sabato 24 ottobre 2020

Investire nei mercati emergenti conviene? Ecco i titoli interessanti

Le azioni dei mercati emergenti rappresentano da sempre una valida alternativa, anche più economica, ai titoli mainstream dell’indice S&P 500

Dopo la devastazione causata dalla pandemia e i timori per un’altra ondata in arrivo, la situazione negli Stati Uniti è abbastanza stazionaria per quanto riguarda i mercati. Se da una parte la posizione ideale in questi frangenti sia quella di mantenere le posizioni, ci sono titoli dei mercati emergenti che offrono un’alternativa interessante.

Sebbene nessun paese a parte la Nuova Zelanda abbia dichiarato la vittoria su Covid-19, l’Asia ha ottenuto risultati migliori dell’Europa durante questa crisi. Mentre gli Stati Uniti e l’Europa sono alle prese con il virus, diverse economie emergenti hanno spazzato via i suoi effetti e mostrano segni di vita. Ecco perché i titoli dei mercati emergenti offrono un’alternativa interessante agli investimenti negli Stati Uniti

Poiché molti di questi titoli sono negoziati a valutazioni interessanti, offrono una finestra di opportunità agli investitori che desiderano diversificare il proprio portafoglio.

Arcos Dorados Holdings

Diversi investitori potrebbero desiderare un po’ di familiarità quando investono all’estero. In tal caso, converrebbe puntare su Arcos Dorados Holdings (ARCO). La compagnia gestisce 2.200 ristoranti McDonald (MCD) nei Caraibi e in America Latina. Tra tutti i titoli dei mercati emergenti di cui abbiamo discusso, direi che questo è il più sicuro solo per il marchio di cui stiamo parlando qui – uno dei più riconoscibili al mondo.

Sebbene lo stock di ARCO abbia subito un martellamento a causa della pandemia, le cose si stabilizzeranno una volta che avremo proseguito il cammino verso la ripresa. Tuttavia, il problema a lungo termine per l’azienda è che la crescita nei suoi mercati chiave è stata debole. In particolare in Brasile, che rappresenta il 45% dei ricavi complessivi.

Tuttavia, la società è riuscita a pubblicare numeri operativi eccellenti nonostante il difficile ambiente macro. Inoltre, con un marchio così consolidato sotto l’ombrello, sono sicuro che i ricavi si riprenderanno a un ritmo sano. Il Brasile ha sofferto molto a causa del virus, ma c’è speranza che potremmo avere un vaccino entro la fine dell’anno. Ciò dovrebbe significare che il 2021 sarà un anno di ripresa per i mercati più ampi e per le azioni ARCO.

Infosys

Infosys (INFY) è un colosso nello spazio tecnologico indiano. Con sede a Bangalore, nella Silicon Valley dell’India, la società offre consulenza aziendale, tecnologia informatica e servizi di outsourcing a oltre 1.000 clienti in tutto il mondo. A marzo, un selloff indotto dal panico ha portato il titolo INFY a scendere a $ 7 per azione, ma da allora si è ripreso.

Le azioni sono aumentate di oltre l’83% da marzo, quindi molti si chiederanno se sia rimasto un rialzo. Tuttavia, ritengo ancora che le azioni INFY abbiano molto da offrire. La società sta crescendo a ritmi salutari, ha un pagamento piccolo ma costante e viene investita in tecnologie future. Nonostante Covid-19, la società è riuscita ad aumentare i ricavi dell’1,5% su base valutaria costante.

Ciò è stato una sorpresa per molti analisti poiché si riteneva che Covid-19 avrebbe devastato le finanze. Gli investitori temevano che i clienti avrebbero rivalutato le proprie spese e ridotto ove necessario, compresi i contratti con la società di outsourcing.

Tuttavia, Infosys è riuscito a trovare una risposta efficace a questa crisi. Le sue soluzioni “Return to Workplace” di livello aziendale sono progettate per aiutare i clienti che si trovano ad affrontare problemi dovuti alla pandemia. Infosys ha effettivamente trasformato un negativo in positivo. Con molte aziende che cercano di licenziare il personale, Infosys può venire in soccorso attraverso le sue offerte.

I titoli INFY sono negoziati con un rapporto prezzo-utili di 22,9 volte superiore. Può sembrare un po ‘caro, ma non credo che la corsa al toro sia finita per il gigante della tecnologia indiano. Come discusso, Covid-19 potrebbe essere un vantaggio e portare a maggiori vendite.

CapitaLand Mall Trust

A questo punto, i centri commerciali sembrano essere una parolaccia tra gli investitori. Il settore soffriva già prima di Covid-19 a causa dell’aumento del commercio elettronico. Tuttavia, le cose hanno preso una svolta in peggio a causa del virus. CapitaLand Mall Trust (CPAMF) è stata una delle prime vittime, ma ha perso terreno.

Come previsto, il secondo trimestre è stato devastante per l’azienda. L’occupazione degli inquilini è rimasta solida, ma le vendite sono diminuite poiché la maggior parte dei negozi è stata costretta a chiudere, ad eccezione di quelli che offrono servizi essenziali.

Tuttavia, CapitaLand non è seduto indietro. Invece, sta adottando un approccio proattivo di fronte a Covid-19. La fusione con l’ufficio REIT CapitaLand Commercial Trust (CPITF) è ancora in corso. Creerà CapitaLand Integrated Commercial Trust, un REIT commerciale diversificato con proprietà distribuite a Singapore.

Le azioni CPAMF sono scambiate con un rapporto tra prezzo e prezzo di 0.97x, un interessante punto di ingresso per un’azienda con un futuro eccitante.