giovedì 06 maggio 2021

L’Assistente Google sta migliorando nel capire ciò che hai appena detto

Oggi Google ha annunciato una serie di aggiornamenti per l’Assistente Google con intelligenza artificiale aggiornata che migliora le conversazioni e comprende meglio il contesto e la pronuncia. Potrai persino insegnare all’Assistente Google a pronunciare e riconoscere meglio i nomi nei tuoi contatti.

Con ogni aggiornamento, il L’assistente impara nuovi trucchi e, sebbene sembri piccolo, questa nuova versione risolve alcuni fastidiosi problemi.

Per i principianti, il naturale i modelli di comprensione del linguaggio (NLU) sono stati “completamente ricostruiti” per comprendere il contesto con maggiore precisione e “cosa stai cercando di fare con un comando”. Così tanto, infatti, che quando commetti errori a metà frase o decidi di cambiare il tuo comando, coglierà l’errore e continuerà a sistemare le cose. Quando dici qualcosa come “Ehi Google, imposta un timer per 10 – nessuna attesa, 5 minuti”, capisce hai commesso un errore e imposterai il timer di 5 minuti corretto. In precedenza, l’Assistente sputava un timer dal nome strano e sbagliava l’ora.

Ecco alcuni esempi di situazioni contestuali con timer o allarmi che miglioreranno notevolmente.

Vale la pena notare che sono disponibili questi miglioramenti agli allarmi e ai timer a partire da oggi sugli altoparlanti intelligenti dell’Assistente Google, ma arriveranno su più dispositivi come telefoni e Nest Hub in un secondo momento.

Quindi, l’Assistente sta diventando più intelligente grazie alla comprensione di nomi univoci. In precedenza, potresti insegnargli il tuo nome, ma ora quell’opzione si sta estendendo ad altri contatti sul tuo telefono. In passato, se chiedevi al tuo Assistente Google di chiamare o inviare messaggi a qualcuno con un nome univoco o un’ortografia insolita, ci sono buone probabilità che non sia riuscito completamente. Ora troverà il nome corretto, si spera.

Questa nuova funzionalità verrà gradualmente implementata oggi per gli utenti di lingua inglese e verrà estendere a più in futuro. Una volta fatto, vai alle impostazioni dell’assistente> Tu> Le tue persone e seleziona un contatto per insegnare all’Assistente Google. Puoi leggerlo ad alta voce e il modello vocale imparerà la pronuncia corretta, il tutto senza dover salvare o memorizzare l’audio. Quindi, la prossima volta che proverai a inviare un messaggio a quella persona con i comandi vocali, dovrebbe funzionare come previsto.

Stato di Google -il sistema di machine learning vocale all’avanguardia vedrà anche aggiornamenti alle conversazioni, che risulteranno più naturali, specialmente con conversazioni avanti e indietro.

Fonte: Google