martedì 11 maggio 2021

La P.A. torna in presenza, stop alla soglia del 50% in smart working

AGI – Addio all’obbligo di far lavorare da remoto un dipendente pubblico su due, ci sarà più tempo per l’esame di teoria della patente, senza dover pagare nuovamente la domanda, e per rinnovare la carta d’identità. E viene esteso al 31 dicembre il regime rafforzato del golden power nei settori di rilevanza strategica. Sono alcune delle novità in arrivo con il decreto proroghe approvato dal Consiglio dei ministri.

Nessun nuovo stop delle cartelle esattoriali, per il momento, ma il tema resta aperto ed è oggetto di confronto all’interno della maggioranza. Si tratta di 35 milioni di cartelle sospese dalle misure emergenziali che senza un intervento l’amministrazione finanziaria potrà iniziare a notificare da lunedì. La Lega e Forza Italia spingono per bloccare l’invio almeno fino all’estate. Il governo sta valutando una ripresa selettiva, solo per chi è in difficoltà, delle notifiche degli atti di recupero di tasse e contributi ma resta il nodo delle coperture. L’orientamento sarebbe quello di utilizzare una fetta dell’extra deficit da 40 miliardi approvato dalle Camere che servirà per finanziare il decreto Sostegni bis che sarà varato la prossima settimana, ma gli spazi finanziari a disposizione sono ridotti visto che 5 miliardi sono già impegnati per gli investimenti del fondo extra Recovery

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo