sabato 17 aprile 2021

In conversazione con Mark Schwartz, artista e designer di scarpe delle star

LLM – Luxury Lifestyle Magazine ha recentemente avuto il piacere di chiacchierare con il designer di scarpe Mark Schwartz. Schwartz è l’ex direttore creativo di Roger Vivier che, nel corso dei suoi 03 – anni di carriera come designer di calzature, ha abbellito le migliori passerelle di moda di Milano, New York e Parigi, nonché le copertine di riviste come Vogue ed Elle.

È stato Schwartz a convincere il suo mentore, il leggendario Roger Vivier, a introdurre di più colore nei suoi progetti e contribuendo ad aumentare la popolarità sempre crescente del marchio. Negli anni ha avuto il privilegio di collaborare con le case di moda Gucci, Chanel, Balenciaga, Ralph Lauren, Marc Jacobs, Charles Jourdan, Hermes per citarne solo alcune.

Mentre i suoi più stretti coetanei Christian Louboutin e Manolo Blahnik avevano trascorso la loro carriera puntando alla fama e al riconoscimento, il sempre timido Mark Schwartz ha preferito rimanere sullo sfondo e fuori dai riflettori, contento di lasciare che i noti marchi si prendessero il merito del suo lavorare e rimanere sconosciuti al di fuori del settore. Anche se le sue scarpe da donna erano adorate, si poteva dire che fosse il Banksy dell’industria calzaturiera, al punto che Oprah Winfrey si fermò persino una volta a metà intervista durante uno dei suoi spettacoli e disse: “non parliamone più, parliamo del mio stivali”. A quel punto si è alzata e ha fatto girare la sua famigerata Oprah e ha detto “Non so chi sia Mark Schwartz ma adoro le sue scarpe”.

Non è stato fino a metà notte che Schwartz ha finalmente aperto la sua boutique nell’elegante Soho di New York. Con un sorriso sfacciato, racconta la storia di una tipica serata in cui lavorava fino a tardi ed entra una signora alta e snella con un velo e occhiali scuri che desidera assistenza e si comporta in modo molto timido. Essendo l’unica persona nel negozio al momento in cui Mark ha iniziato a servire il cliente che era entusiasta delle scarpe, è stato solo quando lei ha messo da parte numerose paia per l’acquisto che ha rilasciato la sua misteriosa cliente era Sharon Stone, che insieme a Susan Sarandon è diventata uno dei suoi clienti più abituali.

Schwartz è stato incaricato da alcune delle celebrità più importanti di progettare su misura le loro scarpe, tra cui Madonna, Julia Roberts, Julia Louis – Dreyfus, Natasha Richardson, Tina Turner, Lady Gaga, Katy Perry, Jennifer Lopez, Halle Berry, Angelina Jolie, Hillary Rodham Clinton, Gianna Milani e Wendy Williams per citarne alcuni.

Chip Red Steps from La Mia Vita Collection

Dopo aver trascorso anni a disegnare e creare bellissime scarpe su misura per le donne, Schwartz ha deciso di concentrare i suoi sforzi sulle scarpe da uomo, sebbene continui ad accettare commissioni private di scarpe da donna per i ricchi e famosi. La sua nuova collezione Primavera / Estate 2021 è incentrata sul colore e sulla definizione. Dice che una delle forze trainanti dietro questa raccolta era sul retro delle nuove vaccinazioni covid e si stava muovendo nella direzione verso un futuro più luminoso. Questo è molto visibile nel vivido colore rosso Cina del suo mocassino in pelle scamosciata e nel vivace azzurro e tortora intenso di questa collezione.

