venerdì 07 maggio 2021

Le azioni American Airlines potrebbero essere il tuo prossimo acquisto

I consumatori vogliono tornare alla normalità e questa è un’ottima notizia per le azioni American Airlines

American Airlines (AAL) ha avuto la corsa sfrenata negli ultimi mesi, poiché la nuova pandemia di coronavirus Covid-19 ha inviato onde d’urto senza precedenti nel settore dei viaggi aerei globali.

Il titolo AAL è arrivato nel 2020 intorno ai $ 30. A metà maggio, le azioni erano scambiate al di sotto di $ 10. Quindi, nella seconda metà di maggio e nella prima settimana di giugno, le azioni AAL sono tornate indietro di oltre $ 20 mentre gli sforzi di riapertura economica dell’America hanno guadagnato slancio, il comportamento dei consumatori si è normalizzato e le tendenze del traffico aereo degli Stati Uniti sono significativamente migliorate.

Da allora, il titolo American Airlines ha restituito alcuni di questi guadagni quando una “seconda ondata” di Covid-19 è emersa in vari stati.

Non aver paura di questa seconda ondata. Non ucciderà la ripresa economica degli Stati Uniti. Non ucciderà il rimbalzo nei viaggi aerei. E non ucciderà azioni AAL.

Comprare sul calo delle azioni per la paura Covid-19 della seconda ondata?

Ecco uno sguardo più approfondito al perché.

Negli ultimi mesi, la ripresa economica degli Stati Uniti ha guadagnato terreno, e questo rimbalzo è qui per rimanere.

Perché? Perché abbiamo imparato molto su Covid-19 da marzo. Più abbiamo imparato, più abbiamo scoperto che il tasso di mortalità di Covid-19 non è poi così alto, e in realtà non troppo lontano dal tasso di mortalità dell’influenza stagionale.

Il comportamento del consumatore è cambiato. Invece di dire “dovremmo stare dentro a tutti i costi”, stanno ora dicendo “possiamo vivere le nostre vite regolari con alcune restrizioni per gestire adeguatamente i rischi”.

Di conseguenza, l’emergere di una seconda ondata non ucciderà la ripresa economica degli Stati Uniti. Non costringerà i politici a chiudere tutto. Non spaventerà i consumatori nelle loro case. Invece, rallenterà semplicemente il recupero, tramite chiusure di negozi una tantum e iniettando cautela nei consumatori.

I grandi miglioramenti che abbiamo visto nell’attività economica da marzo sono qui per rimanere.

Ciò include il grande miglioramento che abbiamo visto nel traffico aereo. Dalla sua metà di aprile ad oggi, la TSA ha registrato un volume di viaggiatori totale negli aeroporti superiore al 500%. Certo, la produttività totale dei viaggiatori è ancora in calo del 79% su base annua a metà giugno. Ma questo è aumentato del 90% + in calo tra aprile e maggio e rappresenta la prima volta che il declino anno su anno è stato inferiore all’80% dal 21 marzo.

Questo miglioramento persisterà. Secondo un recente sondaggio del gruppo Overseas Leisure, circa i tre quarti degli americani stanno già programmando la loro prossima vacanza.

Pertanto, una seconda ondata non farà deragliare la ripresa del settore aereo. Certo, potrebbe rallentare il recupero fino a un certo punto. Tuttavia, tra oggi e la fine dell’anno, le tendenze del traffico aereo miglioreranno notevolmente.

Mentre lo fanno, le azioni AAL voleranno più in alto.