martedì 24 novembre 2020

Jeremy Siegel di Wharton afferma che la Fed ha bisogno di tagliare i tassi: “Questo può solo essere una palla di neve”

Jeremy Siegel

David Orrell | CNBC

Il professor Jeremy Siegel della Wharton School ha detto a CNBC Giovedì che la Federal Reserve dovrebbe tagliare i tassi di interesse per aiutare a calmare i mercati e l’economia durante l’epidemia di coronavirus.

“Questo non curerà la situazione, ma penso che dovrebbero essere proattivo in questo caso. Non sono d’accordo con quelli che dicono “oh, è solo un problema della catena di approvvigionamento”, “ha detto Siegel” Closing Bell . ”

NOI i mercati sono scesi per tutta la settimana e il sell-off di giovedì è stato il giorno peggiore. Il Dow Jones Industrial Average è sceso di quasi 1, 200 punti o superiore al 4,4%.

Il forte calo dei prezzi delle azioni ha portato all’aumento della pressione sulla Fed per ridurre i tassi di interesse. I mercati a termine mostrano che i trader hanno scontato quest’anno tre tagli ai tassi , nonostante i funzionari della Fed affermino che è troppo presto per prendere decisioni politiche dovute all’epidemia.

“Sì, c’è un problema di catena di approvvigionamento dalla Cina, ma è un problema di paura”, ha continuato Siegel. “E le persone smettono di fare cose, smettono di viaggiare, smettono di andare avanti e questo può solo andare a palle di neve. La nostra economia dipende da quello. E dobbiamo ridurre il costo del capitale il più possibile per mantenere i motori dell’economia in movimento . “

Siegel ha dichiarato a gennaio che il mercato toro era guidato principalmente dallo slancio ed era preoccupato che non sarebbe continuato anche nel primo trimestre. All’epoca ha paragonato il mercato ai primi 2018, che ha visto anche una forte svendita a febbraio.

“Stiamo davvero lavando tutti quei giocatori di slancio, che alla fine sono salutari per il mercato. Questo è uno dei motivi per andare giù. E sicuramente il resto è la paura per quello che succederà ai guadagni di quest’anno “, ha detto Siegel giovedì.

Poiché le azioni sono attività a lungo termine, Siegel ha detto che le azioni alla fine dovrebbero riprendersi nonostante il colpo agli utili che prenderanno quest’anno.

“Anche se quest’anno i guadagni sono ridotti al ribasso, se otteniamo il recupero – e la storia dice che anche da questi virus lo facciamo – allora la principale fonte di valore dovrebbe essere intatto “, ha detto.

Articolo originale di CNBC