lunedì 23 novembre 2020

Il settore dei viaggi d’affari perderà $ 820 miliardi di entrate a causa del coronavirus, afferma il gruppo industriale

I passeggeri arrivano su un volo internazionale all’aeroporto internazionale di Seattle-Toma (noto anche come aeroporto Sea-Tac) l’8 marzo 2020 a Seattle, Washington.

Karen Ducey | Getty Images

Il settore dei viaggi d’affari globali è si aspettava un provento di entrate di circa $ 820 miliardi, con la Cina che rappresentava quasi la metà delle perdite, poiché le imprese frenano i piani di viaggio sulla scia dell’epidemia di coronavirus, un ente industriale ha detto martedì.

I viaggi d’affari in Asia sono stati i più colpiti, con almeno tre delle quattro società su quattro che hanno dichiarato di aver annullato o sospeso tutti o la maggior parte dei viaggi di lavoro in Cina, Hong Kong, Taiwan e altri paesi dell’area Asia-Pacifico, secondo un sondaggio della Global Business Travel Association (GBTA).

L’ultima stima del gruppo industriale è nettamente superiore alla previsione di febbraio di un hit di $ 560 miliardi

Il virus a rapida diffusione, che ha avuto origine nella città cinese centrale di Wuhan, ha ucciso più di 4 persone 000 , principalmente in Cina, mentre interrompe le attività commerciali a livello globale.

“Il coronavirus è si influenzando in modo significativo la linea di fondo del settore dei viaggi d’affari “, ha dichiarato il direttore generale della GBTA Scott Solombrino in una nota.

” L’impatto sul settore dei viaggi d’affari e sull’economia in generale non può essere sottovalutato . “

La Cina, che ha visto un calo 95% nei viaggi d’affari dopo lo scoppio, si prevede che perderà $ 404. 1 miliardo di entrate dai viaggi aziendali, seguito da $ 190 .5 miliardi in perdita per l’Europa.

Le industrie aeree e alberghiere, che in genere sono i maggiori beneficiari della spesa aziendale, hanno subito un grave colpo alle loro entrate in quanto il virus continua a diffondersi, ha affermato il gruppo industriale.

Articolo originale di CNBC