sabato 06 marzo 2021

La vera catastrofe economica non è ancora arrivata. Alcuni economisti USA la pensano così

Dopo una terrificante primavera trascorsa in lockdown e un inizio estate fatto di proteste nelle strade, le cose potrebbero peggiorare molto in autunno.

Più di 40 milioni di persone hanno perso il lavoro negli ultimi mesi, nel rallentamento economico più rapido e più profondo mai registrato. Più della metà delle famiglie a basso reddito negli Stati Uniti ha registrato una perdita di guadagno. I numeri sono impressionanti, ma le cose sono sulla buona strada per andare molto, molto peggio.

L’economia degli Stati Uniti in questo momento è come un jumbo-jet che è in costante planata dopo che entrambi i suoi motori si sono spenti. Tra circa sei settimane, probabilmente si schianterà sul fianco di una montagna.

La metafora dell’aeroplano per capire come stanno le cose negli Stati Uniti

Ciò che l’ha tenuta in aria finora è uno straordinario sforzo di soccorso del governo. Nella maggior parte degli stati, gli sfratti sono stati temporaneamente vietati, impedendo una crisi di senzatetto di massa. La maggior parte dei pagamenti dei prestiti studenteschi federali è stata sospesa, eliminando una delle maggiori spese mensili ricorrenti che milioni di persone affrontano. Alle banche è stato ordinato di concedere ai propri clienti una pausa di sei mesi sui pagamenti dei mutui, se richiesto.

Ancora più importante, il reddito delle famiglie è aumentato drasticamente ad aprile, poiché centinaia di miliardi di dollari in salari persi sono stati sostituiti da trilioni di spese pubbliche. Il governo ha inviato oltre 159 milioni di pagamenti di incentivi fino a $ 1.200 per adulto (di più se si hanno figli) e oltre 20 milioni di disoccupati sono diventati eleggibili per ulteriori $ 600 a settimana in sussidi di disoccupazione federali. Il risultato, secondo Bloomberg, è stato il più grande aumento mensile del reddito familiare mai registrato.

Questo è successo ad aprile, quando c’erano molte meno cose per cui spendere i soldi; negozi e ristoranti erano chiusi, nessuno portava i bambini in un parco a tema e una nazione irsuta desiderava un taglio di capelli. Nel frattempo, la prospettiva di un enorme crollo economico significava che gli americani che erano ancora al lavoro avevano maggiori probabilità di mettere da parte i soldi che altrimenti avrebbero potuto spendere.

Un tasso di risparmio nazionale ad un livello altissimo

Quindi il tasso di risparmio nazionale – la quota di reddito delle persone che viene risparmiata anziché spesa – ha raggiunto il 33%, secondo l’Ufficio di analisi economica degli Stati Uniti, anche il livello più alto mai registrato. Nello stesso mese in cui abbiamo raggiunto la peggiore disoccupazione di massa nella memoria vivente, gli americani hanno risparmiato un totale di $ 6,15 trilioni, in aumento di $ 4 trilioni rispetto al mese precedente.

Il 31 luglio, i pagamenti della disoccupazione federale da $ 600 destinati ai disoccupati ogni settimana finiranno e non vi è alcun segno che saranno sostituiti con qualcosa di altrettanto generoso. In effetti, molti repubblicani vogliono sostituirli con nulla – e c’è anche poco segno che un altro giro di controlli di stimolo una tantum verrà spedito. Quindi il reddito per decine di milioni di famiglie è probabile che si tuffi nel naso ad agosto.

Ciò coinciderà con gli sfratti che ritornano dopo essere stati messi in attesa per mesi. Questo mese, circa un terzo degli affittuari non è stato in grado di pagare l’affitto per intero o per niente, nonostante tutto lo stimolo. Una legge federale che vieta gli sfratti in qualsiasi proprietà finanziata da mutui garantiti dal governo federale – più di un quarto di tutte le famiglie, secondo una stima – scade il 25 luglio, appena una settimana prima che milioni di persone vadano ritirate. A meno che non siano prorogati, gli ordini in tutto lo stato che vietano tutti gli sfratti in luoghi che sono stati più colpiti dalla crisi della disoccupazione scadranno anche in quel momento: la Florida il 1 luglio, la California il 28 luglio e New York il 20 agosto.

Quando arriverà la resa dei conti e la fine dei sussidi

Poiché milioni di persone sperimentano un improvviso crollo delle loro entrate nel momento stesso in cui i loro proprietari possono iniziare a buttarle fuori, anche altre fatture arriveranno. I pagamenti su milioni di prestiti studenteschi in pausa ricominceranno all’inizio di ottobre; gli oltre 4 milioni di proprietari di case che hanno ricevuto una pausa di sei mesi sulla loro ipoteca dopo i licenziamenti di massa di aprile dovranno ricominciare a pagare alla fine di ottobre.

Pochi si aspettano seriamente che l’economia degli Stati Uniti si riprenda più rapidamente di quanto arriveranno le bollette; le proiezioni del governo federale prevedono che la disoccupazione rimarrà spaventosamente alta anche nel prossimo anno, anche quando le persone torneranno al lavoro man mano che i blocchi vengono revocati. Molte aziende reinseriranno i lavoratori rapidamente quanto la domanda dei consumatori ritorna e nelle industrie ad alta intensità di manodopera, come ristoranti, intrattenimento e viaggi, nessuno si aspetta che le cose tornino alla normalità in qualunque momento presto.

E in tutta l’economia, i grandi datori di lavoro useranno questo momento come una sorta di pulsante di reimpostazione della forza lavoro – un’opportunità per ripensare quanti lavoratori vogliono davvero, esternalizzare alcuni lavori, offshore altri ed eliminarne del tutto. Secondo alcune stime, oltre il 40% di tutte le perdite di posti di lavoro negli ultimi mesi potrebbe essere permanente, non temporaneo.