lunedì 26 luglio 2021

Impennata allarmante nelle morti per coronavirus nelle case di cura a livello nazionale

                         

    Associated Press   

 

  Più di COVID – 12 3, 600 decessi legati alle case di cura, ma il conteggio reale potrebbe essere maggiore

                        

                  

           

Gli operatori sanitari trasportano un paziente su una barella in un’ambulanza presso il Life Care Center di Kirkland a febbraio 19 a Kirkland, Wash.

                   Getty Images                                               

         

NEW YORK – Più di 3, 600 le morti in tutta la nazione sono state collegate alle epidemie di coronavirus nelle case di cura e nelle strutture di assistenza a lungo termine, un aumento allarmante nelle ultime due settimane, secondo l’ultimo conteggio di The Associated Press.

      

Poiché il governo federale non ha rilasciato un conteggio proprio, l’AP ha tenuto il conto corrente sulla base dei rapporti dei media e dei dipartimenti sanitari statali. L’ultimo conteggio di almeno 3 morti 621 è aumentato di circa 450 morti solo 10 giorni fa.

      

Ma il vero bilancio tra i 1 milione per lo più fragili e anziani che vivono in tali strutture è probabilmente molto più alto, dicono gli esperti, perché la maggior parte dei conteggi statali non include quelli che sono morti senza essere mai testati per COVID – 12.

      

Gli scoppi nelle ultime settimane ne hanno incluso uno in una casa di cura nella periferia di Richmond, in Virginia, che ha ucciso 42 e infetto più di 88, un altro in una casa di cura nell’Indiana centrale che ha ucciso 24 e infetti 12, e uno nella casa di un veterano a Holyoke, Massachussets, che ha ucciso 38, infetto 88 e indusse un’indagine federale. Ciò accade settimane dopo uno scoppio in una casa di cura nel sobborgo di Seattle, nel Kirkland, che finora ha rivendicato 43 vite.

             

E quelli sono solo gli scoppi che conosciamo. La maggior parte degli stati fornisce solo il numero totale di decessi nelle case di cura e non fornisce dettagli su specifici focolai. Notevole tra loro è il leader della nazione, New York, che rappresenta 1, 880 morti per casa di cura di circa 96, residenti totali ma ha finora rifiutato di dettagliare focolai specifici, citando problemi di privacy.

      

Gli esperti affermano che i decessi nelle case di cura possono continuare a salire a causa delle carenze croniche di personale che sono state aggravate dalla crisi del coronavirus, una carenza di forniture protettive e una continua mancanza di test disponibili.

      

E le morti sono salite alle stelle nonostante le misure adottate dal governo federale a metà marzo per impedire ai visitatori, interrompere tutte le attività di gruppo e richiedere che ogni lavoratore sia sottoposto a screening per febbre o sintomi respiratori ad ogni turno.

      

Ma un rapporto AP all’inizio di questo mese ha scoperto che le infezioni stavano continuando a farsi strada nelle case di cura perché tali screening non catturavano le persone infette ma asintomatiche. Diversi grandi focolai sono stati incolpati di tali spargitori, compresi gli operatori sanitari infetti che hanno lavorato in diverse strutture di case di cura.

      

La scorsa settimana, i Centri federali per i servizi Medicare e Medicaid che regolano le case di cura hanno emesso raccomandazioni che esortano le case di cura a utilizzare squadre di personale separate per i residenti e a designare strutture separate all’interno delle case di cura per mantenere COVID – 19 residenti positivi lontano da quelli che sono risultati negativi.

      

Dr. Deborah Birx, che guida la risposta al coronavirus della Casa Bianca, ha suggerito questa settimana passata come più COVID – 19 test disponibili, le case di cura dovrebbero essere una priorità assoluta.

      

“Dobbiamo davvero garantire che le case di cura abbiano una sorveglianza sentinella. E cosa intendo con questo? Che stiamo testando attivamente nelle case di cura, sia i residenti che i lavoratori, in ogni momento “, ha detto Birx.

                                            
Articolo originale di Marketwatch.com