venerdì 30 ottobre 2020

Jeremy Siegel di Wharton vede una “breve e rapida recessione” dovuta al coronavirus

Jeremy Siegel

David Orrell | CNBC

Professore di finanza della Wharton School Jeremy Siegel ha detto lunedì che gli Stati Uniti potrebbero subire una recessione a breve termine a causa dell’impatto economico negativo del coronavirus a rapida diffusione.

“Potremmo davvero avere una breve e rapida recessione”, ha detto Siegel su CNBC “ Squawk Box .” “Ci sono molte incertezze.”

I casi confermati di infezioni da coronavirus negli Stati Uniti sono saliti a 88 da lunedì. Le autorità sanitarie statunitensi hanno confermato due morti, entrambi vicino a Seattle, e New York funzionari statali e comunali hanno confermato il primo caso di coronavirus di New York City .

Le scorte della scorsa settimana hanno subito la settimana peggiore dalla crisi finanziaria, con più di $ 3 trilioni di dollari spazzati via dalle azioni americane perché i timori di una recessione hanno causato agli investitori di scaricare attività di rischio.

Tuttavia, Siegel ritiene che gli investitori a lungo termine dovrebbero rimanere saldi mentre la rapida correzione del mercato ha preso la valutazione fino a livelli ragionevoli.

“Il valore a lungo termine non è significativamente compromesso”, ha detto Siegel. “Siamo stati un po ‘troppo estesi alla fine di gennaio, quindi stiamo togliendo quella lanugine. Ora, penso che siamo giù nella posizione in cui abbiamo un valore a lungo termine. Secondo me, rimanere sulla rotta per tutto il lungo investitori a lungo termine. “

” Se hai molti soldi, ne metterei un po ‘al lavoro in futuro “, ha aggiunto.

Le azioni di lunedì hanno tentato di rimbalzare dalle loro ripide perdite in mezzo a Wall Street che sollecita lo stimolo delle banche centrali globali per combattere il rallentamento indotto dal virus.

Iscriviti a CNBC PRO per approfondimenti e analisi esclusivi e programmazione di giorni lavorativi in ​​diretta da tutto il mondo.

Articolo originale di CNBC