sabato 17 aprile 2021

Il titolo azionario Plug Power è solo di tipo speculativo?

Le azioni nella società di sistemi di alimentazione a idrogeno Plug Power (PLUG)  sono stati un grande motore in 2021. Tuttavia, negli ultimi due mesi, stanno andando nella direzione sbagliata. Stock di PLUG guadagnato 950% in 2020, quindi avviato 2021 con un 127% di aumento nelle prime tre settimane. Da allora, però, è andata in discesa. Le azioni PLUG sono ora in crisi. Dopo essere caduto su $ 33 livello, sono vicini a essere tornati a dove dovevano iniziare l’anno.

Uno short seller ha sollevato dubbi sulla redditività dell’economia dell’idrogeno in generale. Questo ha spaventato molti investitori. Tuttavia, il conseguente calo delle azioni PLUG ha creato un’opportunità di acquisto per coloro che credono nel potenziale a lungo termine dell’idrogeno.

Vale anche la pena notare che Plug Power non è una startup opportunistica con una raccolta di prototipi. Questa è una società affermata di celle a combustibile a idrogeno con un 24 – anno di storia, prodotti collaudati e clienti paganti.

Gli oppositori e i venditori allo scoperto mettono dubbi sull’idrogeno

Le scorte di idrogeno, comprese le scorte di PLUG, erano in fiamme nella seconda metà del 2020 sulla base del Green New Deal del presidente Joe Biden. L’attenzione ai veicoli a emissioni zero è una buona notizia per i veicoli elettrici (EV) a livello di consumatore. Ma per applicazioni commerciali, le celle a combustibile a idrogeno, che non richiedono ore di ricarica, si sono dimostrate più popolari. Plug Power ha una solida attività che fornisce carrelli elevatori a celle a combustibile a idrogeno a emissioni zero e soluzioni di rifornimento per magazzini commerciali e centri di distribuzione.

Tuttavia, c’è stata qualche controversia sul fatto che l’idrogeno possa mai essere “verde”. Ciò significherebbe che l’idrogeno dovrebbe essere prodotto utilizzando energia rinnovabile. Il problema è che la maggior parte dell’idrogeno oggi non è verde. Viene prodotto utilizzando carbone o gas naturale ed emette CO2. In altre parole, la cella a combustibile a idrogeno è a emissioni zero, ma la produzione del combustibile a idrogeno richiesto non lo è.

Come Barron’s rapporti, brevi -il venditore Kerrisdale Capital Management ha pubblicato un rapporto a gennaio che mette in dubbio se l’idrogeno verde sarà mai commercialmente redditizio. Suscita anche preoccupazioni sul fatto che la tecnologia delle batterie potrebbe migliorare al punto da sostituire le celle a combustibile a idrogeno per le flotte di magazzino. Entrambi gli scenari sarebbero una cattiva notizia per Plug Power. Quel rapporto ha aiutato a dare il via alla diapositiva corrente nel magazzino PLUG.

Il rapporto di Kerrisdale Capital Management è ovviamente speculativo. Ci sono anche molti sostenitori che ritengono che l’idrogeno verde diventerà economicamente sostenibile in meno di un decennio. E nel frattempo, esiste uno stadio intermedio noto come idrogeno blu, che utilizza la cattura del carbonio per ridurre al minimo l’impatto ambientale della produzione di idrogeno.

Positivi in ​​2021

Ma non ci sono state tutte cattive notizie in 2021 per Plug Power . Lontano da esso.

Il 6 gennaio, Plug ha annunciato una partnership strategica con il gruppo SK della Corea del Sud . Quel paese si aspetta che la sua economia dell’idrogeno valga $ 40 miliardi per 2040. SK Group sta collaborando con Plug Power per fornire sistemi di celle a combustibile a idrogeno, stazioni di rifornimento di idrogeno ed elettrolizzatori nei mercati sudcoreano e asiatico. L’accordo include un investimento di 1,5 miliardi di dollari in Plug Power da parte del gruppo SK. Quella notizia ha naturalmente aiutato a dare il via all’aumento delle scorte di PLUG all’inizio di gennaio.

Inoltre, Plug ha rilasciato una guida sugli utili rivista che non è altro che una buona notizia per gli investitori. Il gennaio 26, la società ha annunciato di aver superato 2020 gli obiettivi di fatturazione lordi. Inoltre, ha aumentato leggermente le indicazioni di fatturazione per 2021 (da $ 450 milioni a $ 475 milioni) e ha aumentato notevolmente il suo 2024 obiettivo di fatturazione lorda a $ 1,7 miliardi.

Bottom Line su PLUG Stock

La seconda metà di 2020 è stato un periodo eccezionale per Plug Power e i suoi investitori. Un nuovo presidente determinato a realizzare un’economia a emissioni zero – e disposto a spendere molto per farlo – non era altro che una buona notizia per gli stock di idrogeno. Stock PLUG chiuso 950 con un guadagno di 950% per l’anno. Altre buone notizie, inclusa la chiusura di quel grande investimento strategico da parte del Gruppo SK, hanno aiutato le azioni a crescere presto 2021, chiudendo quasi 20 – massimo dell’anno a gennaio.

Poi è arrivata un po ‘di realtà a breve termine sotto forma di azione di vendita allo scoperto, seguita da una perdita di guadagni e entrate nel quarto trimestre. La combinazione ha spaventato molti investitori e fatto cadere le azioni PLUG fin quasi a dove erano iniziate 2021.

Quel pensiero miope su un’azienda affermata che mostra grandi promesse a lungo termine si è tradotto in una reale opportunità. Gli analisti degli investimenti intervistati da The Wall Street Journal prendilo. Hanno PLUG classificato come sovrappeso. La loro media 12 – obiettivo di prezzo mensile di $ 62. 49 offerte 88% di rialzo.