domenica 29 novembre 2020

Le azioni minerarie legate all’ORO su cui poter investire

L’alto prezzo dell’oro implica un solido flusso di cassa gratuito per le azioni collegate al metallo prezioso.

Un buon portafoglio comprende titoli di diversi settori ed è anche diversificato tra classi di attività. Per decenni, le azioni in oro sono state una copertura contro l’inflazione con il metallo prezioso considerato come valuta forte.

Dall’inizio della crisi guidata dal nuovo coronavirus, la Federal Reserve ha utilizzato politiche monetarie aggressive per sostenere l’economia. Mentre il bilancio della Fed si gonfia, è un’indicazione dell’aumento della liquidità nel sistema finanziario.

Non sorprende che l’oro abbia iniziato a crescere nettamente dopo anni di movimenti e consolidamenti laterali. Con la Fed impegnata a mantenere bassi i tassi di interesse per un lungo periodo, sono rialzista sull’oro.

Dal punto di vista degli investimenti, i titoli auriferi possono essere presi in considerazione per plusvalenze e dividendi più elevati nei prossimi anni. Esistono titoli d’oro di qualità con fondamentali solidi che sono aumentati nell’anno fiscale 2020.

Kinross Gold

Anche le azioni della Kinross Gold (KGC) sono aumentate dopo il marzo 2020 e vedo più succhi durante la manifestazione. Da una prospettiva fondamentale, mi piace Kinross Gold con il rapporto tra debito netto ed EBITDA della società di appena 0,9. Ciò lascia ampio spazio alla leva per accelerare la crescita e beneficiare di un prezzo dell’oro più elevato.

Un altro fattore scatenante recente per il titolo è l’accordo con la Mauritania. L’analista di RBC Josh Wolfson ritiene che “la disputa di due anni sia stata la più grande incertezza identificabile per l’azienda”. La miniera Tasiast ha una forte previsione del flusso di cassa gratuito per i prossimi anni.

I 7 migliori titoli su cui investire adesso
Vale anche la pena notare che la società ha un costo onnicomprensivo di $ 993 l’oncia. Con il commercio dell’oro a $ 1,800 l’oncia, i flussi di cassa sono probabilmente robusti. È un dato di fatto, Kinross Gold ha registrato un aumento dell’81% dei flussi di cassa operativi per il primo trimestre su base annua.

Devo menzionare qui che il titolo KGC non paga un dividendo. Tuttavia, se il prezzo dell’oro rimane stabile, mi aspetto dividendi nei prossimi trimestri. Ciò può potenzialmente comportare una nuova valutazione dello stock.

Kirkland Lake Gold

Negli ultimi anni, Kirkland Lake Gold (KL)è stato su una traiettoria ad alta crescita. La produzione di oro della società è aumentata da 151,2 milioni di once nel 2016 a 619,4 milioni nell’ultimo esercizio finanziario. Con l’acquisizione di Detour Gold quest’anno, la dinamica di crescita della società è destinata a sostenere.

Anche con una crescita robusta, la società ha un bilancio a debito zero. Ciò offre ampio margine per continuare con una crescita aggressiva. Oltre alla tendenza dei titoli KL in rialzo, il dividendo della società è aumentato costantemente. Questo è un altro motivo per considerare gli investimenti in azioni.

Tornando all’impatto dell’acquisizione di Detour Gold, la società ha registrato una produzione di 660.634 once per la prima metà del 2020. Questo è superiore del 48% rispetto alla produzione registrata nella prima metà dell’ultimo anno fiscale. Pertanto, una forte crescita della produzione continuerà in un momento in cui la società trarrà vantaggio dall’aumento dei prezzi dell’oro.

Nel complesso, Kirkland Lake Gold ha forti flussi di cassa e visibilità sulla crescita dei dividendi. Questi fattori rendono degno di considerazione lo stock di KL nel medio-lungo termine.

Newmont Corporation

Tra i grandi nomi dell’industria mineraria dell’oro, mi piace Newmont (NEM). Con il rally dell’oro, il titolo NEM è aumentato del 56% nell’ultimo anno. Credo che ci sia un potenziale di ulteriore rialzo nei prossimi trimestri.

Quando si tratta di beneficiare dei maggiori prezzi dell’oro, Newmont è un cash flow machine. Per il primo trimestre, la società ha registrato $ 939 milioni nel flusso di cassa operativo e $ 611 milioni nel flusso di cassa libero. La società è quindi posizionata per generare FCF per un importo superiore a $ 2,5 miliardi per l’anno. Ciò si tradurrà in dividendi più elevati. Per il primo trimestre 2020, la società ha annunciato un dividendo di 25 centesimi per azione, che è stato superiore del 79% su base annua.

Dal punto di vista del bilancio, la società è ben posizionata con un buffer di liquidità totale di $ 6,6 miliardi. Inoltre, il rapporto tra debito netto e EBITDA rettificato di 0,7 implica un’ampia riserva finanziaria per investimenti di capitale aggressivo.

Newmont prevede che il costo onnicomprensivo scenderà da $ 800 a $ 900 per oncia entro il 2023. Se l’oro rimane stabile, è probabile che il margine EBITDA si espanda e ciò aumenterà ulteriormente i flussi di cassa.

Nel complesso, il titolo NEM sembra attraente per i prossimi anni. Con solidi flussi di cassa, la creazione di valore per gli azionisti avverrà attraverso dividendi e riacquisto di azioni.