martedì 20 ottobre 2020

Le ditte Fintech corrono per colmare le lacune nelle misure di soccorso del coronavirus nel Regno Unito

L’industria della tecnologia finanziaria britannica sta correndo per colmare le lacune nelle misure di aiuto al governo del coronavirus del governo, offrendo prestiti rapidamente a coloro che lottano finanziariamente a causa della pandemia.

Diverse delle principali aziende fintech del paese hanno richiesto l’accreditamento della British Business Bank (BBB), sostenuta dallo stato, per essere in grado di erogare prestiti nell’ambito del programma di prestiti per interruzione dell’attività del Coronavirus (CBILS).

Inizialmente erano accettate solo le banche 40 – inclusi i principali istituti di credito di alto livello Barclays, Lloyds, HSBC e RBS – sul programma. Ma nelle ultime settimane sono stati approvati anche i nuovi istituti di credito digitali come Starling, OakNorth e Funding Circle.

“Penso che le banche sfidanti abbiano avuto una reale opportunità qui”, Chief Banking Officer di Starling Helen Bierton ha detto a CNBC. “Cerchiamo di costruire un modo per ottenere assistenza ai clienti il ​​più rapidamente possibile. Siamo stati istituiti in questo modo; siamo una banca guidata dalla tecnologia.”

Helen Bierton, direttore bancario presso Starling Bank.

Starling Bank

Alcuni dei finanziatori più grandi sono stati criticati per essere troppo lenti nell’elaborare i prestiti e per mettere su ostacoli alle imprese che le richiedono. La scorsa settimana l’associazione commerciale britannica UK Finance ha rivelato che 21% delle domande di prestito CBILS erano state approvate dai finanziatori.

“Non mi sorprende che le banche di compensazione stiano lottando con velocità e inversione di tendenza”, ha detto a CNBC Ben Barbanel, responsabile del finanziamento del debito di OakNorth. “Hanno sempre lottato con velocità e inversione di tendenza.”

“Detto questo, ho un po ‘di simpatia”, ha aggiunto. “Questa è chiaramente una situazione di prestito e qui le banche hanno ancora dei rischi.”

Un portavoce delle finanze del Regno Unito ha dichiarato che il settore bancario “comprende il ruolo fondamentale che dobbiamo svolgere nell’aiutare le imprese attraverso questi tempi difficili. “

” Il personale di Frontline ha lavorato instancabilmente per ottenere denaro per quelle aziende vitali che ne hanno bisogno il più rapidamente possibile “, ha aggiunto il portavoce. “Prevediamo che i prestiti continueranno a crescere rapidamente nelle prossime settimane, poiché i finanziatori lavorano a stretto contatto con il governo per fornire alle imprese vitali il supporto di cui hanno bisogno.”

Ben Barbanel, responsabile del finanziamento del debito di OakNorth.

OakNorth

Starling, OakNorth e Funding Circle non stanno ancora elaborando i prestiti CBILS. Devono passare attraverso un “assetto operativo e legale” con il BBB prima di poter iniziare ad accettare le domande, ha affermato Lisa Jacobs, amministratore delegato del Funding Circle nel Regno Unito.

Alternativa istituti di credito

Starling e OakNorth fanno parte di una moltitudine di banche online emerse in seguito al 2008 crisi finanziaria. Altri includono Monzo, Revolut e Tandem. Ma il crollo ha anche portato a un’ondata di nuovi istituti di credito non bancari, come Funding Circle, MarketFinance e Iwoca.

Regno Unito. l’ente dell’industria fintech Innovate Finance ha accumulato pressioni sul governo affinché includa istituti di credito non bancari in CBILS. L’amministratore delegato dell’organizzazione, Charlotte Crosswell, ha dichiarato di essere “deliziata” dalla recente approvazione di Funding Circle da parte della BBB, ma era “ansiosa di vedere più istituti di credito non bancari diventare istituti di credito accreditati”.

Crosswell ha inoltre segnalato la preoccupazione che ai finanziatori alternativi venga chiesto di concedere ferie alle persone e alle imprese – qualcosa che potrebbe mettere a dura prova le fintech meno capitalizzate.

Charlotte Crosswell, CEO di Innovate Finance.

Innovate Finance

“Se le stesse società fintech devono concedere ferie di pagamento senza liquidità, dobbiamo verificare se si tratta di un sistema equo, “ha detto alla CNBC.

Crosswell ha aggiunto che Innovate Finance stava lavorando con 38 istituti di credito alternativi, chiedendo al governo sostenere la comunità fintech e fare di più per consentire loro di prendere parte ai suoi programmi di assistenza alle imprese. Ha salutato il pacchetto di sostegno recentemente annunciato del Regno Unito per le start-up come uno sviluppo “gradito” per i fintech. % del loro salario fino a un massimo di £ 2, 500.

Il problema con quel programma è che è “essenzialmente un IOU da parte del governo”, ha dichiarato il CEO di MarketFinance Anil Stocker a CNBC. In altre parole, le imprese devono prima pagare il personale e poi recuperare i soldi dal governo.

La società sostenuta da Barclays inizialmente si concentrava sul finanziamento delle fatture, ma si è espansa in nuove aree di prestito aziendale . Ora è impostato uno strumento per le aziende di prendere in prestito denaro contro le loro fatture di pagamento HMRC per lo schema di consegna.

Anil Stocker, co-fondatore e CEO di MarketFinance.

MarketFinance

“In questo momento, i giorni contano”, ha detto Stocker. “Avere la capacità di ottenere rapidamente la maggior parte di quei soldi in anticipo e poi essere pagati dal governo per colmare quel divario di capitale circolante è qualcosa che abbiamo sentito dai nostri clienti è molto utile.”

MarketFinance stesso ha dovuto disporre di un quinto del personale per far fronte alla crisi, ha detto Stocker, mentre i suoi fondatori hanno preso un 40% taglio di stipendio. Anche il personale dell’azienda sta riducendo i salari del 20% in media.

E non è l’unico fintech che deve prendere decisioni difficili. Monzo, ad esempio, offre un servizio di ritiro volontario, mentre il CEO Tom Blomfield ha rinunciato al suo stipendio per un anno.

“Fintech è nato dall’ultima stretta creditizia”, ​​ha detto Stocker. “Ora sento che dovrebbe svolgere un ruolo cruciale in questa crisi.”

“Il governo dovrebbe cercare di sfruttare i nostri vantaggi unici. Siamo stati creati per elaborare rapidamente le cose e al volume. “

Articolo originale di CNBC