martedì 01 dicembre 2020

La citazione da non perdere del CBD dal capo della FDA

                                                                 

Infine, alcune buone notizie per l’industria dei cannabidioli.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Nonostante soffra di un aumento dei dolori della crescita, l’industria della cannabis dovrebbe essere un diavolo di una storia di crescita a lungo termine. Dopo aver più che triplicato le entrate tra 700 e 2018, l’aspettativa di Wall Street è che l’industria delle pentole realizzi una crescita totale delle vendite tra 200% e 1, 800% di 2020. In termini di dollari nominali, stiamo parlando di $ 26 da miliardi a $ 200 miliardi di vendite annuali di 2030.

Tuttavia, ci si aspetta che ci sia una nicchia in crescita ancora più rapida all’interno del movimento della cannabis che ha attirato molta attenzione da parte degli investitori. Sto parlando di cannabidiolo (CBD).

Fonte immagine: Getty Images.

Il cannabidiolo avrebbe dovuto essere il prossimo investimento a caldo

Il cannabidiolo è il cannabinoide non psicoattivo derivato dalla canapa e dalla cannabis che è meglio conosciuto per i suoi benefici medici percepiti. Secondo il Brightfield Group, le vendite di CBD negli Stati Uniti dovrebbero crescere di più di 100% su base annuale tra 2018 e 2023, superando in definitiva $ 23 miliardi di vendite annuali.

Questa stima di crescita estremamente aggressiva di Brightfield segue i due catalizzatori principali. In primo luogo, come notato, il CBD non è un composto che aumenta gli utenti. Ciò significa che i prodotti contenenti CBD hanno maggiori probabilità di attrarre un pubblico più ampio rispetto ai prodotti che contengono tetraidrocannabinolo (THC), la sostanza che aumenta i consumatori. E, non dimenticate, i derivati, come i commestibili, gli argomenti e le bevande infuse, quasi sempre vantano margini significativamente più succosi per le aziende di cannabis rispetto ai tradizionali fiori secchi.

L’altro catalizzatore qui è che il presidente Trump ha firmato la legge sulla legge agricola in dicembre 2018. The Farm Bill ha legalizzato la produzione industriale di canapa, nonché i prodotti a base di CBD derivati ​​dalla canapa. Come aggiornamento, la canapa di solito ha livelli molto bassi di THC ed è notevolmente più facile da coltivare rispetto alla cannabis, rendendola la coltura perfetta per l’estrazione del CBD.

Tutto è apparso pronto per il CBD per diventare il prossimo grande investimento su Wall Street … solo che non lo è stato.

Fonte immagine: Getty Images.

La FDA ha scavato nel tallone il CBD

Anche se il Congresso era passato e il presidente aveva firmato la legge sulla legge agricola, c’era ancora una nuvola grigia a strapiombo sull’industria del CBD: la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti.

Anche se spesso pensiamo alla FDA in termini di revisione dei dati degli studi clinici e approvazione o negazione di farmaci che cambiano il gioco, è anche responsabile di garantire che le sostanze all’interno della catena alimentare e delle bevande rimangano sicure. L’anno scorso, si prevedeva che la FDA avrebbe fornito una serie di linee guida che le aziende avrebbero dovuto seguire per quanto riguarda l’aggiunta di CBD a alimenti, bevande e integratori alimentari. Tuttavia, un novembre 17 l’aggiornamento del consumatore ha cambiato quella tesi.

In un comunicato stampa, la FDA ha rilasciato una serie di dichiarazioni critiche riguardante il CBD (preso alla lettera dal comunicato):

  • CBD ha il potenziale per farti del male, e il danno può accadere anche prima che te ne accorga.
  • Il CBD può causare effetti collaterali che potresti notare. Questi effetti collaterali dovrebbero migliorare quando il CBD viene interrotto o quando la quantità ingerita viene ridotta.
  • Ci sono molti aspetti importanti del CBD che non conosciamo.

