, BSJS, HYBB, DFHY, IBHF, IHYF, BKHY, IBHG, ID, IMBO, SID, FMHI, HYMU, BSJT1 Commento

Riepilogo

  • Le obbligazioni ad alto rendimento sono tornate al di sopra della linea dell’inflazione.
  • L’indice Bloomberg US High Yield si attesta ora all’8,19%, ovvero oltre 100 punti base al di sopra del nostro tasso medio di inflazione.
  • È andato gradualmente verso l’alto, in parte a causa delle manipolazioni dei tassi da parte della Fed, ma anche perché gli spread si sono allargati e quindi i rendimenti sono aumentati.

Torsten Asmus/iStock tramite Getty Images

No, no, non quell’orso, ma questo orso molto speciale. Finalmente si è fatto vivo di nuovo, dopo essere scomparso per un bel po’ di tempo, per darvi la buona notizia. Le obbligazioni ad alto rendimento sono tornate al di sopra della linea di inflazione e con a rating, una scadenza assoluta e ora alcune cedole e rendimenti decenti, possiamo tutti festeggiare il loro ritorno.

“Pensaci su. Pensaci sotto.

– Signor Pooh

Advertisement

L’indice Bloomberg US High Yield si attesta ora all’8,19%, ovvero oltre 100 punti base al di sopra del nostro tasso medio di inflazione. È andato gradualmente verso l’alto, in parte a causa delle manipolazioni dei tassi da parte della Fed, ma anche perché gli spread si sono allargati e quindi i rendimenti sono aumentati.

Questo indice è sceso del -6,63% nell’ultimo anno, ma dall’inizio del 2023 è aumentato del +3,52%. Confronta questo con il nostro indice ad alto contenuto tecnologico, il NASDAQ, che è stato in calo del -19,09% negli ultimi 12 mesi e in aumento del +6,44% da inizio anno. Il rapporto rischio/rendimento, a mio avviso, sta ora favorendo l’aggiunta di alcune obbligazioni ai portafogli o di alcuni fondi obbligazionari, poiché considero il “rischio di credito” di entrambi gli indici. Mi piacciono particolarmente le obbligazioni a tasso variabile e i fondi obbligazionari a tasso variabile a questo punto del nostro ciclo economico.

Con tutti i licenziamenti nel settore tecnologico e un battibecco di ricavi e profitti in calo, secondo me ci sono altri problemi in vista. Solo nell’ultimo mese, le aziende tecnologiche hanno tagliato quasi 50.000 posti di lavoro, secondo CBS News, con un numero significativo in più in vista. In effetti, il 25% di tutti i licenziamenti negli ultimi 12 mesi sono stati nel settore tecnologico, che considero un “segno dei tempi”.

Spero che tu stia ascoltando.

Advertisement

“Se la persona con cui stai parlando non sembra ascoltare, sii paziente. Potrebbe semplicemente essere che abbia un piccolo pezzo di lanugine nell’orecchio.

– Winnie the Pooh

Con la nostra curva dei rendimenti confusa, alcuni componenti aggiuntivi sono diventati importanti. L’altezza della curva dei rendimenti è ora il Buono del Tesoro semestrale al 4,81%. Confrontalo con il Treasury decennale di riferimento che ora rende il 3,48%. Ora, il “rischio di credito” aumenta sempre con la durata, puoi fidarti di me qui, quindi l’acquisto di alcune obbligazioni ad alto rendimento a breve termine ora sembra un posto decente per parcheggiare un po ‘di soldi fino a quando la Fed non si calma. A proposito, non sono nel campo del “pivot”, poiché penso che la Fed potrebbe raggiungere un punto in cui “smetterà” di alzare il tasso per un po’, ma a mio avviso, qualsiasi tipo di “pivot” è una via d’uscita.

Un certo numero di persone della Fed ricevono il mio commento, così come persone del Dipartimento del Tesoro, e consiglierei loro di fermarsi per un po’ a un tasso di inflazione del 4,50-5,00% in modo che l’economia non venga pesantemente colpita da costi più elevati di indebitamento e un indebolimento del dollaro. Non ho problemi con il loro obiettivo del 2,00%, ma penso che sia una strada da percorrere con attenzione, senza causare più danni che benefici, all’economia e ai mercati. Inoltre, poiché il nostro paese è ora vicino al nostro tetto del debito, una lunga continuazione dell’aumento dei tassi non è esattamente utile per il nostro debito nazionale.

Advertisement

“Non sono perso, perché so dove sono. Ma comunque, dove mi trovo potrei perdermi.

– L’orso Pooh

Fonte originale: Autore

Nota dell’editore: I punti riassuntivi per questo articolo sono stati scelti dagli editori di Seeking Alpha.

Advertisement

Questo articolo è stato scritto da

Mark J. Grant è Chief Global Strategist presso Colliers Securities, LLC. I punti salienti di una carriera di 48 anni nel settore dei servizi finanziari includono posizioni come presidente di una banca d’investimento, capo dei mercati dei capitali per quattro banche d’investimento e servizio nel consiglio di amministrazione di quattro banche d’investimento. È stato designato come Bloomberg Prophet, uno dei soli 15 a livello globale. Mark è uno degli ospiti più longevi di “Squawk Box” della CNBC, viene spesso intervistato da Fox Business e Bloomberg TV, ed è regolarmente citato dal Wall Street Journal, Barron’s, MarketWatch e altre pubblicazioni economiche. Il suo commento, “Out of the Box”, è sottoscritto da oltre 5.000 gestori di denaro e istituzioni finanziarie in più di 46 paesi. È anche autore di un libro intitolato “Out of the Box and on Wall Street”. Sebbene i clienti istituzionali di Mark includano alcuni dei più grandi gestori di denaro del mondo, lavora anche con investitori individuali con un patrimonio netto elevato. La sua strategia di investimento unica è particolarmente utile per le persone che hanno bisogno di rendimenti e flussi di cassa mensili. Impiega fondi chiusi scelti con cura e fondi negoziati in borsa e note per produrre entrate mensili per i suoi clienti, attualmente è in grado di fornire rendimenti superiori al 10%, tuttavia le prestazioni attuali non sono garanzia di risultati futuri. Per ulteriori informazioni, inviare un’e-mail a Mark a Markjgrant@Bloomberg.net.

Raccomandato per te

Advertisement
Advertisement

Trending