lunedì 26 ottobre 2020

Il titolo IBM è appetibile e in rampa di lancio o è meglio lasciar stare?

Gli attuali scenari mostrano le azioni IBM con un valore che sembra convincere gli investitori soprattutto grazie al settore cloud.

IBM (IBM) non è stato un argomento di discussione accesa negli ultimi anni. Tuttavia, mentre le azioni potrebbero non generare il brusio che faceva una volta, non vuol dire che rappresenti un cattivo investimento. E mentre molte azioni tecnologiche sono esplose negli ultimi sei mesi, le azioni IBM sono state quasi ignorate.

I titoli tecnologici sono noti per avere a volte rapporti prezzo-utili altissimi. Tuttavia, il rapporto prezzo-utili di 12 mesi del titolo IBM è abbastanza ragionevole di 13,8 volte. Ciò suggerisce che gli investitori possono possedere le azioni senza pagare più del dovuto.

Non solo, ma le azioni IBM presentano un generoso rendimento da dividendo annuo a termine del 5,4%. Molti titoli tecnologici non offrono alcun pagamento di dividendi, quindi il rendimento di IBM dovrebbe attirare investitori focalizzati sul reddito.

Il cloud

Il cloud è un megatrend nel 2020 e per fortuna i dirigenti di IBM hanno avuto abbastanza buon senso per passare alla tecnologia cloud. Altrimenti, probabilmente IBM sarebbe rimasta nella polvere come azienda tecnologica.

Durante la comunicazione sugli utili del secondo trimestre della società, il CEO Arvind Krishna ha osservato che i clienti di IBM stanno accelerando il loro passaggio alla tecnologia cloud ibrida. Per soddisfare la domanda, l’anno scorso IBM ha deciso di acquisire Red Hat.

È molto più facile acquisire un’azienda con l’architettura e le competenze necessarie piuttosto che partire da zero. E nel fornire ambienti cloud ibridi, IBM ha “un enorme vantaggio con Red Hat Linux, che è il leader della quota di mercato”.

Quale futuro per IBM?

Le azioni IBM non hanno partecipato al massiccio rally tecnologico del 2020. Tuttavia, la società non è affatto un dinosauro.

Con un valore convincente e il deciso passaggio della società al cloud ibrido, IBM dovrebbe poter entrare nell’olimpo dei migliori titoli tecnologici. Magari con i suoi tempi.