Entra in contatto con noi

Mercati americani

La Fed sta cercando di svezzare i mercati dalla politica monetaria?

Pubblicato

il

JTSorrell/iStock tramite Getty Images

La Fed sta cercando di svezzare i mercati dalla politica monetaria? Tale era una premessa interessante da Alastair Crooke tramite la Strategic Culture Foundation. Vale a dire:

Delos Gioielli
Delos Gioielli

“La Fed, tuttavia, potrebbe tentare di implementare un contrarian, controllato demolizione della bolla economica statunitense attraverso l’aumento dei tassi di interesse. Gli aumenti dei tassi non uccideranno il “drago” dell’inflazione (dovrebbero essere molto più alti per farlo). Lo scopo è quello di spezzare una ‘abitudine di dipendenza’ generalizzata dal denaro gratuito”.

Questa è una valutazione potente. Se vero, c’è un impatto globale sui mercati economici e finanziari nel prossimo decennio. Tale è fondamentale quando si considera l’impatto su rendimenti dei mercati finanziari rispetto al decennio precedente.

“Il grafico sottostante mostra i rendimenti totali medi annui aggiustati per l’inflazione (dividendi inclusi) dal 1928. Ho utilizzato i dati sul rendimento totale di Aswath Damodaran, uno Stern Professore alla School of Business della New York University. Il grafico mostra che dal 1928 al 2021 il mercato è tornato dell’8,48% dopo l’inflazione. Tuttavia, si noti che dopo la crisi finanziaria del 2008, i rendimenti sono aumentati in media di quattro punti percentuali per i vari periodi.“

Advertisement

Possiamo far risalire quei rendimenti fuori misura agli interventi di politica fiscale della Fed e del governo durante quel periodo. A seguito della crisi finanziaria, la Federal Reserve è intervenuta quando il mercato ha inciampato o minacciato il “effetto ricchezza”.

Molti suggeriscono che gli interventi monetari della Federal Reserve non influenzino i mercati finanziari. Tuttavia, la correlazione tra i due è estremamente alta.

Il risultato di più di un decennio di esperimenti monetari sfrenati ha portato a un enorme divario di ricchezza negli Stati Uniti Tale è diventato il centro del panorama politico.

Non è solo la massiccia espansione del patrimonio netto delle famiglie dopo la crisi finanziaria a creare problemi. Il problema è che quasi il 70% del patrimonio netto familiare si è concentrato nel 10% più ricco dei redditi.

Advertisement

Probabilmente non era intenzione della Fed provocare una così massiccia ridistribuzione della ricchezza. Tuttavia, è stato il risultato del suo grande esperimento monetario.

Il grande esperimento di Pavlov

Condizionamento classico (noto anche come pavloviano o condizionamento rispondente) si riferisce a una procedura di apprendimento in cui un potente stimolo (per esempio, cibo) si accoppia con uno stimolo precedentemente neutro (p. es., una campana). Pavlov scoprì che quando introduceva lo stimolo neutro, i cani cominciavano a salivare in previsione del potente stimolo, anche se al momento non era presente. Questo processo di apprendimento deriva dall’aspetto psicologico “accoppiamento” degli stimoli.

Questo condizionamento è quello che è successo agli investitori nell’ultimo decennio.

Nel 2010, l’allora presidente della Fed Ben Bernanke ha introdotto il “stimolo neutro” ai mercati finanziari aggiungendo a “terzo mandato” alle responsabilità della Fed – la creazione del “effetto ricchezza”.

Advertisement

“Questo approccio ha facilitato le condizioni finanziarie in passato e, finora, sembra essere di nuovo efficace. I prezzi delle azioni sono aumentati ei tassi di interesse a lungo termine sono diminuiti quando gli investitori hanno iniziato ad anticipare questa azione aggiuntiva. Condizioni finanziarie più facili promuoveranno la crescita economica. Ad esempio, tassi ipotecari più bassi renderanno gli alloggi più convenienti e consentiranno a più proprietari di rifinanziarsi. I tassi più bassi delle obbligazioni societarie incoraggeranno gli investimenti. E i prezzi delle azioni più alti aumenteranno la ricchezza dei consumatori e contribuiranno ad aumentare la fiducia, che può anche stimolare la spesa. L’aumento della spesa porterà a redditi e profitti più elevati che, in un circolo virtuoso, sosterranno ulteriormente l’espansione economica”.

– Ben Bernanke, Washington Post Op-Ed, novembre 2010.

È importante sottolineare che, affinché il condizionamento funzioni, il “stimolo neutro”, quando introdotto, deve essere seguito dal “potente stimolo” per il “accoppiamento” completare. Per gli investitori, poiché la Fed ha introdotto ogni round di “Facilitazione per quantità,” il “stimolo neutro”, il mercato azionario è salito, il “potente stimolo”.

Prove di accoppiamento riuscito

Dodici anni e guadagni del 400% dopo, il “accoppiamento” era completo. Questo è il motivo per cui gli investitori ora passano da un rapporto economico e da una riunione della Fed all’altra in previsione del “suono del campanello”.