In linea con il blu azzurro e il talpa, è il Charlz boot, che è la versione di Schwartz del classico stivale chukka, realizzato con lo stesso un morbido camoscio nabuk. Il Charlz è disponibile anche in una combinazione di due tonalità di verde, tortora e blu. Per coloro che preferiscono una scarpa stringata, la scarpa Dart offre una svolta sulla classica firma Mark Schwartz stringata e offre un mix di denim e pelle scamosciata per dare una transizione sottile e versatile dalla primavera all’estate, nonché da un casual a un vestito scarpa. Il Dart è disponibile sia in misto denim scamosciato blu che nero. Questa collezione è chiamata la collezione La Mia Vita poiché Schwartz sente che l’ispirazione è stata presa da molti aspetti diversi della sua vita, compresi i problemi attuali che hanno influenzato la vita di così tanti nell’ultimo anno e sente che c’è una scarpa all’interno della collezione che tutti può riguardare in qualche forma.

Avendo passato molti anni a essere mentore del suo buon amico e artista Andy Warhol, era anche molto importante per Schwartz che questa collezione riflettesse sulle sue opere d’arte di cui è molto si appassiona e vende sotto l’ombrello di highheeledart.com.

Dart Lace Up from La Mia Vita Collection

Schwartz ricorda con affetto: “Era un martedì pomeriggio di febbraio 1984 che ho incontrato Andy (Warhol) che era amico di Roger (Vivier) e gli era stato detto che aveva un giovane direttore creativo che aveva curato per dirigere l’operazione americana quando era all’estero, e così Andy aveva deciso di farlo pronto per incontrarmi. Ero seduto nel mio ufficio sopra la boutique quando il direttore del negozio mi ha chiamato dicendo che Andy Warhol era qui e aveva chiesto di incontrarmi. La mia prima reazione è stata: chi è Andy Warhol? L’avevo visto alcune volte in giro per New York ma non mi era mai venuto in mente che il famoso artista questo fosse lo stesso Andy Warhol che chiedeva di incontrarmi.

“Eravamo seduti nel mio ufficio a chiacchierare per circa minuti fino a quando Warhol dovette andarsene ma tornò a vederlo di nuovo la settimana successiva, poi ogni Martedì alle 14:00 fino alla sua prematura scomparsa in febbraio 1987. Ci sedevamo, chiacchieravamo e disegnavamo scarpe insieme e presto siamo diventati amici intimi, con Warhol che mi faceva da mentore e mi spingeva a perseguire il suo amore per il disegno e lo schizzo “.

Schwartz ha venduto il suo primo dipinto a 1993 che era di una scarpa rossa ed era appesa a casa sua, ma gli è stata fatta un’offerta che non poteva rifiutare e ha accettato di vendere il pezzo e ha continuato a vendere il suo arte da quel giorno. Schwartz racconta di come la sua arte e il tempo trascorso con Warhol siano stati una delle ispirazioni dietro la collezione “La Mia Vita” (che si traduce come “La mia vita”).

Chip Beige da La Mia Vita Collection

Questa collezione comprende anche stivali e mocassini utilizzando una tela resistente alle intemperie per dare un tocco artistico, che è stata serigrafata utilizzando i suoi disegni originali dipinti a mano. Schwartz ha dichiarato: “Questa è una collezione molto personale per me, poiché non solo ora posso indossare le mie scarpe, ma sono riuscito a racchiudere il mio amore per l’arte e la passione per il design. Andy (Warhol) e io eravamo soliti sederci nel mio ufficio a scarabocchiare sulle riviste a parlare di quanto potesse essere divertente avere fisicamente alcuni dei nostri dipinti su scarpe vere. Nessun altro lo sta facendo ed è qualcosa che intendo continuare ad esplorare nelle mie future collezioni. Guardando la collezione questo aspetto fa parte della collezione Schwartz concorda sul fatto che abbia un tocco involontario di Jackson Pollock.

“Le calzature da uomo di regola non hanno sempre lo scopo di essere avventurose e giocose come le donne scarpe e quindi questo è qualcosa che voglio cambiare in quanto anche gli uomini dovrebbero avere la possibilità di esprimersi quanto vogliono attraverso le loro scelte di moda. ” da ordinare a Firenze, Italia, con il signor Schwartz che supervisiona ogni punto per creare la scarpa da uomo personalizzata perfetta. La collezione La Mia Vita parte da circa £ 525 / $ 595 ed è disponibile in preordine su markschwartzmensshoes.com con spedizione gratuita in tutto il mondo.