mercoledì 26 gennaio 2022

La beta di Android 12 funziona su questi telefoni, ma dovresti provarla?

Google ha annunciato il primo Android 12 beta di ieri, completa di un’interfaccia completamente nuova chiamata Material You. È disponibile su più telefoni che mai, rendendolo allettante per molti di provarlo. Ma devi ricordare che è ancora in beta e, quindi, piuttosto bacato. Ecco i telefoni che possono provare la beta, e se proprio dovessi.

Normalmente, le beta di Android sono solo per la linea di Google di telefoni Pixel, ma dopo il successo di un’ampia beta di Android 11 lo scorso anno, Android 12 beta ha un enorme elenco di dispositivi supportati. Ci aspettiamo che l’elenco cresca, ma finora ci sono i telefoni compatibili.

Telefoni che possono provare Android 12 Beta Google Pixel 3, Pixel 4, Pixel 5 (inclusi XL e serie A) OnePlus 9/9 Pro Nokia X 20 Xiaomi Mi 11 / 11 Ultra, Xiaomi Mi 11 i / 11 X Pro ASUS Zenfone 8 Oppo Find X3 Pro Sharp Aquos R6 ZTE Axon 30 Ultra (modelli per la Cina per ora) TCL 20 Pro 5G Tecno Camon 17 Realme GT iQOO / Vivo 7 Legend Abbiamo aggiunto collegamenti per il download pertinenti per Android di ogni dispositivo 12 beta (se disponibile) ma ricorda che vorrai procedere con cautela. Molte cose possono andare storte quando installi il software beta. Non siamo responsabili per qualsiasi cosa tu faccia al tuo telefono.

Questi sono tutti i dispositivi supportati disponibili finora, ma ancora una volta, ci aspettiamo che tale elenco aumenti nelle prossime settimane e mesi.

Dovresti provare Android 12 Beta? Quindi, per iniziare, se stai pensando di installare il 12 beta sul tuo telefono principale, il tuo autista quotidiano, lo sconsiglierei sicuramente. Ci sto giocando da circa l’ultimo giorno su un Pixel 3 di prova, un telefono prodotto da Google. Anche sul dispositivo di Google, non è ancora quello che chiamerei “stabile”. L’interfaccia è carina, ma le app si bloccano, ci sono strani problemi e potrebbe non essere così affidabile. Non aspettarti che l’esperienza sia molto migliore su un telefono non Google.

Ovviamente, l’esperienza non sarà lo stesso su tutti i dispositivi supportati, ma altri telefoni stanno già lottando. Ad esempio, OnePlus ha ritirato la beta per 9 e 9 Pro perché stava bloccando i telefoni. Quest’anno è disponibile su molti dispositivi, ma a mio parere quelle sono più “anteprime degli sviluppatori” che una beta per i consumatori.

Ancora peggio, se lo provi e decidi che è troppo difettoso o che non vuoi usarlo per i prossimi 4-5 mesi fino ad Android 12 viene lanciato a settembre, richiede un ripristino delle impostazioni di fabbrica per tornare ad Android 11. In altre parole, è una grande scommessa.

So che si è tentati di provare l’ultima e la migliore, ma consiglio di aspettare fino a almeno beta 2, o meglio ancora, la versione beta 3 di luglio. Da quello che abbiamo sperimentato con le precedenti build beta di Android, Google inizia ad appianare le cose al punto che è sicuro per l’uso quotidiano intorno alla terza versione. Tuttavia, procedi con cautela perché anche con le beta future, sono ancora, sai, beta.

In chiusura, se tu sei consapevole dei rischi e ti senti come se fossi in grado di affrontare i problemi, risolvere i problemi e aggiornare il tuo dispositivo quando arrivano nuove build beta, con tutti i mezzi, provaci. A ciascuno il suo.