Advertisement

Il problema, come osservato in precedenza, è che, nonostante la massiccia espansione del bilancio della Fed e l’impennata dei prezzi delle attività, la traduzione in una più ampia prosperità economica è stata relativamente scarsa.

Il problema è il “sistema di trasmissione” della politica monetaria crollato a seguito della crisi finanziaria.

Invece della liquidità che scorreva attraverso il sistema, è rimasta imbottigliata all’interno delle istituzioni e degli ultra-ricchi, che avevano “ricchezza investibile”. Tuttavia, quei programmi non sono riusciti a incrementare il 90% più povero degli americani che vivono stipendio dopo stipendio.

Il grafico sottostante mostra come il flusso di liquidità non sia riuscito a tradursi in crescita economica. Mentre il mercato azionario ha registrato un rendimento superiore al 180% dal picco del 2007, l’aumento dei prezzi delle attività è stato di oltre 6 volte la crescita del PIL reale e di 2,3 volte la crescita della crescita aziendale fatturato. (Ho utilizzato la crescita delle vendite nel grafico sottostante in quanto non è soggetta a manipolazione.)

Advertisement

Poiché i prezzi delle attività dovrebbero riflettere la crescita economica e dei ricavi, la deviazione è la prova di un problema più sistemico. Naturalmente, il problema arriva quando cercano di invertire il processo.

Il grande scioglimento

Il grafico sottostante riassume l’entità dell’attuale problema della Fed.

Dal salvataggio di Bear Stearns a HAMP, HARP, TARP e una miriade di altri salvataggi governativi, insieme a tassi di interesse zero e una massiccia espansione del bilancio della Fed, ci sono stati circa $ 10 di interventi monetari per ogni $ 1 di crescita economica.

Advertisement

Ora, la Federal Reserve deve capire come svezzare i mercati “supporto vitale” e tornare alla crescita organica. La conseguenza del ritiro del supporto dovrebbe essere ovvia, come notato da Crooke.

“Forse la Fed può spezzare la dipendenza psicologica nel tempo, ma il compito non va sottovalutato. Come ha affermato uno stratega di mercato: ‘Il nuovo ambiente operativo è del tutto estraneo a qualsiasi investitore vivo oggi. Quindi, dobbiamo disancorarci da un passato che ‘non è più’ – e procedere con mente aperta.’

Questo periodo di tassi zero, inflazione zero e QE è stato un’anomalia storica, assolutamente straordinaria. E sta finendo (nel bene e nel male).”

Logicamente, la fine di Pavlov è fantastica “esperimento monetario” non può finire in meglio. Una volta che lo stimolo accoppiato viene rimosso dal mercato, i rendimenti a termine devono tornare alla matematica di base della crescita economica più inflazione e dividendi. Tale era la matematica di base dei rendimenti dal 1900 al 2008.

Advertisement

In un mondo in cui la Fed vuole un’inflazione del 2%, la crescita economica dovrebbe essere pari al 2% e possiamo presumere che i dividendi rimangano al 2%. La matematica è semplice:

2% PIL + 2% dividendo – 2% inflazione = 4% rendimenti annualizzati.

Tale è molto al di sotto dei rendimenti del 12% generati negli ultimi 12 anni. Ma tale sarà la conseguenza dello svezzamento dei mercati da anni di follia monetaria.

Naturalmente, anche in questo c’è un risultato positivo.

Advertisement

“Se Jay Powell rompe la Fed put e toglie l’ingiusta capacità del capitale privato di stuprare e saccheggiare il sistema, avrà finalmente affrontato la disparità di reddito in America”. – Danielle DiMartino-Booth

La linea di fondo è che risolvere il problema non sarà indolore. Naturalmente, rompere una dipendenza da qualsiasi sostanza non lo è mai. La speranza è che il ritiro non uccida il paziente.

Nota dell’editore: I punti riassuntivi per questo articolo sono stati scelti dagli editori di Seeking Alpha.

Questo articolo è stato scritto da

Advertisement

Consulenza di investimento reale unica, imparziale e controcorrente

Dopo essere stato nel mondo degli investimenti per più di 25 anni dal private banking e gestione degli investimenti al private e venture capital; Sono praticamente “stato lì e l’ho fatto” in un punto o nell’altro. Attualmente sono partner di RIA Advisors a Houston, Texas.

Trascorro la maggior parte del mio tempo analizzando, ricercando e scrivendo commenti su investimenti, psicologia degli investitori e macro-visioni dei mercati e dell’economia. I miei pensieri non sono generalmente mainstream e sono spesso di natura contrarian, ma cerco di usare un approccio di buon senso, spiegazioni chiare e la mia esperienza del “mondo reale” nel processo.

Sono un socio amministratore di RIA Pro, una newsletter settimanale basata su abbonati che viene distribuita a investitori individuali e professionali a livello nazionale. La newsletter copre argomenti economici, politici e di mercato in relazione al tuo denaro e alla tua vita.

Advertisement

Scrivo anche un blog quotidiano che viene letto da migliaia di persone a livello nazionale, da individui a professionisti, su www.realinvestmentadvice.com.

Advertisement

Trending