In breve, la FDA mise piede sul CBD di mettere chiaramente in discussione la sua sicurezza e negare alle aziende il diritto di aggiungere CBD a alimenti, bevande e integratori alimentari. Ciò non significa che la FDA abbia finito di rivedere il CBD, ma sicuramente mette in dubbio il futuro del settore negli Stati Uniti. Per non parlare, l’ex commissario della FDA Scott Gottlieb, che si è dimesso dal suo incarico l’anno scorso, ha ammonito che possono essere necessari anni per una nuova sostanza da rivedere e stabilire le linee guida

Fonte immagine: Getty Images.

Questa citazione del capo della FDA dovrebbe calmare alcuni nervi

Con la FDA che prende una posizione eccezionalmente cauta sul CBD, le scorte di cannabis che miravano a incorporare prodotti di cannabidiolo negli Stati Uniti l’hanno preso sul mento.

Ad esempio, Charlotte’s Web ( OTC: CWBHF ) doveva essere un mostro nello spazio CBD. Sebbene la quota di mercato del CBD sia estremamente frammentata, nessuna azienda vanta una quota maggiore rispetto al Web di Charlotte. Ma con la stima delle entrate di consenso di Wall Street per 2018 una volta facilmente in cima a $ 148 milioni, il Web di Charlotte dovrebbe ora generare solo $ 100 milioni in vendite per l’intero anno. Questo più che dimezzare nelle previsioni di vendita dell’azienda si è verificato in meno di un anno, ed è il risultato diretto delle preoccupazioni relative alle dichiarazioni della FDA sul CBD.

Tuttavia, i nuovi commenti del relativamente nuovo Commissario FDA dovrebbero fare molto per alleviare i timori degli investitori. Durante un discorso mercoledì, febbraio 23, il commissario Stephen Hahn ha dichiarato quanto segue:

Le persone utilizzano questi prodotti [CBD products]. Non potremo dire che non puoi usare questi prodotti. È un gioco da pazzi cercare di avvicinarsi anche a quello.

In altre parole, il capo della FDA ha annunciato che l’agenzia non ha intenzione di reprimere ulteriormente il CBD di quanto non abbia già fatto. Questa è un’ottima notizia considerando che gli argomenti e gli oli sono rimasti più o meno fuori dal radar dell’agenzia. La maggior parte dei prodotti che Charlotte’s Web ha messo sugli scaffali dei negozi è di tipo petrolifero o di attualità, il che significa che ha ancora un grande slancio di crescita delle vendite, anche senza la capacità immediata di mettere i commestibili sugli scaffali dei negozi.

L’unico potenziale problema che le società di CBD continueranno a navigare è garantire che pubblicizzino correttamente i loro prodotti e non facciano dichiarazioni non comprovate. A luglio, Curaleaf ( OTC: CURLF ) cadde vittima di una lettera di avvertimento della FDA che aveva “droghe di marca sbagliata”, tra cui una linea di lozioni, cerotti antidolorifici, tinture e penne a vaporizzatore. I prodotti Cidoeaf Bido CBD sono stati anche segnalati dalla FDA per non conformità. Curaleaf si è affrettato a rispondere alle affermazioni secondo cui il CBD potrebbe curare disturbi come il cancro e il morbo di Alzheimer, risolvendo la denuncia della FDA, ma alla fine ha finito per costare a Curaleaf il suo spazio commerciale con CVS Health .

In breve, le cose non sono così terribili per l’industria del CBD come potresti pensare, ma non aspettarti che la FDA emetta linee guida concrete in qualsiasi momento presto.

                                                                                                                                                                                                                 Sean Williams possiede quote di CVS Health. Il Motley Fool possiede azioni e raccomanda Charlottes Web Holdings. Il Motley Fool raccomanda CVS Health. Il matto ha una politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                    

Articolo originale di Fool.com