giovedì 05 agosto 2021

La crittografia end-to-end di Ring esce finalmente dalla beta

Ring ha recentemente annunciato l’intenzione di offrire la crittografia end-to-end (E2EE) per la maggior parte delle sue telecamere di sicurezza intelligenti. Il protocollo impedisce a chiunque, inclusi hacker, forze dell’ordine o Ring stesso, di accedere ai tuoi video. Dopo solo pochi mesi in versione beta, Ring E2E è ora disponibile per tutti gli utenti statunitensi ed è attualmente in fase di implementazione sui dispositivi a livello globale.

I produttori di fotocamere intelligenti non sono mai esenti da controversie, ma Ring si è trovata trincerata in scandali in tutto 2019 e 2020 per aver violato la privacy degli utenti, fornendo filmati alla polizia senza prima chiedere agli utenti e lasciando i dispositivi vulnerabili agli hacker. ‘

A un certo punto, abbiamo effettivamente suggerito ai lettori di evitare Ring per questi motivi, ma le recenti modifiche alla sicurezza del dispositivo e alla relazione tra Ring con le forze dell’ordine ci ha portato a invertire la nostra decisione. Il corretto E2EE è sicuramente un fattore in questa equazione e siamo lieti di vederlo uscire dalla beta così rapidamente. Sfortunatamente, E2EE non funziona con i videocitofoni e le videocamere Ring alimentati a batteria. Di seguito elencheremo i modelli di fotocamere Ring compatibili con E2EE: Ring Video Doorbell Pro Ring Video Doorbell Pro 2 Ring Video Doorbell Elite Ring Video Campanello cablato Ring Spotlight Cam cablata Supporto per camma spotlight ad anello Stick Up Cam Elite (2a generazione) Stick Up Cam cablata (2a generazione) Camera interna Camma Floodlight ad anello (1a generazione)

Cam con proiettore ad anello cablata Pro Ring Floodlight Cam Wired Plus Ring Stick Up Cam Plug-In (3a generazione) Per impostare E2EE, apri l’app Ring e vai al Centro di controllo. Quindi, tocca Crittografia video, vai alle Impostazioni avanzate e trova Crittografia end-to-end video. Dovresti vedere un pulsante che dice “Inizia”. Premilo e segui le istruzioni: Ring ti farà impostare una passphrase e scorrere alcune informazioni importanti.

Insieme a E2EE, Ring ora supporta le app di autenticazione (come Google Authenticator) per fornire maggiore sicurezza oltre a 2FA. Anche le app Ring e Neighbors stanno guadagnando CAPTCHA per dissuadere i bot dall’accedere agli account, una funzionalità che sembra un po’ in ritardo. Se ciò non bastasse, Ring ha annunciato l’intenzione di lanciare una piattaforma di “trasferimento” self-service, che dovrebbe consentire agli utenti di cancellare e vendere in sicurezza i propri prodotti Ring senza chiamare l’assistenza clienti. Questo dovrebbe interrompere la connessione tra il tuo vecchio dispositivo e le tue informazioni personali, impedendo ai suoi nuovi proprietari di violare la tua privacy. Fonte: Squillare