lunedì 18 ottobre 2021

Lagarde cauta sulla ripresa: “Resta incertezza nel breve periodo”

AGI – L’economia europea è “migliorata” ma restano ancora diverse incertezze, soprattutto nel breve termine, legate alla diffusione delle varianti del virus. È il messaggio espresso dalla presidente Bce, Christine Lagarde, nella sua audizione in videoconferenza al Parlamento europeo. “La situazione economica sembra migliore” di quanto non fosse un anno fa, “e possiamo aspettarci che migliori nel 2021.

Nel breve termine, tuttavia, le prospettive economiche per l’area dell’euro rimangono circondate da incertezza, soprattutto a causa delle varianti, della velocità delle campagne di vaccinazione e delle dinamiche della pandemia. Lagarde in particolare prevede una nuova contrazione nel primo trimestre dell’anno e “una ferma ripresa dell’attività economica nella seconda metà del 2021”. “A medio termine – dice – prevediamo una ripresa della domanda e un un ritiro delle misure di contenimento”: più in generale Lagarde conferma una crescita del Pil “del 4% per l’area euro nel 2021, del 4,1% nel 2022 e del 2,1% nel 2023”. 

Bce: Pronti a sostenere imprese e famiglie

Per far fronte a questa situazione, ribadisce Lagarde,

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo