lunedì 25 gennaio 2021

Le azioni Teladoc sono pronte per il balzo nel 2021?

Una delle aziende più in trend in questo momento è sicuramente Teladoc, le cui azioni potrebbero balzare nel 2021.

L’azienda ha completato la sua massiccia fusione con Livongo in ottobre. La telemedicina è cresciuta in popolarità quest’anno, poiché i pazienti hanno bisogno di opzioni sanitarie molto più flessibili durante la pandemia di coronavirus. Con gli ospedali che rinviano le procedure per gestire COVID-19 e le persone che trascorrono più tempo a casa, essere in grado di connettersi a distanza con un medico consente ai pazienti di ottenere le cure di cui hanno bisogno mentre si allontanano socialmente e rimangono al sicuro. Una società che ha beneficiato di tale aumento della domanda è Teladoc Health (TDOC).

Le azioni del colosso sanitario sono aumentate del 137% quest’anno, superando in modo significativo l’indice S&P 500 e il suo rendimento del 14%. Tuttavia, con i vaccini di Pfizer e Moderna che mostrano tassi di efficacia superiori al 90%, gli investitori potrebbero chiedersi se la necessità di telemedicina rimarrà forte il prossimo anno e se Teladoc è ancora una buona azienda in cui investire. Diamo uno sguardo più da vicino.

Teladoc in crescita continua

Un segnale incoraggiante per Teladoc è che negli utili del terzo trimestre pubblicati il ​​28 ottobre, la società ha visto il numero di visite virtuali continuare a salire. Con 2,8 milioni, il numero di visite virtuali nel periodo terminato il 30 settembre è aumentato leggermente (2,9%) rispetto al secondo trimestre, fino alla fine di giugno e che includeva blocchi. I ricavi di $ 288,8 milioni nel terzo trimestre sono più che raddoppiati rispetto al periodo dell’anno precedente e sono aumentati del 20% rispetto al secondo trimestre.

Ed è possibile che queste tendenze non si esauriscano presto, poiché non sono solo gli utenti giovani ed esperti di tecnologia che utilizzano la telemedicina. Gli anziani stanno diventando più a proprio agio nell’usare la tecnologia per l’assistenza sanitaria in mezzo alla pandemia. Un sondaggio su healthinsurance.com all’inizio di quest’anno ha rilevato che il 43% degli anziani prevede di continuare a utilizzare la telemedicina anche dopo la fine della pandemia.

La fusione con Livongo

Anche se l’attività di telemedicina subisce un calo quando l’economia torna alla normalità e le persone non evitano le visite di persona allo studio del medico, l’attività di Teladoc è molto più solida e versatile oggi di quanto non fosse all’inizio della pandemia. Il 30 ottobre, la società ha completato la sua fusione con la società di cure croniche Livongo. Insieme, le due aziende possono fornire un’esperienza molto più ampia per i pazienti che li aiuta con indagini ad hoc che potrebbero avere con la visita telematica una tantum, fornendo loro anche cure continue e ricorrenti per malattie croniche, come il diabete. Con solo una sovrapposizione di clienti del 25%, le aziende hanno soddisfatto esigenze molto diverse e insieme saranno molto più forti e versatili.